Aprile 17, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Russia afferma che i droni ucraini hanno colpito la Crimea, Mosca e un deposito petrolifero

La Russia afferma che i droni ucraini hanno colpito la Crimea, Mosca e un deposito petrolifero

17 settembre (Reuters) – La Russia ha dichiarato di aver sventato un attacco coordinato ucraino alla Crimea domenica mattina, mentre i droni hanno preso di mira anche Mosca, interrompendo il traffico aereo nella capitale e provocando un incendio in un deposito petrolifero nel sud-ovest del paese.

Nei giorni scorsi, l’Ucraina ha lanciato una serie di attacchi contro obiettivi militari russi nella penisola di Crimea occupata, comprese le strutture della flotta del Mar Nero della Marina russa, nel tentativo di minare gli sforzi bellici di Mosca nella regione vitale.

Gli attacchi sono aumentati anche all’interno della Russia, lontano dalle linee del fronte, con il sindaco di Mosca che ha affermato che almeno due droni sono stati abbattuti nella regione della capitale domenica mattina presto.

Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente le notizie di domenica e non c’è stato alcun commento immediato da parte di Kiev.

In un editoriale sabato sera, Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio di sicurezza ucraino, ha esortato gli alleati di Kiev ad accelerare le consegne di armi, affermando che è l’unico modo per porre fine alla guerra.

“Ad esempio, l’eliminazione totale o parziale della flotta russa del Mar Nero, che è un compito fattibile, dovrebbe accelerare in modo significativo la ricerca della Russia per una via d’uscita dalla guerra in corso”, ha scritto Danilov sul sito di notizie Ukrainska Pravda.

Il ministero della Difesa russo ha dichiarato domenica che i sistemi di difesa aerea russi hanno distrutto almeno sei droni che avevano preso di mira la penisola di Crimea da diverse direzioni.

READ  Il Bhutan organizza un'ultramaratona ad alta quota per evidenziare i pericoli posti dal cambiamento climatico

Il rapporto sull’app di messaggistica Telegram non menziona se si siano verificati danni o vittime in Crimea, che Mosca ha annesso a Kiev con una mossa che è stata ampiamente condannata nel 2014, otto anni prima della completa invasione russa.

I voli sono stati interrotti

Nella regione di Mosca, un drone è stato distrutto sul distretto di Istra e un altro sul distretto di Ramensky, ha detto su Telegram il sindaco di Mosca Sergei Sobyanin, aggiungendo che non ci sono state vittime o danni causati dai detriti del drone.

Le agenzie di stampa statali russe hanno affermato che almeno 30 voli sono stati rinviati e sei cancellati nei principali aeroporti di Mosca, una mossa ripetuta da parte delle autorità aeronautiche durante gli attacchi dei droni.

Un drone ucraino ha distrutto un deposito petrolifero domenica mattina presto, provocando un incendio nel serbatoio del carburante che è stato poi spento, ha detto un governatore regionale della Russia sudoccidentale.

Il governatore della regione di Oryol, Andrei Klychkov, ha dichiarato tramite l’applicazione Telegram: “Non ci sono state vittime, tutti i servizi di emergenza stanno lavorando sul territorio della struttura”.

Non ha specificato se il magazzino fosse esposto a detriti o fosse preso di mira dal drone.

Il governatore locale Alexander Gusev e il ministero della Difesa hanno affermato che un altro drone è stato abbattuto nella regione russa di Voronezh. Secondo Gusev non ci sono stati feriti o danni.

Anche le autorità della regione di Tula hanno riferito che un drone si è schiantato sul terreno di un centro logistico, sebbene non ci siano state vittime o gravi danni alle infrastrutture.

READ  Un ex segretario nazista, 97 anni, è stato condannato a più di 10.000 omicidi

(Relazione di Lydia Kelly a Melbourne – Preparata da Muhammad per l’Arab Bulletin) Relazione aggiuntiva di Maxim Rodionov; A cura di William Mallard e Gareth Jones

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda