Giugno 16, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Stellantis afferma che la carenza di chip sta peggiorando e potrebbe durare fino al 2022

Stellantis (STLA.MI) prevede che la carenza globale di chip semiconduttori stimolerà la produzione nel secondo trimestre e ha avvertito che l’interruzione nell’industria automobilistica potrebbe continuare fino al 2022.

Le case automobilistiche di tutto il mondo sono state costrette a limitare la produzione, ostacolando i loro tentativi di riprendersi dalla pandemia COVID-19, a causa della carenza di chip vitali utilizzati in tutto, dalla gestione computerizzata dei motori ai sistemi di assistenza alla guida.

“Ci aspettiamo che migliorerà nella seconda metà, ma è chiaro che sarebbe ingenuo aspettarsi che scompaia”, ha detto mercoledì ai giornalisti in una teleconferenza Richard Palmer, chief financial officer di Stilantis.

“Probabilmente colerà fino al 2022”, ha aggiunto.

La quarta casa automobilistica al mondo, nata all’inizio dell’anno dalla fusione dell’italo-americana Fiat Chrysler e della francese PSA Corporation, ha registrato un aumento del 14% dei ricavi del primo trimestre grazie alla forte domanda dei consumatori e alle vendite dei suoi automobili redditizie, aumentando le sue azioni del 10%, 2,8%.

Gli analisti di Citi hanno descritto i risultati come “robusti”, aggiungendo che “nel complesso sembra probabile che la redditività di Stellantis superi le aspettative”.

Ma le perdite di produzione dovute alla carenza di trucioli hanno impedito una ripresa più forte dalle chiusure a livello di fabbrica nel marzo 2020 per arginare la diffusione dell’epidemia.

La carenza di trucioli ha ridotto circa l’11% della produzione pianificata di Stellantis nel primo trimestre.

La casa automobilistica ha affermato di avere una visione limitata dell’impatto del deficit sui risultati dell’intero anno, ma ha affermato che il secondo trimestre sarebbe stato peggiore prima di qualche miglioramento nella seconda metà.

READ  Frode Itari: i fornitori di dighe chiedono milioni non pagati

Ford Motor Co. (FN) ha avvertito la scorsa settimana che il deficit potrebbe dimezzare la sua produzione nel secondo trimestre. Leggi di più

Palmer ha detto ai giornalisti che la carenza sta attualmente colpendo otto dei 44 stabilimenti di assemblaggio a Stilantis.

Ma ha detto che le turbolenze non hanno influenzato il piano di fusione, attraverso il quale il gruppo mira a risparmiare più di 5 miliardi di euro all’anno.

“Il piano di sinergia è vicino al raggiungimento dell’obiettivo”, ha detto Palmer.

Stellantis ha ribadito le sue previsioni per un margine di profitto operativo rivisto del 5,5% -7,5% quest’anno.

Il gruppo ha affermato che i lanci di produzione previsti – per i grandi modelli Jeep Grand Wagoneer e Wagoner SUV previsti per questo trimestre e per la prossima generazione di Grand Cherokee nel terzo trimestre – erano ancora sulla buona strada.

Stilantis ha affermato che il fatturato del primo trimestre è aumentato del 14% a 37 miliardi di euro (44,5 miliardi di dollari) su base nominale.

Ciò si confronta con le aspettative degli analisti di 34,9 miliardi di euro, secondo un sondaggio Reuters.

($ 1 = € 0,8322)

I nostri criteri: Thomson Reuters Trust Principles.