Luglio 3, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Russia minaccia di dirottare il telescopio spaziale tedesco

Una vista del telescopio a raggi X eROSITA prima del confezionamento finale nel suo telaio in fibra di carbonio.

Una vista del telescopio a raggi X eROSITA prima del confezionamento finale nel suo telaio in fibra di carbonio.
immagine: MPE

L’Agenzia spaziale russa ha annunciato l’intenzione di sequestrare unilateralmente un telescopio tedesco montato su un’astronave di fabbricazione russa. È orribile e irresponsabile L’idea, anche scienziati russi Lo ammetteremo.

Lo sviluppatore tedesco del telescopio eROSITA, il Max Planck Institute, ha alimentato lo strumento modalità risparmio Lo scorso febbraio, per protestare contro l’invasione non provocata e in corso dell’Ucraina da parte della Russia. Il telescopio a raggi X è lo strumento principale a bordo della missione congiunta russo-tedesca Spektr-RG, che Roscosmos ha lanciato nello spazio nel luglio 2019. Anche il telescopio a raggi X russo ART-XC è collegato alla navicella, lavorando in tandem con eROSITA .

Tuttavia, ora sembra che la Russia riavvierà eROSITA senza l’esplicita approvazione del Max Planck Institute, come tale menzionato In Deutsche Welle. Il capo di Roscosmos, Dmitry Rogozin, fedele sostenitore di Putin e dell’invasione russa dell’Ucraina, ha spiegato chiaramente le sue intenzioni durante una recente intervista televisiva.

“Mi è stato ordinato di iniziare a lavorare sul ripristino del funzionamento del telescopio tedesco nel sistema Spektr-RG in modo che funzioni in tandem con il telescopio russo”, ha affermato Rogozin. Nonostante la richiesta della Germania di chiudere uno dei due telescopi dello Spektr-RG, gli specialisti russi insistono nel continuare il proprio lavoro. Roscosmos prenderà le decisioni pertinenti nel prossimo futuro. ”

Ha aggiunto: “Loro – le persone che hanno preso la decisione di chiudere il telescopio – non hanno alcun diritto morale di fermare questa ricerca dell’umanità solo perché le loro opinioni filofasciste sono vicine ai nostri nemici”.

Spektr-RG si trova attualmente in un’orbita di alone a circa 932.000 miglia (1,5 milioni di km) dalla Terra. La fase scientifica della missione collaborativa di 7,5 anni è iniziata nell’ottobre 2019. Il telescopio eROSITA è nel bel mezzo di The All-Sky Survey, che scansiona l’universo nella gamma di raggi X media con “risoluzione spettrale e angolare senza precedenti”, secondo All’Istituto Max Planck di Fisica Extraterrestre. Lo strumento è costituito da sette unità speculari identiche, ciascuna contenente 54 gusci di specchi sovrapposti che consentono l’elevata sensibilità del telescopio.

Scientists with the eROSITA project are using the telescope to map out the large-scale structure of the universe, to detect obscured black holes in nearby galaxies, and to study the physics of X-ray sources, such as young stars, supernova remnants, and X-ray binaries.

Lev Zeleny, scientific director of the Space Research Institute of the Russian Academy of Science, spoke out against the decision to switch eROSITA back on, saying: “Our institute—all scientists—strongly object to this proposal,” as he was citato dalla società statale russa Gazeta Corporation. Zelini ha affermato che l’obiezione era “per ragioni politiche e tecniche”, affermando che non era chiaro se gli astronomi russi avrebbero effettivamente capito come utilizzare eROSITA, o se riviste esterne avrebbero continuato a pubblicare eventuali risultati scientifici che potrebbero derivare dalla mossa.

Il supervisore scientifico del progetto Spektr-RG, Rashid Sunyaev, teme che gli astronomi russi possano danneggiare accidentalmente il telescopio tedesco, poiché menzionato In Interfax, un media privato russo. “Questo è un ottimo dispositivo, assolutamente di classe mondiale, e ha fornito davvero molti dati”, ha affermato Sunyaev. “Tutti noi sogniamo di vederlo tornare al lavoro attivo. Ma è un dispositivo incredibilmente complesso e se decidiamo di ignorare gli accordi con i partner e di accenderlo su noi stessi, può semplicemente essere distrutto”, ha affermato Sunyaev.

La guerra della Russia in Ucraina è stata devastante a molti livelli, compreso il mondo della scienza. Probabilmente ci vorranno anni, se non decenni, per riparare queste relazioni interrotte. La decisione spaziale di Rogozin-jack telescopio basta fare Brutta situazione peggio. Meglio pensarci due volte.

Di più: L’astronauta della NASA Scott Kelly in Russia: “Il tuo programma spaziale non varrà la pena”.

READ  Non perderti la cometa Leonard e le meteore Geminidi