Giugno 25, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’insegnante è stato licenziato dopo aver saltato il lavoro per 20 anni

L’insegnante è stato licenziato dopo aver saltato il lavoro per 20 anni

Quando il quotidiano italiano Repubblica ha chiesto a Cinzia Paolina De Lio di ampliare la sua difesa, l’insegnante di storia e filosofia ha detto che era sulla spiaggia.
Yellow Dog Productions / Getty Images

  • La BBC riporta che un’insegnante italiana è stata licenziata dopo una battaglia legale per la sua prolungata assenza.
  • Cinzia Paolina De Lio non è venuta a lavorare per 20 dei 24 anni in cui è stata insegnante.
  • L’insegnante ha detto che avrebbe presentato ricorso contro una sentenza del tribunale che affermava di aver mostrato “totale incompetenza”.

Può avere un insegnante in Italia presoCessazione silenziosa del fumoin una nuova misura Dopo aver mancato di presentarsi al lavoro per due decenni.

L’insegnante ha evitato di andare a lavorare per 20 dei 24 anni in cui ha lavorato e, secondo quanto riferito, è stata ufficialmente licenziata a seguito di una decisione del tribunale della scorsa settimana.

La scuola di Cinzia Paolina De Lio l’ha lasciata andare nel 2017 dopo diverse lamentele sul suo stile di insegnamento, ma l’ha reintegrata nel 2018 dopo una sentenza di un giudice veneziano.

La Corte Suprema di Cassazione italiana ha annullato la decisione all’inizio di questa settimana e ha descritto la sua prolungata assenza da scuola – in una città di mare vicino a Venezia – come “incapacità permanente e totale”, IL Lo ha riferito la BBC.

La Di Leo non era contenta del verdetto e ha detto che avrebbe ricostruito la verità con documenti che provassero la sua versione dei fatti. Tuttavia, non ha potuto approfondire la sua difesa, dicendo al quotidiano italiano Repubblica, secondo la BBC: “Scusa, ma ora sono in spiaggia”.

READ  Ecco come i datori di lavoro possono migliorare il lavoro dopo il COVID

“Ricreerò completamente la verità dei fatti di questa storia unica e surreale”, ha detto Di Leo.

Ha aggiunto: “Non rispondo alle domande sparse dei giornalisti, che non rendono giustizia alla verità della mia storia”.

La British Broadcasting Corporation (BBC) ha riferito che era completamente assente nei primi dieci anni del suo mandato. Altrimenti, l’insegnante di storia e filosofia usava giorni di malattia, ferie, permessi per partecipare a conferenze ed evitare lezioni, The Times menzionato.

La corte ha sentito che durante i rari periodi in cui insegnava, era distratta dal suo telefono, prendeva in prestito libri di testo dagli studenti – che sembravano aver ricevuto voti casuali – e le sue lezioni sembravano generalmente improvvisate e “disorientate”, ha riferito il Times.

Il ministero dell’Istruzione del paese ha successivamente affermato che “si sforzerà sempre di più per garantire che l’attività didattica sia svolta con sufficiente professionalità”, secondo la BBC.