Ottobre 17, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’infermiera tedesca anti-vaccinazione nega di iniettare fino a 8.600 pazienti con soluzione salina, non vaccino contro il Covid

Un’infermiera tedesca anti-vaccinazione nega di aver iniettato soluzione salina, non il vaccino contro il Covid, in un massimo di 8.600 pazienti, sostenendo di aver diluito il vaccino in un “incidente una tantum per salvare il suo lavoro”

  • Un’infermiera della Croce Rossa avrebbe iniettato a pazienti anziani una soluzione salina in primavera
  • Il suo avvocato ha affermato che si è trattato di un “incidente una tantum” dopo aver rotto una fiala di vaccino
  • La polizia è stata accusata di aver iniettato soluzione salina sei volte, ma i testimoni hanno detto che era più spesso
  • L’infermiera 40enne aveva mandato in onda opinioni scettiche sui vaccini sui social


Un’infermiera tedesca anti-vaccinazione, che avrebbe iniettato fino a 8.600 persone con soluzione salina invece del vaccino Covid-19, ha affermato di aver diluito il vaccino solo una volta per salvare il suo lavoro.

Un avvocato di un’infermiera della Croce Rossa, 40 anni, ha detto di aver attutito il colpo con la soluzione salina in un “incidente unico” dopo essere stata presa dal panico perché avrebbe perso il lavoro per rompere la fiala del vaccino.

La polizia ha affermato di aver iniettato ai pazienti la soluzione salina in sei occasioni, ma gli investigatori ritengono che l’inganno fosse più diffuso.

L’infermiera senza nome è stata licenziata e migliaia di persone che hanno ricevuto la loro prima dose di vaccino presso il centro di vaccinazione in Frisia a marzo e aprile, e potrebbero essere state colpite, hanno sollecitato un altro colpo.

Un avvocato dell'infermiera della Croce Rossa, 40 anni, ha detto di aver attutito il colpo con la soluzione salina in un

Un avvocato dell’infermiera della Croce Rossa, 40 anni, ha detto di aver attutito il colpo con la soluzione salina in un “incidente una tantum” al centro di vaccinazione della Frisia (nella foto) dopo essere stata presa dal panico che avrebbe perso il lavoro per rompere la fiala del vaccino

L’avvocato dell’infermiera, Christoph Klatt, ha detto che l’infermiera ha sostituito la fiala rotta con soluzione salina dopo essere andata nel panico perché avrebbe perso il lavoro a causa dell’errore.

Un portavoce del pubblico ministero di Oldenburg ha confermato che l’infermiera ha fornito le stesse informazioni durante l’interrogatorio, dicendo agli investigatori di aver diviso il residuo di vaccino da due fiale in sei siringhe.

Klatt ha anche affermato che i pugni dati ai pazienti ammontavano a dosi diluite del vaccino, ma ha sottolineato che il suo cliente lo ha fatto solo una volta.

Ma i testimoni oculari del centro di vaccinazione hanno detto alla polizia di ritenere che avesse ripetutamente iniettato ai pazienti la soluzione salina.

La polizia ha affermato che il sospetto senza nome aveva pubblicato opinioni scettiche sui vaccini nei post sui social media, ma Kalat ha affermato che il suo cliente è stato completamente pugnalato.

“Sono rimasto assolutamente scioccato da questo episodio”, ha detto su Facebook il membro del consiglio locale Sven Ambrosi, dove le autorità locali hanno rilasciato la chiamata a circa 8.600 residenti che potrebbero essere stati colpiti.

READ  Le scuole si preparano alla didattica a distanza, eventi live per il terzo semestre in sicurezza del coronavirus

Sebbene la soluzione salina sia innocua, la maggior parte delle persone vaccinate in Germania a marzo e aprile – quando si è verificato il sospetto passaggio – sono persone anziane a rischio di contrarre una malattia virale fatale.

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha affermato che il Paese smetterà di pagare i test Covid-19 per i residenti non vaccinati entro ottobre nel tentativo di incoraggiare più persone a vaccinarsi (foto d'archivio)

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha affermato che il Paese smetterà di pagare i test Covid-19 per i residenti non vaccinati entro ottobre nel tentativo di incoraggiare più persone a vaccinarsi (foto d’archivio)

Almeno 3.600 persone potenzialmente colpite hanno preso nuovi appuntamenti entro venerdì e quasi altre 2.000 hanno contattato la hotline informativa.

“I cittadini si stanno comportando in modo molto saggio”, ha detto mercoledì una portavoce del ministero della salute statale.

Ha aggiunto che non c’erano prove che le persone a cui era stata iniettata una soluzione salina in seguito si fossero ammalate gravemente del virus COVID-19.

L’investigatore della polizia Peter Beer, parlando in precedenza a una conferenza stampa coperta dai media tedeschi, ha affermato che sulla base delle dichiarazioni dei testimoni c’era un “ragionevole sospetto di pericolo”.

Non è stato immediatamente chiaro se il sospettato sia stato arrestato o incriminato nel caso, che, secondo il canale NDR, è stato consegnato a un’unità speciale che indaga sui crimini a sfondo politico.

La polizia locale ha rifiutato di commentare al di fuori del normale orario di lavoro.

Arriva quando il cancelliere tedesco Angela Merkel ha affermato che lo stato smetterà di pagare i test Covid-19 per i residenti non vaccinati entro ottobre nel tentativo di incoraggiare più persone a vaccinarsi.

La Merkel ha affermato che i test gratuiti termineranno l’11 ottobre perché tutti i cittadini ora possono ottenere il vaccino.

READ  Morirono marito e moglie anti-estremisti in Texas, lasciando quattro figli

Circa il 55 percento dei tedeschi è stato completamente vaccinato, ma il ritmo della vaccinazione è rallentato e la Merkel ha affermato di voler vedere almeno il 75 percento della popolazione pugnalata.

La Germania ha reso i test gratuiti per tutti a marzo per aiutare un graduale ritorno alla vita normale dopo mesi di blocco.

Da ottobre, i residenti non vaccinati dovranno pagare per i propri test, ma saranno esentati adolescenti, bambini e persone che non possono ottenere il vaccino per motivi medici.

Il governo richiederà anche alle persone di essere vaccinate, risultare negative o avere un certificato di guarigione per entrare nei ristoranti al coperto, partecipare a cerimonie religiose e fare esercizio fisico al chiuso.

annuncio pubblicitario