Agosto 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Ucraina ha firmato un prestito di 200 milioni di euro con l’Italia per pagare gli stipendi degli insegnanti

Durante la guerra Russia-Ucraina in corso, Kiev ha recentemente firmato un accordo di prestito con il governo italiano, firmato da Serhiy Marchenko, ministro delle finanze per l’Ucraina. L’Italia offre un prestito discrezionale di 200 milioni di euro senza interessi all’Ucraina per pagare gli insegnanti degli istituti di istruzione secondaria pubblica. Secondo il ministero delle Finanze, il prestito di 15 anni sarà utilizzato per pagare gli stipendi degli insegnanti ucraini dal bilancio statale e sarà senza interessi per i primi sette anni e mezzo.

Il servizio di notizie del ministero delle finanze ucraino si è rivolto a Facebook per citare Marchenko dicendo: “Il governo italiano è stato uno dei primi paesi a sostenere l’Ucraina dopo l’inizio dell’invasione su vasta scala”. Il ministro delle Finanze ha aggiunto: “Sono lieto di firmare un nuovo accordo di prestito che aiuterà il governo ucraino a mantenere la stabilità finanziaria e continuerà a garantire la spesa sociale prioritaria”.

In precedenza, a luglio, l’alleanza di centrodestra in Italia aveva annunciato che Roma avrebbe continuato a fornire armi a Kiev se avesse vinto le elezioni parlamentari anticipate, che si sarebbero tenute il 25 settembre. Giorgia Meloni, capo del gruppo di opposizione di destra “Fratelli d’Italia”, avrebbe detto durante un’intervista. Roy 1 TVSecondo Notizie KAT. I suoi commenti sono seguiti alle dimissioni del presidente del Consiglio Mario Draghi giovedì 21 luglio.

Inoltre, secondo i media, Meloni ha insistito sul fatto che il conflitto in Ucraina era solo la “punta dell’iceberg” in un conflitto più ampio volto a capovolgere l’ordine globale.

L’Italia ha presentato un piano di pace in quattro punti per porre fine alla guerra in Ucraina

Inoltre, all’inizio di maggio, l’Italia ha presentato una proposta di pace in quattro punti al Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres per porre fine al conflitto in corso in Ucraina. Secondo il primo punto, il piano di pace prevede un cessate il fuoco e la smilitarizzazione delle prime linee. Il secondo punto da tenere in considerazione è che l’Ucraina sarà un paese neutrale. Nella terza fase è in discussione un accordo bilaterale tra Russia e Ucraina per determinare il futuro della Crimea e della regione del Donbas. Una quarta proposta prevede un accordo di pace multilaterale tra l’Unione Europea (UE) e la Russia, che richiederebbe sia il ritiro graduale delle truppe russe dall’Ucraina sia la revoca delle sanzioni occidentali alla Russia.

READ  In Italia è stato incendiato il deposito di vaccini contro il Covit-19?

Nel frattempo, a giugno, il presidente italiano Mario Draghi ha spinto per sanzioni più elevate contro la Federazione Russa per fare pressione sul presidente russo Vladimir Putin affinché apra i porti ucraini, consenta al grano di fluire in sicurezza e raggiunga un accordo di pace in Ucraina. Al termine della riunione del G7, Draghi ha dichiarato a Elmau: “Questo G7 è stato davvero un successo, i nostri paesi hanno riaffermato la loro piena ed eccellente integrazione, in particolare la grande unità di opinione sulla guerra in Ucraina e le sue conseguenze”, secondo i media .

(Immagine: AP)