Giugno 30, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’agente in California ha “fatto qualcosa di giusto” per oltre 100 anni

È una storia di 120 anni e tre generazioni in divenire. Una storia americana piena di prove, tribolazioni, lotte e successi.

La storia inizia con due fratelli dall’Italia e continua un lungo viaggio in barca Per conto della Fiate si conclude con la premiata concessionaria Volkswagen a Los Angeles.

La storia della famiglia Pozzani e della loro concessionaria di automobili include una rapina al treno, la Grande Depressione, le corse automobilistiche, la costruzione della Pasadena Expressway e, soprattutto, l’Australia.

Greg Pozzani, Partner, Amministratore Delegato di Covina Volkswagen (ex Bozzani Volkswagen) e nipote di uno dei fondatori dell’originale Bozzani Motor Car Company, ha recentemente condiviso la storia della sua famiglia con le sue stesse parole come parte del suo NADA Century Appreciation.

All’inizio

All’inizio del 1900, i fratelli Bozzani Joe e Amerigo furono incaricati dall’azienda italiana Fiat di esplorare potenziali siti nell’area di New York per una fabbrica per la costruzione di automobili Fiat.

“Durante il lungo viaggio in barca dall’Italia, i dirigenti della Fiat decisero di abbandonare i progetti per uno stabilimento produttivo negli Stati Uniti. Arrivati ​​a New York, i fratelli scoprirono un telegramma in attesa che diceva loro di cambiare la situazione. [Ed. Note: Fiat did eventually build a facility in Poughkeepsie, N.Y., in 1910.)

“Although disappointed with the news, the elder brother, Amerigo—oddly enough—thought that Australia was the true land of opportunity. He convinced his brother, Joe, to take the train to Los Angeles so that they could secure passage to Australia.

“The train ride proved long and treacherous, so much so that the train was held up, Jesse James-style, and they were robbed of all their money and belongings. They disembarked in L.A. not knowing a soul and headed to the Italian neighborhood section of Los Angeles to lay roots.

READ  AlmavivA, proposta di orario di Aruba per il cloud hub italiano

“The year was around 1908, and they called for their younger brother, Carlo, to join them. The trio opened a workshop that would repair any type of motor vehicle. At the beginning, they were mostly involved in motorcycles. By 1911, they had secured a dealership for the Dodge, Chrysler and Plymouth franchise and located it in a building at Sunset Boulevard and North Broadway in downtown Los Angeles.

“Although they started in the bustling center of Los Angeles, slowly the three brothers expanded with other locations and franchises. In addition to the Dodge make, they sold cars that are seldom heard of today—Willys Knight, Overland, Isotta Fraschini, just to name a few.”

Part of the Fabric of the Community

“Before the market crash resulting in the Great Depression, they had built their reach to seven dealerships in and around the Los Angeles area. [During the Great Depression] I fratelli furono costretti a chiudere tutto tranne la sede principale a Sunset e Broadway. Lì hanno svolto un’impressionante carriera nella vendita e nella manutenzione non solo di automobili, ma anche della comunità circostante.

“Sono stati coinvolti in molti sport motoristici e attività legate agli sport motoristici, che includevano auto da corsa su corsi di economia del gas e biciclette e motocicli da corsa nell’allora famoso e unico corso per biciclette in legno sulla costa occidentale (Autodromo di Los Angeles a Playa del Rey).

Amerigo è stato anche uno dei primi California Highway Commissioners ed è stato determinante nel portare una delle prime autostrade nell’area della California meridionale. La Pasadena Highway è stata creata sotto la sua sorveglianza per collegare Pasadena al centro degli affari e del commercio del centro di Los Angeles”.

READ  Il boom degli OTT in Italia supera la pay-TV in declino - Digital TV Europe

Le prossime generazioni

“I fratelli si ritirarono alla fine degli anni ’50 e il sito fu venduto e infine distrutto per un parcheggio, poiché il centro si spostò a sud. Prima del pensionamento, hanno formato il figlio di Joe, Bob, presso l’agenzia, ed è qui che ha acquisito la sua esperienza e leadership nel commercio di auto al dettaglio.

“Bob, essendo di seconda generazione e con un’educazione più piccola e moderna, decise di espandersi con il suo franchising all’inizio degli anni ’60. Si innamorò del marchio Volkswagen e con l’aiuto di un investitore angelo ottenne la sua prima concessionaria nel 1962. Da lì aggiunse Porsche, Audi e BMW e conseguì una carriera di successo nel commercio al dettaglio automobilistico, che si concluse nel 1992 con il suo ritiro.

Il figlio di Bob, Greg, è entrato in affari con lui dopo essersi diplomato al college nel 1984. La tradizione Bozzani ha attraversato tre generazioni e Greg ha lavorato al fianco di suo padre mentre frequentava la NADA Nominee Agents Academy, imparando tutti gli aspetti dei dipartimenti di vendita.

“Dopo il ritiro e la vendita dell’azienda da parte di Bob, Greg ha lavorato per altre agenzie di vendita al dettaglio, ma alla fine si è assicurato il suo posto in una lunga serie di concessionari con – tra tutte le cose – una concessionaria Volkswagen. Aveva anche alcuni investitori angelici che hanno aiutato Greg a consolidare la sua posizione in la Covina con le franchigie Volkswagen e Volvo.

“Greg ha mantenuto la sede Volkswagen a Covina per più di 25 anni e ha avuto la fortuna di celebrare il 100° anniversario dell’azienda nel 2011. Durante questo periodo, Greg e suo padre, che è ancora con noi oggi, hanno creato lo slogan di marketing, ” Siamo in attività da più di 100 anni. Dobbiamo fare qualcosa di giusto”.

READ  Marsalas Italian Grill Casual Conro offre cene e musica dal vivo al sassofono

Per altre storie come questa, aggiungi www.NADAheadlines.org ai preferiti nel tuo browser preferito e iscriviti alla nostra newsletter qui:

Sottoscrizione