Gennaio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La NASA ha 10 nuovi astronauti e non avrebbero potuto unirsi in un momento migliore

Ingrandisci / Incontra i nuovi candidati astronauti: il maggiore dell’aeronautica statunitense Nicole Ayers, il maggiore del corpo dei marine degli Stati Uniti (in pensione) Luke Delaney, il tenente generale della marina statunitense Christopher Williams. Jessica Wittner, tenente colonnello dell’aeronautica statunitense Anil Menon, maggiore dell’aeronautica statunitense Marcus Perius, comandante della marina statunitense. Jack Hathaway, Christina Birch, il tenente della marina statunitense Denise Burnham e Andre Douglas.

NASA

Questa settimana, la NASA ha annunciato il suo primo lotto di nuovi astronauti dal 2017 e ha assunto 10 candidati per allenarsi al Johnson Space Center di Houston nei prossimi due anni.

Non vi è alcuna garanzia che tutti Questi sono sei uomini e quattro donne, di età compresa tra i 32 e i 45 anni, tutti accompagnati da fino a lontano Ottimo CV, completerai l’addestramento e diventerai astronauti a pieno titolo. Ma una cosa è chiara: stanno arrivando alla NASA in un momento conveniente.

“Questa è l’età d’oro del volo spaziale umano”, ha detto Reed Wiseman durante una cerimonia in un aeroporto vicino al Johnson Space Center per accogliere i nuovi candidati astronauti.

Wiseman lo saprà. Ora il capo dell’ufficio degli astronauti, Wiseman è stato scelto nell’agosto 2009. A quel tempo, la navetta spaziale doveva andare in pensione. Né lui né alcuno dei suoi colleghi viaggiavano nel veicolo americano. La maggior parte di loro effettuerà il loro primo volo spaziale a bordo della navicella spaziale russa Soyuz. E a quel tempo non esisteva un piano coerente per l’esplorazione dello spazio profondo: la NASA era nominalmente in un “viaggio su Marte”, che veniva deriso come un “viaggio verso il nulla”. Le classi 2013 e 2017 hanno affrontato un’incertezza simile.

READ  Variante Omicron scoperta nelle acque reflue ad Altamonte Springs

Ma la NASA ora ha una navicella spaziale SpaceX Crew Dragon per far volare quattro persone alla volta nell’orbita terrestre bassa. Entro i prossimi due anni, la navicella spaziale Starliner di Boeing dovrebbe essere operativa. Entro la metà del 2020, anche la navicella spaziale Orion della NASA sarà in servizio e SpaceX sta anche sviluppando una grande nave stellare per atterrare sulla luna e altro ancora. Mai prima d’ora nella storia della NASA erano disponibili così tanti veicoli spaziali umani.

E mentre la NASA conduce ricerche vitali sulla Stazione Spaziale Internazionale, ha anche un piano molto solido per esplorare la luna con il programma Artemis. Molte delle 10 persone che lunedì hanno camminato sulla piattaforma all’interno dell’hangar di manutenzione del T-38 probabilmente cammineranno sulla luna nei prossimi 10-15 anni.

Wiseman, che ha guidato il processo di selezione, ha affermato che l’agenzia ha cercato persone con una vasta gamma di competenze, in grado di fare di tutto, dalla coltivazione di cristalli proteici sulla stazione spaziale alla ricerca di acqua sulla luna.

“Siamo sempre alla ricerca di persone intelligenti e leali nei loro campi attuali”, ha detto Wiseman in un’intervista post-partita. “Vogliamo giocatori di squadra, persone che sappiamo di poter inviare alla stazione spaziale, o sulla luna, e andare d’accordo con la squadra. E vogliamo sapere quando ti scegliamo, che hai una sorta di motivazione e ingegnosità per ottenere il lavoro fatto. Questi ragazzi sono tutti risolutori di problemi complessi, e sono tutti giocatori di squadra”.

Di conseguenza, i nuovi candidati astronauti provengono da diversi background della NASA, dai tradizionali piloti collaudatori alle trivellazioni petrolifere al ciclismo sulla pista del Campionato Nazionale.

READ  Studio: i bambini di madri obese hanno maggiori probabilità di avere una malattia del fegato grasso

Kristina Birch, 35 anni, che ha un dottorato di ricerca in ingegneria biologica presso il MIT e ha vinto il titolo American Singles Stalking nel 2016 e 2017.

La NASA ha anche cercato di selezionare un gruppo eterogeneo di persone che rappresentassero l’intero paese. I nuovi astronauti provenivano da tutti gli Stati Uniti, da Porto Rico all’Alaska, da diverse etnie.

“Vogliamo davvero che ogni bambino che cresce in America guardi l’ufficio astronauti della NASA e veda se stesso nel futuro”, ha detto Wiseman. “Questo è molto importante per noi. Siamo stati molto fortunati questa volta ad avere un gruppo così straordinario e diversificato di candidati che sono appena usciti e lo hanno schiacciato”.

La NASA ha selezionato la classe più recente tra più di 12.000 candidati. Tra questi, ha detto Wiseman, c’erano 500 persone che avrebbe potuto facilmente scegliere per diventare astronauti. La NASA ha dato l’autorità di scegliere fino a dodici persone, ma queste dieci erano al di sopra delle altre. L’agenzia sceglierà probabilmente un altro capitolo nel 2025, quando il programma Artemis inizierà a crescere.