Agosto 9, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Più di 1.000 migranti arrivano in Italia in poche ore

Pubblicato su:

Centinaia di persone soccorse dalle navi umanitarie hanno aspettato che i porti le ricevessero, mentre più di mille migranti sono arrivati ​​in Italia in poche ore, hanno riferito domenica le ONG e i funzionari.

La visita non è insolita durante i mesi estivi mentre l’Italia si prepara alle elezioni anticipate dopo le dimissioni del Primo Ministro italiano Mario Draghi giovedì.

Più di 600 persone che hanno tentato di attraversare il Mediterraneo su un peschereccio galleggiante sono state soccorse sabato da una nave mercantile e dalla guardia costiera al largo della Calabria, all’estremità meridionale dell’Italia.

Sbarcarono in diversi porti della Sicilia.

Le autorità hanno anche recuperato i corpi di cinque migranti morti in circostanze ancora da determinare.

Sull’isola di Lampedusa, circa 522 persone provenienti da Afghanistan, Pakistan, Sudan, Etiopia e Somalia sono arrivate sabato in ritardo su 15 diverse imbarcazioni provenienti da Tunisia e Libia.

I media italiani riferiscono che il centro di accoglienza dell’isola è pieno.

Con una popolazione di 250-300 persone, attualmente ospita 1.200 persone, riferisce l’agenzia di stampa Ansa.

Secondo La Cecilia Quotidianamente, gli ultimi arrivi a Lampedusa provenivano da decine, anche centinaia di navi da crociera e piccoli gommoni che trasportavano persone.

Quattro tunisini, tra cui una donna, si sono arenati durante la notte sulla spiaggia di Cala Pisana dopo aver attraversato lo stretto che separa la Tunisia dall’isola italiana, riporta il quotidiano.

Allo stesso tempo, ha affermato che la guardia costiera ha intercettato una nave di 13 metri che ha lasciato la città libica nordoccidentale di Zawiya con 123 persone provenienti da Pakistan, Bangladesh, Egitto e Sudan.

READ  Clearview AI multata in Italia, inizia la scansione dei soldati russi uccisi in Ucraina

Un percorso molto pericoloso

Le ONG marittime continuano a soccorrere centinaia di migranti in difficoltà nel Mediterraneo.

Seawatch ha riportato quattro salvataggi sabato.

“A bordo di SeaWatch3 ci sono 428 persone, tra cui donne e bambini, una donna incinta di nove mesi e un paziente con gravi ustioni”, si legge sul suo account Twitter.

OceanViking, gestita dall’organizzazione non governativa SOS Mediterranean, ha annunciato di aver soccorso 87 persone, tra cui 57 minori non accompagnati, che erano rimaste intrappolate in un “gommone sovraffollato che era in pericolo nelle acque internazionali al largo della Libia”.

La rotta migratoria del Mediterraneo centrale è una delle più pericolose al mondo.

Tra il 1 gennaio e il 22 luglio, 34.000 persone sono arrivate in Italia via mare, rispetto alle 25.500 del 2021 e alle 10.900 del 2020, secondo il ministero dell’Interno italiano.

Il Organizzazione Internazionale per le Migrazioni 990 persone sono morte e sono scomparse dall’inizio di quest’anno.

(Con AFP)