Settembre 23, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Romania sospende la vaccinazione con AstraZeneca con il gruppo che lascia l’Italia. Sono già stati gestiti 77.049 livelli

Il lotto ABV 2856, ritirato dall’Italia, è stato interrotto dal vaccino e viene trasferito da AstraZeneca e Romania ad un altro livello fino a quando l’azienda farmaceutica europea non concluderà un’indagine con questi livelli, ha annunciato giovedì sera il CNCAV. Tuttavia, la Romania non ha ricevuto misurazioni dal gruppo ABV5300.

Giovedì sera, il Comitato nazionale per il coordinamento dei vaccini (CNCAV) ha annunciato che la Romania non aveva ricevuto una dose dal gruppo ABV5300, che conteneva 1,6 milioni di dosi, distribuite in 17 paesi dell’UE (Lituania, Estonia, Lussemburgo, Lettonia, Irlanda, Danimarca, Bulgaria, Svezia, Paesi Bassi, Polonia, Spagna, Francia, Islanda). Il blocco è stato sospeso in diversi stati e la European Pharmaceuticals Association ha avviato un’indagine.

Il CNCAV riferisce che l’Italia ha deciso per la prima volta di sospendere il vaccino ABV 2856, con la Romania che ha ricevuto per la prima volta il vaccino AZ il 7 febbraio in 81.600 dosi.

.0 A partire dal 15.02 sono state utilizzate 77.049 taglie distribuite nei seguenti distretti: Arad, Baku, Bihor, Bistria-Nassat, Bodosani, Caros Severin, Cluj, Dolce, Kalsi, Gorge, Hunedora, Iya, Mahamure, Old, ,, Susieva, Timik, Valsia e Vaslui. Gli altri 4.257 centri di vaccinazione si trovano a Baku, Bihor, Potosani, Dolge, Gorge, Iasi, Nieme, Suzyva, Timik, Valsia, Vasloi e 60 dosi nel Grova Regional Storage Center ”, ha riferito il CNCAV.

In seguito al ritiro dall’uso in Italia giovedì sera, un incontro a cui hanno partecipato rappresentanti di CNCAV, INSP, MS, ANMDMR ha dichiarato: “Europeo Si è deciso di isolare temporaneamente le dosi rimanenti fino a quando la valutazione dell’agenzia farmaceutica non sarà completa” come misura di estrema attenzione.

READ  L'Italia estende il divieto di licenziamento dei lavoratori nelle zone gravemente colpite dal virus - Fonti

Allo stesso tempo, il vaccino continua ad essere disponibile presso la società farmaceutica AstraZeneca e altri moduli attualmente in atto in Romania;

“Le 4257 dosi inutilizzate nei centri di vaccinazione vengono modificate in modo che il processo di immunizzazione non sia influenzato”, ha detto CNCAV.

“Prendiamo atto del fatto che questa decisione è stata presa come misura precauzionale seria, senza alcun argomento scientifico per imporre questa decisione, in questo momento in Romania. Ribadiamo il fatto che la decisione di isolare il rispettivo sito è stata presa esclusivamente sulla base di l’evento segnalato in Italia “, sottolinea anche il CNCAV.

Giovedì l’EMA ha diffuso un rapporto ufficiale a seguito di un’analisi preliminare degli eventi tromboembolici segnalati in Austria in relazione al blocco ABV 5300, dichiarando che al momento non ci sono indicazioni di un nesso causale tra eventi vaccinali ed effetti collaterali.