Maggio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Russia di Putin “non si preoccupa delle sanzioni contro l’Ucraina”: l’ambasciatore

L’ambasciatore del Paese in Svezia ha affermato che la Russia “non menziona ciò che viene detto sui pericoli delle sanzioni occidentali se invade l’Ucraina”.

“Scusa la mia lingua, ma non ci interessano tutte le loro punizioni”, ha detto Viktor Tatarentsev al quotidiano svedese. Aftonbladet In un’intervista pubblicata sabato.

“Abbiamo già imposto molte sanzioni e in questo senso hanno avuto un impatto positivo sulla nostra economia e agricoltura”, ha affermato il diplomatico dall’Afp.

Questo avviene sabato, quando il presidente Joe Biden ha detto al presidente russo Vladimir Putin durante una telefonata che gli Stati Uniti sono impegnati nella diplomazia per porre fine alla crisi. ma anche messo in guardia Putin ha osservato che gli Stati Uniti ei loro alleati risponderebbero “in modo deciso e imporrebbero costi rapidi e pesanti” se la Russia attaccasse l’Ucraina.

Tatarentsev ha affermato che le nuove sanzioni contro la Russia “non sono positive, ma non sono così cattive come fa sembrare l’Occidente”.

“Siamo diventati più autosufficienti e siamo stati in grado di aumentare le nostre esportazioni. Non abbiamo formaggi italiani o svizzeri, ma abbiamo imparato a fare buoni formaggi russi usando ricette italiane e svizzere”, ha detto.

Mosca ha ammassato più di 100.000 soldati vicino al confine ucraino, ma nega di voler invadere il suo vicino.

Tatarntsev ha insistito sul fatto che Mosca stava cercando di evitare la guerra. “Questo è il desiderio più sincero della nostra leadership politica”, ha detto. “L’ultima cosa che la gente in Russia vuole è la guerra”.

Ma i funzionari statunitensi hanno avvertito che un’invasione russa potrebbe essere imminente e hanno esortato gli americani a lasciare immediatamente l’Ucraina.

READ  Economia o ambiente? Il ritorno della nave da crociera divide Venezia
La bandiera russa sventola nel complesso dell’ambasciata a Washington, DC il 15 aprile 2021.
Mandel Ngan/AFP tramite Getty Images

Gli Stati Uniti stanno lavorando con gli alleati per organizzare ulteriori sanzioni economiche da imporre alla Russia in caso di invasione dell’Ucraina.

Il consigliere del Dipartimento di Stato americano Derek Chollet Raccontare E la BBC ha detto, domenica mattina, che quelle sanzioni sarebbero “paralizzanti” per l’economia russa.

“Come prima richiesta, le sanzioni economiche che subiranno la Russia saranno molto significative”, ha affermato.

E gli Stati Uniti ei nostri partner europei, Regno Unito, Unione Europea e altri, stanno lavorando a una serie di sanzioni che, se imposte, paralizzerebbero l’economia russa.

Chollet ha anche affermato che Biden ha chiarito a Putin che gli Stati Uniti ei loro alleati “continueranno a rafforzare e costruire capacità militari lungo il fianco orientale della NATO”.

Un’invasione russa dell’Ucraina “sarebbe una grave battuta d’arresto strategica per la Russia, lascerebbe la Russia isolata nel mondo, porterebbe enormi difficoltà economiche ai russi a causa delle sanzioni, dividerebbe ulteriormente la Russia dall’Europa e porterebbe a un’ulteriore divisione e rafforzamento della NATO”. “Quindi tutte le cose che il presidente Putin non vuole”.

Il governo del Regno Unito ha avvertito che qualsiasi attacco all’Ucraina potrebbe portare a sanzioni sui beni dell’élite russa di stanza in Gran Bretagna.

Vladimir Putin e Joe Biden guardano
Il presidente della Russia, Vladimir Putin, osserva durante la cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022 il 4 febbraio 2022 (foto di Matthew Stockman/Getty Images); Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (R) l’8 febbraio 2022 a Washington, DC, ha commentato gli sforzi della sua amministrazione per aumentare l’industrializzazione. Un alto diplomatico russo ha osservato che la Russia non teme ulteriori sanzioni dall’Occidente.
Getty Images / Matthew Stockma / Anna Moneymaker