Luglio 3, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Stanley Tucci: Alla ricerca dell’Italia Stagione 2: Cosa c’è nel menu di Piemdont

Stanley Tucci: Alla ricerca dell'Italia Stagione 2: Cosa c'è nel menu di Piemdont

(CNN) – Guidando attraverso l’Italia centrale, Stanley Tucci ha detto che l’Umbria è “il cuore verde dell’Italia. Non un cuore geloso ma un cuore lussureggiante”.

Questa piccola area rurale è spesso messa in ombra dal suo vicino più famoso, la Toscana, che confina con l’area a ovest. Ma la storia, la bellezza selvaggia e la cucina tradizionale dell’Umbria ne fanno una perla nascosta.

Con il più alto consumo pro capite di carne di maiale, l’Umbria è il sogno di un carnivoro. Contadini, pescatori, cuochi e macellai locali conservano da generazioni la cultura gastronomica rurale di questa regione.

Di seguito una guida dove potrete trovare alcuni dei piatti che Tucci ha divorato in Umbria durante lo spettacolo. Ti sei perso l’episodio? raggiungi qui C Ingo.

carne arrostita

Un piatto popolare nella regione è la porchetta, un maiale strofinato con sale e farcito con erbe aromatiche, poi arrostito per ore nel forno a legna fino a quando la pelle è croccante.

Lo chef Giorgio Parchise, meglio conosciuto come Big George, ha la sua versione della porchetta. Ospita uno degli spettacoli culinari più famosi d’Italia, Giorgione – Orto e Cochina. Il suo mayalino, in stile porchetta, richiede un maialino intero ripieno di salsiccia, erbe fresche (salvia finocchio, rosmarino e un pizzico di menta o menta), condito con fodera di un organo di maiale e poi arrostito lentamente.

“C’è il prosciutto dentro e il prosciutto sopra”, ha scherzato Tucci. “L’amorevole preparazione di Giorgio degli ingredienti più freschi, non ultimo il maiale viziato stesso, e l’alchimia del fuoco a legna di quercia a cottura lenta hanno trasformato questo piatto in qualcosa di veramente speciale.”

Barchiesi non è stato timido nel descrivere come si sentiva riguardo alla sua ricetta, dicendo ad alta voce: “Yum, yum, yum!”

READ  Il proprietario del ristorante Blu dice che sta chiudendo per "tempesta perfetta"

“Mi sto arrendendo”, ha detto Tucci con una risata. “Letteralmente, mi sto arrendendo al maiale”.

raghu di tavola selvaggia

Tucci si è poi unito a cena al primo gruppo di donne italiane di caccia ai maiali. Questa banda di cacciatori affamati banchetta con una ricetta di famiglia del ragù di cinghiale, una prelibatezza invernale.

I cinghiali domestici sono pieni di sapore grazie alla dieta degli animali a base di radici, ghiande e occasionalmente tartufo. La carne viene cotta lentamente con erbe aromatiche, limone e poco aceto, poi tritata in un frullatore e mescolata con salsa di pomodoro e olive verdi.

Il maiale viene servito su pappardelle.

“Penso che se l’Umbria avesse un gusto, sarebbe quello”, ha detto Tucci, descrivendo il piatto come ricco e confortante.

Il macellaio

Tra tutti gli arrosti di maiale, il branclion da norcia regna sovrano. I macellai utilizzano antiche tradizioni tramandate anni fa. “Il salame qui è davvero incredibile”, ha detto Stanley Tucci durante “Stanley Tucci: The Search for Italy”.

Con lo scudo medievale sulla porta e il motto “Brancaleone da Norcia” inciso sul tavolo di legno, è come se fossi stato trasportato indietro nel tempo all’interno di questo negozio di specialità. Vendono formaggio, fagioli, pasta e vino, ma il negozio è noto per i suoi salumi, tra cui salame, prosciutto e salsiccia.

“Il salame qui è davvero incredibile”, ha detto Tucci. “La combinazione di erbe selvatiche dei boschi e aria fresca di montagna porta tutto a un altro livello.”

serpenti neri

Non puoi visitare l’Umbria senza assaggiare i tartufi decadenti. La regione è uno dei maggiori produttori di tartufo in Italia.

READ  Nuovo centro di intrattenimento alla stazione di Bridgeway

Tucci ha visitato una tartufaia con alberi di 21 anni. Gli alberi piantati sono disposti in una griglia ideale e lavorati con una tecnologia speciale, creando le condizioni ideali per la crescita dei tartufi nel terreno circostante.

Il contadino Carlo Caporicchi ha detto che questi tartufi, che impiegano circa sei anni per essere prodotti, hanno un sapore esattamente come quelli raccolti allo stato brado.

Ha preparato Assoluto di bosco, che si traduce in Pasta all’essenza dei boschi. Presenta porcini e, naturalmente, tartufo.

“È come cenare in mezzo al bosco con gli occhi chiusi”, ha detto Capurecchi mentre mangiava una ciotola di pasta.

Quanto al tartufo nero coltivato a Caporicci, ha un gusto legnoso, nocciolato e lussuoso. Tucci ha detto che non avresti mai saputo che era di allevamento, non di foraggio.

I salumi

Poi Tucci si fermò Nessuna prosecuzione a Perugia. È un hipster di Bottega che serve la migliore qualità di carne e formaggio in Umbria.

Un gruppo di amici ha aperto il negozio perché voleva creare un ambiente giovane e vivace con cibo genuino.

Tucci ha assaggiato di tutto: prosciutto crudo, salame, carciofi, crema di pecorino, crema di pomodori secchi, gorgonzola e tartufi.

“Il cibo è buono e autentico come ovunque in Umbria, ma il servizio e l’ambiente sono un po’ più freschi”, ha detto Tucci.

piccione

Nella cittadina collinare di Orvieto, i piccioni sono uno dei piatti caratteristici e qualsiasi locale che si rispetti può leggere le ricette dei piccioni avanti e indietro.

La chef locale Valentina Santanicchio ha portato Tucci nel suo piccolo ristorante, chiamato Il Saltapicchio, Per cucinare un piatto di piccione tradizionale, ma con un tocco in più.

Poiché i piccioni possono essere ruvidi, Santanicio cuoce l’uccello in due modi per renderlo umido e saporito. Brasato a metà alla maniera tradizionale, il resto imbevuto di salsa di soia e cotto nei suoi sacchetti video.

READ  Coppie uniche hanno fatto questo Beginner's Day for the Master, ed era anche vero il contrario

Nessuna parte del bagno viene sprecata. Tutto va in padella, compresi cuore, fegato e reni.

Quindi aggiungere le carote, la cipolla, il timo e il sedano e cuocere a fuoco basso per un massimo di quattro ore. Questo rende il bagno soffice.

“Meraviglioso!” disse Tucci mentre cercava di andare in bagno. “È molto positivo!”

paradiso vegetale

E invece di finire con il dessert, finiamo con le verdure. Ma questo ortaggio è al centro della scena.

Gli amici di Tucci Colin e Livia Firth gestiscono una fattoria sostenibile di 60 acri al confine con la Toscana a Città della Pivi. I gemelli hanno sperimentato l’impollinazione incrociata di varietà dimenticate da tempo per produrre nuove verdure sovralimentate.

Il loro obiettivo è mostrare che le verdure possono servire come proteine ​​sulla tavola.

Hanno fatto una festa rustica all’aperto e Tucci ha provato una delle loro specialità: il caviale di melanzane. Melanzane arrostite con aglio, olio d’oliva, sale e dragoncello.

Una festa all’aperto con le materie prime: una deviazione perfetta per una visita nell’Umbria rustica e rustica.