Ottobre 24, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Cina reagisce con rabbia all’accordo sottomarino nucleare di AUKUS, i casi di COVID aumentano nel NSW, le restrizioni all’estero si attenuano nel Victoria, i casi di COVID aumentano nel Victoria, il blocco continua nel NSW, il blocco continua nel Victoria, il blocco continua in ACT

Il primo ministro Scott Morrison afferma che il 70,5% della nazione di età pari o superiore a 16 anni ha ricevuto la prima dose del vaccino COVID-19 e ha anche confermato che anche Victoria ha raggiunto l’obiettivo del 70%.

Il signor Morrison, in una delle numerose interviste radiofoniche di questa mattina, ha dichiarato alla stazione radio 3AW di Melbourne che il 45,4 per cento del paese è completamente immunizzato, con 24 milioni di dosi somministrate.

Scarica

Ha detto che il 70,25 per cento dei vittoriani di età pari o superiore a 16 anni ha ricevuto una prima dose, mentre il 42,94 per cento ha ricevuto una doppia dose.

Morrison ha affermato che circa il 10% dei giovani di età compresa tra 12 e 15 anni ha ricevuto una singola dose.

Ha detto che Victoria, che ha allentato un po’ le restrizioni all’aperto da sabato sulla scia dei 510 nuovi casi di coronavirus di oggi, stava seguendo un percorso simile verso il Nuovo Galles del Sud.

“In realtà, è un po’ più alto. [than NSW] disse il signor Morrison.

“Quello che sta dicendo è la dinastia Delta [of coronavirus] È una razza molto feroce e persistente.

“I blocchi possono tenerlo in qualche modo sottomesso, ma continua a crescere, ed è quello che hanno imparato nel NSW mentre aspettano qualche settimana”.

Ha detto che è per questo che le vaccinazioni sono così importanti.

Morrison ha affermato che i tassi di vaccinazione per gli operatori dell’assistenza agli anziani che hanno ricevuto la prima dose sono stati del 97%.

In risposta al fatto che sostenesse un passaporto vaccinale per consentire agli australiani di entrare, ad esempio, in bar e ristoranti, il primo ministro ha affermato che ogni azienda aveva il diritto di determinare chi era entrato nei loro locali.

READ  La Norvegia si sta liberando di tutte le restrizioni del Covid per vivere come al solito

“Questo è ciò che dice la legge, e non è in conflitto con le leggi sulla discriminazione”, ha detto Morrison.

Ha detto che le decisioni di vietare l’ingresso ai non vaccinatori sono state per motivi di salute pubblica, non per motivi ideologici.

“Al virus non importa quale sia la tua ideologia. Vedrai persone vaccinate in grado di muoversi e fare più cose”, ha detto.

“Perché? Perché hanno meno probabilità di infettarsi, trasmettere il virus, ammalarsi gravemente e finire in ospedale”.