Maggio 21, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Unione Europea approva gli aiuti italiani da 1,1 miliardi di euro per la transizione economica a zero

L’Unione Europea approva gli aiuti italiani da 1,1 miliardi di euro per la transizione economica a zero

La Commissione Europea ha approvato un piano italiano del valore di 1,1 miliardi di euro per sostenere gli investimenti nella produzione di attrezzature necessarie a favorire la transizione verso un’economia a zero emissioni, in linea con… Piano industriale Green Deal. Il regime è stato approvato nel quadro degli aiuti di Stato Quadro provvisorio di crisi e transizioneadottato dal comitato 9 marzo 2023 E modificalo 20 novembre 2023per sostenere misure in settori fondamentali per accelerare la transizione verde e ridurre la dipendenza dai combustibili.

Gestione italiana

L’Italia ha notificato alla Commissione, nell’ambito del quadro provvisorio di crisi e transizione, un piano da 1,1 miliardi di euro per sostenere gli investimenti nella produzione di attrezzature, componenti chiave e materie prime vitali necessarie per promuovere la transizione verso un’economia a zero emissioni nette.

Nell’ambito di questa misura, che sarà in parte finanziata attraverso il Recovery and Resilience Facility (“RRF”), gli aiuti assumeranno la forma di sovvenzioni dirette. L'importo massimo dell'assistenza per beneficiario sarà pari a 150 milioni di EUR, che potrà essere aumentato a 200 milioni di EUR per i beneficiari situati in zone ammissibili all'assistenza ai sensi dell'articolo 107, paragrafo 3, lettera c), TFUE (le cosiddette zone “C”) e EUR 350 milioni per i beneficiari ubicati in zone ammissibili all'intervento ai sensi dell'articolo 107, paragrafo 3, lettera a), TFUE (cd zone “A”).

Questa procedura sarà aperta alle aziende che producono apparecchiature pertinenti, vale a dire batterie, pannelli solari, turbine eoliche, pompe di calore, elettrolizzatori, apparecchiature per la cattura, l’utilizzo e lo stoccaggio del carbonio, nonché componenti chiave progettati e utilizzati principalmente come input diretti alla produzione di energia. Questa attrezzatura o le relative materie prime necessarie per la sua produzione.

READ  I punti salienti dell'economia creativa nel forum online del Times

La Commissione ha ritenuto che il regime italiano sia coerente con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo di crisi e transizione. In particolare, gli aiuti (1) stimoleranno la produzione di attrezzature utili alla transizione verso un’economia a zero emissioni nette; e (2) verrà assegnato entro il 31 dicembre 2025.

La Commissione ha concluso che il regime italiano è necessario, appropriato e proporzionato per accelerare la transizione verde e facilitare lo sviluppo di alcune attività economiche importanti per l’attuazione del progetto. Piano industriale Green Dealin linea con l'articolo 107, paragrafo 3, lettera c), del TFUE e con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo di crisi e transizione.

Su questa base, la Commissione ha accettato di erogare gli aiuti secondo le norme UE sugli aiuti di Stato.

sfondo

SU 9 marzo 2023La commissione ha adottato una nuova Quadro provvisorio di crisi e transizione Rafforzare le misure di sostegno nei settori essenziali per la transizione verso un’economia a zero emissioni nette, in linea con Piano industriale Green Deal. Regola e allunga parzialmente il telaio Quadro di crisi temporaneoè dipeso da 23 marzo 2022Consentire agli Stati membri di utilizzare la flessibilità prevista dalle norme sugli aiuti di Stato per sostenere l’economia nel contesto della guerra della Russia contro l’Ucraina.

È stato stabilito il quadro temporaneo per le crisi e le transizioni Una media SU 20 novembre 2023 Prorogare per sei mesi un numero limitato di sezioni volte a fornire una risposta alla crisi seguita all'aggressione russa contro l'Ucraina e all'aumento senza precedenti dei prezzi dell'energia.

Il quadro provvisorio di crisi e transizione, come modificato, prevede i seguenti tipi di assistenza che possono essere forniti dagli Stati membri:

  • Aiuti di importo limitato (sezione 2.1), sotto qualsiasi forma e concessi fino al 30 giugno 2024, alle imprese colpite dalla crisi in corso o da successive sanzioni e controsanzioni fino a 280.000 euro e 335.000 euro nei settori dell'agricoltura, della pesca e dell'acquacoltura rispettivamente. fino a 2,25 milioni di euro in tutti gli altri settori;
  • Sostegno alla liquidità sotto forma di garanzie statali e prestiti agevolati (sezioni 2.2 e 2.3). In casi eccezionali e nel rispetto di rigorose salvaguardie, gli Stati membri possono fornire ai servizi energetici per le loro attività di negoziazione garanzie generali superiori al 90%, fornite come garanzie finanziarie non finanziate alle controparti centrali o ai partecipanti diretti. Queste sezioni si applicano solo fino al 31 dicembre 2023 e non sono state modificate;