Luglio 3, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La mia casa è forte: compratori e designer affollano Firenze

Per ricevere la newsletter di Vogue Business, Registrati qui.

I primi numeri di Pitti Uomo supportano ciò che era chiaro agli occhi questa settimana: sia il numero di presenze del marchio che quello dei buyer sono rimbalzati.

Raffaello Napoleon, amministratore delegato di Pitti Immagine, ha dichiarato poco prima della chiusura del salone di venerdì sera di aspettarsi che il numero totale di acquirenti arrivi a circa 11.000. Rispetto all’uscita dell’estate scorsa – il primo Pitti fisico dopo due puntate all digital della pandemia – ha aggiunto che il numero dei compratori italiani è aumentato del 125 per cento, mentre i compratori esteri sono più che triplicati.

Leggi di più

Come la mia casa sta dando forma alla mia attività di abbigliamento maschile

Il lungo evento di abbigliamento maschile ibrido di Firenze – in parte fiera, in parte settimana della moda – crede che potrebbe riprendersi a gennaio dalla crisi della pandemia.

Indicando l’afflusso di acquirenti e marchi da spazi precedentemente chiusi, tra cui Giappone, Corea e Australia, Napoleon ha affermato: “Siamo finalmente tornati ad essere un crogiolo di suoni, volti, colori e relazioni umane che ci mancavano. Due anni”.

Bruce Paske, direttore della moda maschile di Neiman Marcus e Bergdorf Goodman, ha convenuto che la settimana era stata “familiare nel periodo pre-Bettis prima del 2020”. Ha affermato che i rivenditori di Neiman Marcus e Bergdorf Goodman erano presenti e osservavano gruppi di fornitori esistenti, effettuavano ordini ed esploravano nuovi designer. “Continua a essere una delle offerte più importanti delle collezioni di abbigliamento sportivo di lusso della nuova stagione, in particolare i marchi del Made in Italy, e stabilisce davvero la stagione e getta le basi per quello che vedremo dopo sulle passerelle e negli showroom”.

READ  Dal carbone e dall'acciaio al carbon-free e al digitale: l'Unione Europea è a un punto di svolta

In evidenza a Pask, la designer ospite speciale di questa stagione, Grace Wells Bonner (una delle voci concorrenti di stilisti maschili di Louis Vuitton), così come la seconda sfilata di chiusura simultanea di Pitti per la scuola di moda Polimoda di Firenze. Ha affermato: “Tutti questi elementi costituiscono un’esperienza ricca e stimolante a Pitti Uomo che alla fine si tradurrà in entusiasmo per i nostri clienti”.

Mercoledì sera Napoleon, amministratore delegato di Pitti Immagine, mi ha dato una spinta in groppa a Vespa dal lancio del nuovo negozio in centro di Brunello Cucinelli all’apertura della retrospettiva di Ann Demeulemeester ai suoi margini. Dopo due stagioni in cui Firenze a volte sembrava stranamente tranquilla, turisti e compratori si sono nuovamente affollati per le strade. “Per la mia casa e per Firenze, questo è un momento molto importante”, disse Napoleone attraverso il suo elmo.

Commenti, domande o feedback? Contattaci al feedback@voguebusiness.com.

Altro da questo autore:

Eclettico e individuale: la trasformazione della moda nel dare forma all’abbigliamento maschile negli anni ’20

Delphine Arnault parla di cosa serve per vincere il premio LVMH

Marco Di Vincenzo nominato nuovo direttore creativo di Etro