Ottobre 17, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un funzionario dell’OMS ha negato di aver mentito agli avvocati italiani sul rapporto

Il dottor Ronnie Guerrero, consigliere speciale dell’OMS, ha delineato la sua posizione in una risposta di 40 pagine, con un’appendice di 495 pagine, agli avvocati che lo hanno perseguito per presunte false dichiarazioni quando è stato interrogato lo scorso novembre. 5.

Le affermazioni dei pubblici ministeri formano un’immagine “Questo è completamente diverso dalla realtà dei fatti e, soprattutto, impreciso e incoerente con la ricostruzione dei fatti presentata dal dottor Guerrero”, ha detto la risposta firmata di Guerrero con sede a Roma, l’avvocato Roberto de Vita.

I pubblici ministeri stanno indagando sul più alto numero di vittime del COVID-19 nella provincia lombarda di Bergamo, che è stata duramente colpita quando l’Italia è diventata l’epicentro dell’epidemia in Europa lo scorso anno. La loro indagine inizialmente si è concentrata sul fatto che il blocco tardivo a Bergamo avesse contribuito ai numeri, ma ha incluso se la prontezza complessiva dell’Italia fosse entrata in crisi.

I successivi scandali hanno rivelato che il piano di preparazione all’epidemia dell’Italia non era stato aggiornato dal 2006 e che la scomparsa del rapporto ha significato che l’OMS lo ha aumentato per evitare critiche e potenziali responsabilità da parte del governo italiano. L’OMS ha detto che era stato rimosso perché era falso ed era stato rilasciato in anticipo.

READ  Dall'Italia alla Biblioteca di Oxford: una nuova casa per i segreti di Antonio Carloscio | Antonio Carlosio

Guerrero, che ha lavorato come collegamento dell’OMS con il governo italiano durante la crisi, non è stato accusato. Ma il dottor Francesco Jambon, coordinatore del rapporto, è stato coinvolto nello scandalo dopo aver accusato Guerrero di avergli fatto pressioni per modificare i dati nel piano epidemico 2016-2017 perché sembravano “aggiornati”. No.

Gli avvocati di Pergamon affermano che il piano avrebbe dovuto essere aggiornato durante il mandato di Guerrero 2014-2017 come capo del blocco del Ministero della Salute italiano, riflettendo le nuove linee guida internazionali dell’OMS e della Commissione europea nel 2009 e 2013.

Nel nuovo documento, Guerrero ha affermato che le linee guida dell’OMS non erano obbligatorie e che la guida dell’UE riguardava principalmente l’integrazione con altri stati e non i programmi epidemici interni.

Guerrero scrisse anche all’allora ministro, avvertendo che l’Italia aveva bisogno di un nuovo piano di preparazione all’epidemia prima di lasciare il ministero per entrare a far parte dell’Organizzazione mondiale della sanità nel 2017. Di conseguenza, la sua risposta è stata che i pubblici ministeri dovrebbero “verificare se l’azione avviata dal dottor Guerrero nel settembre 2017 è stata seguita da coloro che sono venuti dopo di lui”.

Guerrero ha affermato di non avere nulla a che fare con la decisione di sollevare il rapporto, dicendo che l’ispirazione originale è venuta dall’ufficio di Pechino dell’OMS, che si è opposto alla scadenza politicamente importante per il COVID cinese – 19.

READ  L'Italia impone ulteriori restrizioni a cinque regioni, compresa la Lombardia, li solleva in Sardegna

“Per favore, ritira immediatamente il documento dal web. Considera questa una questione urgente”, ha scritto il rappresentante cinese dell’OMS, Qadan Galia, in una e-mail a Zambon e altri il 14 maggio. “Questo documento non è valido e contraddice la cronologia della sede centrale. in due posti. “

Jamban ha ammesso che era colpa della Cina se aveva preso il rapporto dal web, lo aveva corretto e ripubblicato il rapporto. Ma l’OMS non l’ha mai messo su Internet.

L’8 marzo, gli avvocati di Bergamo hanno presentato le loro accuse contro Cora ai Ministeri della Giustizia e degli Affari Esteri italiani, chiedendo il loro aiuto per inviare domande specifiche all’Oms nell’ambito delle indagini.

“Alla fine sono andato a Tetros e il documento è stato rimosso”, ha scritto Guerrero a Brusafero il 14 maggio 2020, riferendosi al direttore generale dell’OMS Tetros Adanom Caprias.

Nella sua risposta agli avvocati, Guerrero ha messo in dubbio l’autenticità delle chat di WhatsApp nella zona e ha detto che non avevano il contesto necessario per capire. Indipendentemente da ciò, il contenuto “non ha nulla a che fare con le indagini riportate”, ha detto.

L’ufficio stampa dell’OMS ha negato che Tetros fosse coinvolto nel rapporto e ha insistito che fosse rimosso sulla base di “falsità e contraddizioni” nel testo, che non hanno distrutto tutte le approvazioni.

In un’intervista con l’avvocato de Vita di Guerrero, ha detto che Guerrero aveva sofferto molto per mesi di polemiche sulla relazione ed era ora entusiasta di trovarsi come investigatore, quando è andato libero dagli avvocati per contribuire con ciò che sapeva come scienziato e civile. servo.

READ  L'Italia spenderà miliardi in autostrade dopo il disastro di Genova

“Come altri hanno fatto, può usare l’immunità diplomatica funzionale”, ha detto de Vita alle Nazioni Unite. Ha detto della posizione di Guerrero come ufficiale. “Se avesse avuto qualcosa da nascondere, anche in lontananza”, non se ne sarebbe mai andato.

———

Segui l’infezione AP:

https://apnews.com/hub/coronavirus-pandemic

https://apnews.com/hub/coronavirus-vaccine

https://apnews.com/UnderstandingtheOutbreak