Febbraio 26, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La NASA rivela finalmente la più grande quantità di polvere di asteroidi mai ottenuta: ScienceAlert

La NASA rivela finalmente la più grande quantità di polvere di asteroidi mai ottenuta: ScienceAlert

Sono passati più di 3,5 mesi da quando la navicella spaziale OSIRIS-REx della NASA ha lasciato cadere il suo prezioso campione di polvere di asteroidi e gli scienziati sono finalmente riusciti a rimuovere il coperchio dal contenitore del campione.

Ora, il team può finalmente completare i passaggi necessari per smantellare il contenitore TAGSAM e accedere alle rocce e alla terra raccolta dall’asteroide Bennu. Una volta ottenuto il campione, può essere diviso e distribuito a team scientifici in tutto il mondo.

“Infine, sbloccare la testa di TAGSAM e avere pieno accesso ai campioni restituiti di Bennu è un risultato straordinario che riflette l'incrollabile dedizione e l'ingegno del nostro team.” Lo dice l'astronomo Dante Lauretta Laboratorio Lunare e Planetario dell’Università dell’Arizona.

“Questo successo riafferma l'importanza di OSIRIS-REx e il nostro impegno nel far progredire la nostra comprensione dell'universo. Aspettiamo con impazienza il prossimo capitolo mentre condividiamo questi preziosi campioni con la comunità scientifica globale e continuiamo il nostro viaggio alla scoperta.”

OSIRIS-REx ha volato intorno alla Terra il 24 settembre, lasciando cadere TAGSAM dopo una missione epica durata più di 7 anni. La capsula è stata paracadutata nel deserto dello Utah, dove è stata recuperata in modo efficiente e immediatamente trasportata in una struttura pulita, per essere aperta con la minima contaminazione del terreno possibile.

Esterno del complesso campione TAGSAM, con ulteriore polvere di asteroidi. (NASA/Erika Blumenfeld e Joseph Aebersold)

Anche se la capsula esterna si è aperta molto facilmente, dando agli scienziati l'accesso a 70 grammi di polvere di asteroide, la testa principale di TAGSAM contenente la maggior parte del campione è rimasta ermeticamente sigillata nonostante i migliori sforzi del team. Il contenitore è stato chiuso con 35 clip, due delle quali sono rimaste altamente resistenti agli strumenti approvati per l'uso nel vano portaoggetti sterile in cui sarebbe stata effettuata l'apertura.

READ  Il rover della NASA sta indagando sui "pavimenti del giardino" sul fondo di un lago marziano

Per risolvere questo problema, il team ha dovuto sviluppare nuovi strumenti. Hanno progettato due nuovi strumenti composti da più parti, che hanno dovuto essere sottoposti a test e formazione rigorosi prima di poter essere finalmente utilizzati nel vano portaoggetti sopra il TAGSAM vero e proprio.

C'è ancora qualche smontaggio da completare prima che il campione completo possa essere visionato, estratto e misurato, ma il grande ostacolo di almeno questi due stabilizzatori è stato risolto. La scienza può continuare ora.

“Oltre alla sfida progettuale di limitare i materiali basati sulla lavorazione per proteggere il valore scientifico del campione di asteroide, questi nuovi strumenti devono anche funzionare all’interno dello spazio ristretto di un vano portaoggetti, che ne limita l’altezza, il peso e le capacità”. movimento dell'arco” dice la scienziata del petrolio Nicole Loeningcuratore di OSIRIS-REx presso il Johnson Space Flight Center della NASA.

“Il team di bonifica ha mostrato una flessibilità straordinaria e ha fatto un ottimo lavoro rimuovendo questi elementi di fissaggio ostinati dalla testa del TAGSAM in modo da poter continuare lo smantellamento. Siamo molto soddisfatti di questo successo.”

Ora, finalmente, potremmo essere in grado di intravedere la più grande quantità di argilla di asteroidi mai raccolta e consegnata con successo sulla Terra da una missione umana.

OSIRIS-REx, ora ribattezzato OSIRIS-APEX, è attualmente in viaggio verso un altro asteroide, l'oggetto potenzialmente pericoloso Apophis. Questa data è prevista per il 2029.