Maggio 21, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sony acquisterà Bungie, creatore di Halo, per 5,1 miliardi di dollari

Sony acquisterà Bungie, creatore di Halo, per 5,1 miliardi di dollari

Nel 2020 Phil Spencer, CEO di Microsoft Gaming dissero i suoi veri rivali Nello spazio di gioco non c’erano Nintendo o Sony ma altri giganti della tecnologia, e il suo significato è diventato più evidente quando Google, Amazon e Apple hanno continuato a investire in infrastrutture cloud, streaming software, realtà aumentata e metaverso.

In questo modo la Sony, una società di elettronica giapponese del valore di poche centinaia di miliardi di dollari, potrebbe trovarsi sminuita nello spazio dei giochi da società multimiliardarie. Ma attualmente è il leader nelle vendite di console e il primo creatore di videogiochi cinematografici ad alto budget, una posizione che intende chiaramente mantenere assicurando che i giganti della tecnologia non possano raccogliere talenti come Bungie che potrebbero finire per creare la prossima grande cosa nel gioco online.

In un colloquio con Gamesindustry.biz, Ryan di Sony ha affermato che PlayStation aveva “molte altre mosse da fare”, quando si trattava di acquisire talenti.

E per Bungie, questa mossa gli conferisce il primato di essere il primo studio di giochi di proprietà di Microsoft e Sony. Lo studio trentenne ha avuto successo come team indipendente che realizzava giochi per Macintosh negli anni ’90, al punto che Ciao È stato presentato al pubblico da Steve Jobs al Macworld nel 1999. Ma Microsoft ha acquistato lo studio e Ciao, nel 2000 per supportare il lancio della sua nuova console Xbox.

Dopo sette anni in Microsoft, Bungie ha annunciato che sarebbe diventata di nuovo una società indipendente e ha pubblicato il suo ultimo Halo nel 2010, anche se Microsoft avrebbe mantenuto i diritti sul franchise. Avrebbe quindi firmato un contratto di pubblicazione esclusivo di 10 anni con Activision Blizzard, per quello che alla fine sarebbe stato rivelato come Destino. Tuttavia ha risolto l’accordo dopo otto anni, sostenendo che Activision aveva un controllo proibitivo.

READ  Puoi avere oltre 60 giochi indie e aiutare l'ambiente al costo del caffè di Melbourne

Caricamento in corso

In un post sul blog Nel descrivere in dettaglio il suo accordo con Sony, il CEO di Bungie Pete Parsons ha affermato di aver finalmente trovato un partner che sosterrà la sua indipendenza creativa.

“Il cambiamento più immediato che vedrai è un’accelerazione nell’assunzione di talenti in tutto lo studio per supportare la nostra visione ambiziosa”, ha affermato.

“I nostri giochi continueranno a essere ovunque si trovi la nostra community, ovunque scelgano di giocare.”

Ricevi notizie e recensioni su tecnologia, gadget e giochi nella nostra newsletter Tecnologia ogni venerdì. Iscriviti qui.