Maggio 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Una compagnia petrolifera di Edimburgo fa una scoperta al largo del Messico con l’italiana Eni

CAIRN Energy ha goduto di un’esplorazione di successo al largo del Messico dopo essersi trasferita per ridurre la sua esposizione al Mare del Nord.

La compagnia petrolifera e del gas con sede a Edimburgo ha effettuato una scoperta con Eni con una licenza che coinvolge le società.

La scoperta è stata annunciata da Eni, indicando che potrebbe essere significativa.

Il colosso italiano ha affermato che le prime stime erano che la scoperta di Sayulita potrebbe contenere fino a 200 milioni di barili di petrolio equivalente.

Kern ha fatto riferimento all’annuncio senza fare ulteriori commenti.

Il risultato sottolinea il potenziale licensing in cui Eni e Kern hanno già riscosso successo.

LEGGI ANCHE: L’asta di ScotWind si riscalda mentre il colosso petrolifero italiano Eni ha intenzione di fare un’offerta per i parchi eolici

Il pozzo è stato perforato nel Blocco 10. Contiene la scoperta di Saasken fatta nel febbraio dello scorso anno.

Eni ha dichiarato ieri: “Il risultato positivo, che segue la scoperta del pozzo Saasken 1 EXP 2020, conferma il valore dell’asset e apre il potenziale esito commerciale per il Blocco 10 in quanto molte altre possibilità nelle vicinanze possono combinarsi in uno sviluppo sinergico .”

Cairn possiede una quota del 15% nel blocco situato nel Golfo del Messico meridionale, mentre Eni ne detiene il 65%. La russa Lukoil possiede il 20%.

Kern si è trasferito in Messico nel 2017 sotto il piano del CEO Simon Thompson per la società di combinare l’esplorazione potenzialmente trasformativa in aree con relativamente poca perforazione con attività a basso rischio in aree come il Mare del Nord.

READ  Exclusive Italy ha annullato la vendita di una società di droni militari a investitori cinesi, affermano fonti

Il primo pozzo che ho perforato al largo del Messico era asciutto.

Per saperne di più: Cessione di Kern nel Mare del Nord per un valore di $ 460 milioni

Il Messico è ricco di petrolio e gas, ma le acque del paese hanno visto poca attività secondo gli standard internazionali.

La società statale Pemex ha dominato a lungo l’attività. Il governo del Paese ha aperto il mercato agli attori internazionali nella speranza di massimizzare il potenziale delle proprie risorse. Il Messico ha completato il suo primo round di licenze nel 2016.

Cairn ha fatto un’abbondante scoperta dal Senegal nel 2014 sotto la guida di Thompson. L’anno scorso la società ha venduto la sua attività in Senegal alla Woodside australiana per 400 milioni di dollari.

A marzo, Kern ha siglato un accordo da $ 460 milioni (£ 330 milioni) per vendere quote nella produzione di giacimenti petroliferi del Mare del Nord a Waldorf Productions e ha acquistato una partecipazione in un ampio portafoglio in Egitto da Shell per $ 320 milioni.

Per saperne di più: la compagnia petrolifera di Edimburgo affronta nuove complicazioni nella controversia fiscale da 1,2 miliardi di dollari in India

A dicembre, Kern ha ricevuto 1,2 miliardi di dollari di danni più interessi da un tribunale internazionale dopo aver vinto una lunga controversia legale con il governo indiano, ma non ha ancora ricevuto denaro.

Le azioni di Cairn Energy hanno chiuso in rialzo di 1,5 pence a 129,2 pence.