Giugno 30, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Nel suo primo film subcontinentale, il film pakistano Joyland ha vinto il premio della giuria Can Sidebar

Nel suo primo film subcontinentale, il film pakistano Joyland ha vinto il premio della giuria Can Sidebar

Il Joyland Award è un traguardo di livello mondiale per l’industria cinematografica pachistana relativamente giovane

premio Gioia Rappresenta una penetrazione globale incalcolabile per l’industria cinematografica pakistana relativamente giovane

Film pakistano GioiaFriday, scritto e diretto dall’esordiente Saim Sadiq, ha vinto il Premio della Giuria nella sezione Un Certain Regard al 75° Festival di Cannes, diventando il primo film del subcontinente indiano a vincere il premio.

GioiaDramma ambientato nella famiglia Lahore in preda a un radicato patriarcato, il film francese ha ricevuto il più alto riconoscimento del dipartimento, Un Certain Regard. Le Pere (I peggiori), diretto dal duo di registi parigini Lisa Akoca e Romain Guerrett.

Le Pere È il secondo film diretto da donne in due anni a vincere il prestigioso premio. L’anno scorso, Kira Kivalenko ha vinto Un Certain Regard sciogliere il pugno.

premio Gioia Rappresenta una penetrazione globale di proporzioni incalcolabili nell’industria cinematografica pachistana relativamente giovane.

Coincidenza, Gioia Ha anche vinto venerdì il Prix Queer Palm assegnato dalla giuria presieduta dalla regista Catherine Corsini. Uno dei personaggi centrali del film è una donna transgender, interpretata da una vera donna transgender, Alina Khan.

Il premio Un Certain Regard per il miglior regista è andato al regista rumeno Alexander Belek per il suo film metronomoMentre il regista israelo-palestinese Maha Al-Hajj ha vinto il premio per la migliore sceneggiatura Febbre mediterranea.

L’attrice lussemburghese Vicky Krebs, per la sua interpretazione nei cinema austriaci come Marie Kreutzer corpettoE ha condiviso il premio per la migliore recitazione con l’attore francese Adam Bessa nei panni di Nathan Lotfi il movimento.

La giuria di Un Certain Regard era presieduta dalla produttrice, regista e attrice italiana Valeria Golino.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: le vendite al dettaglio negli Stati Uniti diminuiscono per la prima volta in 5 mesi a causa del calo degli acquisti di auto