Maggio 16, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un centrocampista ucraino che gioca per la Nazionale italiana sfoggia la maglia “No War in Ukraine” dopo aver segnato il gol di Europa League | Gli sport

Ruslan Malinovsky ha avuto una prestazione surreale giovedì, segnando due gol in una partita a eliminazione diretta e rivelando una maglia “No alla guerra in Ucraina” alla televisione internazionale mentre la Russia era attaccata dalla Russia.

Malinovsky, il centrocampista ucraino dell’Atalanta, ha mostrato la maglia dopo i primi due gol contro l’Olympiakos greco nei quarti di finale della Lega Europea ad Atene. I suoi due gol hanno portato la squadra alla vittoria per 3-0.

Giovedì l’invasione russa ha avuto effetti a catena nel mondo dello sport.

Eventi cancellati, iniziati i boicottaggi

La reazione del pilota tedesco di Formula 1 Sebastian Vettel è stata forse la più franca, poiché ha detto che quest’anno non avrebbe corso in Russia. “La mia opinione è che non dovrei andare, non lo farò”, ha detto. “Penso che sia sbagliato correre in questo Paese. Mi dispiace per le persone, gli innocenti che hanno perso la vita, che sono stati uccisi per ragioni stupide sotto una guida molto strana e folle”.

La F1 dovrebbe fare tappa a Sochi, in Russia, nel settembre di quest’anno. Ha detto che stava “monitorando da vicino gli sviluppi altamente volatili” e non avrebbe commentato diversamente.

Diversi calciatori brasiliani hanno detto di essere rimasti intrappolati in Ucraina dopo che la Russia ha attaccato il paese. Marlon Santos ha pubblicato un video con diversi giocatori brasiliani di due squadre che descrivono la situazione. “Siamo davvero disperati. Siamo nel caos”, ha scritto in portoghese. “Abbiamo il supporto del nostro club. Ma la disperazione è dolorosa”.

Santos è un difensore dello Shakhtar Donetsk, una delle migliori squadre del campionato ucraino, squalificato a causa della guerra.

READ  Federazione Italiana Sport Equestri

– Vitali Klitschko, sindaco di Kiev dal 2014, ha detto che si unirà alla lotta in prima linea. “È già una guerra sanguinosa”, ha detto giovedì. “Non ho altra scelta. Devo farlo. Combatterò. “

Prima della sua carriera politica, Klitschko è stato uno dei migliori pugili del pianeta, vincendo diversi titoli mondiali dei pesi massimi tra la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000. Suo fratello Vladimir, anche lui campione del mondo, si è unito a suo fratello in una dichiarazione video di condanna dell’invasione. Vladimir ha twittato giovedì mattina: “Il mondo sta osservando quanto sia letale e sconsiderato l’imperialismo, non solo per l’Ucraina ma per il mondo intero”. “Che la storia sia una lezione da non ripetere.”

– I principali eventi sportivi in ​​programma in Russia sono stati cancellati o modificati. La finale di Champions League di maggio sarà spostata da San Pietroburgo, in Russia, con una nuova location ancora da definire. L’ATP Tour ha cancellato il torneo di tennis della prossima settimana a Mosca, citando la “recente escalation di eventi tra Russia e Ucraina”.

La WNBA, che ha diversi giocatori in Europa nella sua bassa stagione, ha detto che i suoi giocatori hanno lasciato l’Ucraina. “Un piccolo numero di giocatori della WNBA che hanno gareggiato in questa stagione in Ucraina non sono più nel paese”, ha detto un portavoce della lega. I giocatori di Promiti Joyner Holmes (Connecticut Sun) e Ariel Atkins (Washington Mystics) hanno confermato nelle loro storie su Instagram di non essere nello stato.

L’associazione ha affermato di essere “in contatto” con i suoi giocatori in Russia; Ci sono almeno 30 giocatori NBA attuali ed ex nella lega russa, inclusa la giocatrice Liberty Natasha Howard, che gioca per la Dynamo Kursk. Diversi nomi importanti della WNBA, tra cui l’MVP della lega Jonquel Jones, giocano con Ekaterinburg.

READ  L'uomo italiano tiene il "braccio finto" per ottenere il certificato di vaccino COVID senza pugnalarlo

– Il consiglio di amministrazione dello Schalke 04, club tedesco di seconda divisione e uno dei più grandi d’Europa, ha immediatamente rimosso Gazprom dalla lista degli sponsor della maglia, incolpando i “recenti sviluppi”. Gazprom è il colosso statale russo del petrolio e del gas.

– I giocatori della squadra ceca dello Slavia Praga sono entrati nello stadio nella partita della European League con le maglie “Stiamo con l’Ucraina”.

———

Con Sarah Valenzuela

© 2022 Notizie quotidiane di New York. visita in nydailynews.com. Distribuito da Tribune Content Agency, LLC.

Copyright 2022 Agenzia di contenuti Tribune.