Novembre 28, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un buco nero vomita stelle dopo anni passati a mangiarlo

Illustrazione di un evento di turbolenza di marea.

Nel giugno 2021, un radiotelescopio nel New Mexico ha raccolto i segnali che un buco nero aveva iniziato a vomitare materiale nello spazio, l’equivalente astrofisico di sputare cibo. Ma ecco il problema:Non mangia niente da anni.

Un team di astronomi ha osservato l’espulsione utilizzando sei osservatori: quattro di diametro Nord America, Sud America, Africa e Australia, due nello spazio. Il team ha collegato il rifiuto del 2021 e una stella Il buco nero l’ha consumato tre anni fa. La ricerca di squadra è pubblicato Questa settimana su The Astrophysical Journal.

“Questo ci ha completamente sorpreso: nessuno aveva mai visto niente del genere”, Yvette Sindez, Ricercatore Associato presso il Centro di Astrofisica | Harvard e Smithsonian, autore principale dello studio, hanno dichiarato: al centro Pubblicazione.

L’evento Radio Bright si chiama AT2018hyz. È un evento di perturbazione delle maree, che si verifica quando una stella che passa vicino a un buco nero si stacca o si rompe. Il materiale stellare frastagliato ruota quindi attorno al buco nero nel suo disco di accrescimento, invece di essere risucchiato subito attraverso l’inevitabile orizzonte degli eventi. Questo materiale si riscalda, creando segnali che gli astronomi possono rilevare dalla Terra. A volte gli eventi di turbolenza di marea sono rapidi; altri tempiLe stelle si stanno lentamente squarciando mentre orbitano intorno ai buchi neri.

I buchi neri sono mangiatori disordinati, quindi non è raro che lo facciano sparare La materia stellare ritorna nello spazio. Ma tre anni sono un tempo insolitamente lungo per un buco nero per mantenere basso il suo pranzo. Normalmente, quando una stella è offuscata da un buco nero, il Il rigurgito è molto immediato.

In questo caso, il buco nero ha tenuto materiale stellare per anni prima di lanciarlo A metà della velocità della luce – insolitamente veloce, il deflusso dalla maggior parte degli eventi di turbolenza di marea viaggia di circa il 10% velocità della luce. “È come se questo buco nero avesse improvvisamente iniziato a eruttare un mucchio di materiale dalla stella che lo ha mangiato anni fa”, ha detto Sendies.

Il team ritiene che i deflussi tardivi come AT2018hyz possano essere più comuni di quanto si pensasse in precedenza. Per scoprirlo, gli astronomi dovranno esaminare le posizioni di altri eventi di turbolenza di marea che hanno già perso. Questi presunti eventi potrebbero avere più azione nel loro futuro.

Altro: una stella è caduta in un buco nero, rivelando la sua rotazione ultraveloce

READ  Gli americani stanno cominciando a entrare in una vita post-pandemia man mano che altri vengono vaccinati