Settembre 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’amministratore delegato di Eni afferma che l’Italia può passare il prossimo inverno senza il gas russo

Il capo dell’Eni, la più grande compagnia petrolifera e del gas italiana, ha affermato di ritenere che il suo Paese sarà in grado di superare l’imminente inverno senza grossi problemi nonostante la decisione della Russia di tagliare le forniture di gas, secondo quanto riportato dai media italiani.

Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni, ha affermato che sulla base dell’aumento delle importazioni di gas dall’Algeria, dell’esaurimento delle riserve di gas naturale e delle misure di conservazione dell’energia, l’Italia dovrebbe essere in grado di superare l’inverno senza gas russo fintanto che non ci saranno periodi prolungati di tempo insolitamente freddo, il solito. Officer (CEO), giovedì all’evento Milano-Parigi Capitali.

L’agenzia di stampa Xinhua ha riferito che prima dell’inizio del conflitto in Ucraina, l’Italia era il secondo importatore di gas russo nell’Unione Europea dopo solo la Germania.

“Se l’inverno è in media mite, saremo in grado di raggiungerlo”, ha aggiunto.

“Dobbiamo essere molto concentrati. Questo inverno sarà il più difficile. Dobbiamo diversificare le nostre fonti energetiche e ovviamente è necessario continuare sulla strada delle rinnovabili”.

Descalzi ha anche spiegato la strategia di Eni per ridurre la dipendenza della compagnia dal gas russo. Eni, multinazionale, opera anche in Paesi non soggetti alla decisione russa di tagliare le forniture di gas all’Unione Europea.

“Tra quest’anno e il prossimo, il nostro piano è di tagliare poco più del 50% della quantità di gas che importiamo dalla Russia”, ha affermato il CEO.

“Entro il 2023 e il 2024, raggiungeremo una riduzione dell’80% e saremo liberi al 100% dal gas russo entro il 2024-2025”.

READ  Yellen avverte il Congresso che il tetto del debito deve essere aumentato entro il 18 ottobre

– gen

int / kHz /

(Il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati solo dal team di Business Standard; il resto del contenuto viene generato automaticamente da un feed condiviso.)

Caro lettore,

Business Standard si è sempre impegnata a fornire le informazioni e i commenti più recenti sugli sviluppi importanti per te e che hanno implicazioni politiche ed economiche più ampie per il paese e il mondo. Il tuo continuo incoraggiamento e feedback su come possiamo migliorare le nostre offerte ha reso la nostra determinazione e il nostro impegno per questi ideali ancora più forti. Anche durante questi tempi difficili causati da Covid-19, continuiamo il nostro impegno per tenervi aggiornati con notizie affidabili, opinioni autorevoli e commenti perspicaci su questioni di attualità rilevanti.
Tuttavia, abbiamo una richiesta.

Mentre combattiamo l’impatto economico della pandemia, abbiamo ancora più bisogno del tuo supporto, in modo da poter continuare a offrirti contenuti di qualità più elevati. Il nostro modulo di iscrizione ha ricevuto una risposta incoraggiante da molti di voi, che si sono iscritti ai nostri contenuti online. Un’ulteriore iscrizione ai nostri contenuti online può solo aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi di fornirti contenuti migliori e più pertinenti. Crediamo in un giornalismo libero, giusto e credibile. Il tuo supporto con più abbonamenti può aiutarci a praticare il giornalismo in cui ci impegniamo.

Supporta la stampa di qualità e Iscriviti a Business Standard.

editore digitale