Luglio 28, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Russia evita una potenziale catastrofe poiché il nuovo modulo della stazione spaziale raggiunge finalmente l’orbita corretta

Lancio di Nauka su un razzo Proton-M.

Lancio di Nauka su un razzo Proton-M.
immagine: Roscosmos

Il nuovo modulo della stazione spaziale russa, chiamato Nauka, è attualmente in viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale, ma inizialmente la navicella spaziale non è riuscita a completare il suo primo incendio in orbita, portando a preoccupazioni che potrebbe non completare il volo. Fortunatamente, la squadra di Nauka sulla Terra è riuscita a correggere la rotta e l’unità è ora nell’orbita corretta per continuare il suo viaggio.

Nauka sembra portare la sua sfortuna con sé nello spazio.

Il Russian Multipurpose Laboratory, come è ufficialmente noto, è in attività dalla fine degli anni ’90 e avrebbe dovuto essere lanciato nel 2007, ma una serie di problemi tecnici – dai serbatoi di carburante sporchi ai componenti obsoleti – ha impedito che ciò accadesse. Due componenti dell’unità, la camera di equilibrio e il radiatore, sono stati lanciati sulla Stazione Spaziale Internazionale 11 anni fa, dove aspettano da allora.

Il Il grande giorno è finalmente arrivato ieri Quando Nauka, insieme al nuovo braccio robotico in Europa, Lanciato Dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan su un razzo Proton M. Il lancio sembrava andare bene, poiché l’unità da 43.300 libbre ha raggiunto l’orbita e ha completato tutte e tre le fasi della classe. Il modulo dovrebbe arrivare alla Stazione Spaziale Internazionale il 29 luglio, momento in cui attraccherà al porto perigeo del modulo russo Zvezda.

All’inizio di oggi, l’intera spedizione sembrava essere in pericolo come riportato apparso Un problema al computer di bordo che ha impedito ai suoi motori principali di essere utilizzati per completare la prima combustione del suo motore orbitale. Nauka ha bisogno di questi motori per apportare correzioni di rotta che li porteranno alla Stazione Spaziale Internazionale e impediranno loro di cadere nell’atmosfera terrestre. Alle 15:10 EDT del 22 luglio, Roscosmos ha twittato che il test di lancio del sistema di propulsione Nauka e la bruciatura della patch orbitale erano nominali. Sembra che Nauka sia tornata sulla strada giusta.

That said, the undocking of the Pirs Docking Compartment was spostato Dal prossimo venerdì 23 luglio a sabato 24 luglio alle 20:00 EST. Il Pirs sta attualmente occupando lo slot di attracco finale di Nauka e verrà rimosso solo una volta che Nauka sarà confermata soddisfacente nel suo percorso verso la Stazione Spaziale Internazionale.

“Un bug del software ha causato un problema con i motori principali”, ha affermato Jonathan McDowell, un astrofisico dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, rendendoli inutilizzabili per un po’. Ha detto che la combustione iniziale dovrebbe essere eseguita con “motori di scorta più piccoli”. Non è ancora noto se Roscosmos utilizzi i driver principali o il sistema di backup.

Sembra che il problema di oggi con i driver chiave non sia l’unico problema attualmente affrontato dalla spedizione. come notizie spaziali Rapporti, questi problemi includono “l’incapacità di confermare il dispiegamento dell’antenna e l’obiettivo di attracco come previsto, nonché problemi con sensori e propulsori a infrarossi”. Secondo SpaceNews, non è immediatamente chiaro quanto gravi saranno i problemi e se influenzeranno i piani di attracco.

Ovviamente, qualsiasi problema che impedirebbe un attracco riuscito del modulo Nauka alla Stazione Spaziale Internazionale sarebbe un duro colpo per il programma della stazione spaziale russa, che ha recentemente lottato con l’invecchiamento delle infrastrutture, e per gli Stati Uniti. Sanzioni dirette alla sua industria spaziale.

READ  Le singolarità ottiche possono essere utilizzate per un'ampia varietà di applicazioni