Settembre 16, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Spike di Jeremy Farrar con Anjana Ahuja – Ignore the Flag

Il momento più buio della pandemia per Jeremy Farrar è arrivato il 21 settembre dello scorso anno. I casi di Covid-19 sono aumentati in Inghilterra durante l’estate. Boris Johnson, il primo ministro, aveva sollecitato la revoca del blocco a maggio. Tra l’ottimismo pubblico sul fatto che il peggio fosse passato, bar e ristoranti hanno aperto i battenti a luglio, poi il cancelliere Rishi Sunak ha lanciato il suo schema “mangiare fuori per aiutare”, che alcuni hanno soprannominato “mangiare fuori per aiutare il virus”.

In poche parole, non c’erano piani già pronti per contrastare il previsto picco di caduta dei casi. Quando il gruppo consultivo scientifico per le emergenze si è riunito il 21 settembre, le infezioni raddoppiavano quasi ogni settimana, anche prima dell’impatto della riapertura delle scuole. Sage è stato chiaro: “Sarà necessario un pacchetto di interventi per invertire questo aumento accelerato dei casi”. Le azioni includevano un breve blocco e un interruttore automatico. Con le loro azioni, il governo è stato anche chiaro: non seguiremo i consigli scientifici – diremo che lo faremo, ma non lo faremo.

Farrar, che ha fornito questo resoconto, ha chiesto perché avrebbe continuato a rivedere le prove, lavorare a Sage e fare tutto il possibile per ridurre il bilancio della pandemia, se il primo ministro si fosse rifiutato di agire fino a quando non fosse stato troppo tardi.

Farrar non ha dubbi che la riluttanza del governo ad agire abbia portato a morti che avrebbero potuto essere evitate. “Con il governo rimasto radicato sul posto, la trasmissione si stava già allontanando da noi. È stato un disastro al rallentatore”, ha scritto.

READ  Natuzzi sta assumendo un nuovo CEO con la crescita delle vendite internazionali

salita È un account richiesto dall’interno: un account mondiale Rivista dell’anno della peste – Su come è stata affrontata l’epidemia e cosa avrebbe dovuto essere affrontato. Il libro è scritto in prima persona con una voce Farrar. Tuttavia, è una collaborazione con la scrittrice scientifica di FT Anjana Ahuja. Non importa molto se la sua fluidità e chiarezza è una testimonianza dell’uno o dell’altro. È un piacere leggerti.

Il mio approccio alla pandemia è stato quello di esporre e amplificare la disuguaglianza nella società: maggiore è la privazione, maggiore è la perdita di vite umane a causa del coronavirus. Questo porta a due approcci per ridurre la sofferenza: Ridurre la disuguaglianza – my Costruisci rapporti più equi – Controllo dell’epidemia come previsto in salita. Entrambi sono vitali.

Farrar aveva buone ragioni per essere frustrato dal fatto che il suo consiglio fosse stato ignorato. È un esperto globale nella lotta contro le malattie infettive, gestisce il Wellcome Trust, uno dei più grandi istituti di ricerca medica al mondo, ed è al primo posto con tutti i principali attori che rispondono alla pandemia. Il suo consiglio e il consiglio di un saggio non vengono ignorati perché è un estraneo.

Jeremy Farrar in Vietnam quando era Direttore dell'Unità di Ricerca Clinica presso l'Università di Oxford nel 2006

Jeremy Farrar in Vietnam quando era direttore dell’Unità di ricerca clinica dell’Università di Oxford nel 2006 © Chau Doan / LightRocket via Getty Images

Il motivo numero uno per l’incapacità del governo di agire all’inizio della pandemia a partire da gennaio 2020 è stata la mancanza di comprensione dell’urgenza. Con la crescita esponenziale dei contagi, i giorni e le ore contavano. Già il 23 gennaio, Carter Mischer, un impressionante epidemiologo americano, ha dichiarato: “Non saremo in grado di superarlo” e ha chiesto un contenimento mirato e multistrato.

Se, all’estremo, ciò significava il blocco, Farrar, insieme alla maggior parte delle persone vicine al processo decisionale, pensava che potesse essere accettabile in Cina, ma non in Europa. Poi l’ha fatto l’Italia. Entro il 10 marzo, Sage ha concluso che il Regno Unito avrebbe dovuto seguire l’Italia e bloccarla. In un primo momento, il governo ha rifiutato.

La seconda ragione era l’istinto libertario del primo ministro. L’11 marzo ha affermato che una strategia “può essere adottata”. [the virus] Sul mento, prendilo tutto in una volta. . . “, anche se in seguito ha continuato dicendo che c’era ancora molto da fare. Farrar critica l’idea di prenderlo sul mento o di sviluppare una sorta di immunità di gregge. Un semplice modello dell’Imperial College ha suggerito forse 510.000 morti. Immunità di gregge naturale come una strategia scientificamente insostenibile ed eticamente.

Va notato che il 10 marzo 2020, quando Sage ha raccomandato un arresto urgente, si sono verificati 113.702 casi globali noti di Covid-19. Il 19 luglio 2021, il giorno in cui il Primo Ministro ha chiamato “Freedom Day” e ha revocato tutte le restanti restrizioni, nella sola Inghilterra si sono verificati circa 45.000 nuovi casi giornalieri. Sì, certo, la maggior parte degli adulti ha avuto almeno un vaccino, ma aumentano i ricoveri, così come i decessi, e ci saranno più casi di “Covid lungo”. L’immunità di gregge sembra tornare come una tattica.

La terza ragione per non agire sulla chiusura è stata la preoccupazione per l’economia. Tutti condividono questa preoccupazione. Ma l’idea di un compromesso tra salute pubblica ed economia contraddiceva semplicemente l’evidenza. I dati parlano chiaro. I paesi che hanno controllato meglio l’epidemia hanno avuto un impatto economico minore.

C’è stata anche polemica scientifica. Farrar rifiuta la Grande Dichiarazione di Barrington, scritta da tre studiosi di prestigiose università e che sosteneva una forma di immunità di gregge, come una “presentazione ideologica come scienza e scienza è ancora una sciocchezza”.

salita Si tratta di un caso di studio attentamente monitorato e profondamente analizzato sull’intersezione tra scienza e politica. Attenzione ai politici che affermano di seguire la scienza. Ci sono lezioni da imparare su come affrontare la prossima pandemia quando arriverà. Farrar li mette fuori. Il mondo ha bisogno di prendere atto.

salitaIl virus contro le persone: la storia interna Scritto da Jeremy Farrar con Anjana Ahuja, Profilo £ 14,99, 272 pagine

Michael Marmott è direttore dell’Health Equity Institute presso l’University College di Londra

Unisciti al gruppo di libri online su Facebook all’indirizzo FT Books Café