Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Johnson annuncia piani per il rinnovamento urbano dopo aver promesso di “aggiornare”

Il primo ministro britannico Boris Johnson esce da Downing Street in mezzo alla pandemia di Coronavirus (COVID-19) a Londra, Regno Unito, il 14 aprile 2021. Reuters / John Sibley / File foto Reuters

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2021 – 00:10

LONDRA (Reuters) – Il primo ministro britannico Boris Johnson ha annunciato mercoledì una serie di progetti di rinnovamento urbano del valore di 830 milioni di sterline (1,2 miliardi di dollari) in paesi lontani da Londra come parte della sua promessa di “migliorare” l’economia del Paese.

Johnson, che ha vinto le elezioni del 2019 grazie agli elettori nelle aree in difficoltà dell’Inghilterra e deve affrontare le pressioni dei nazionalisti in Scozia e Irlanda del Nord, ha affermato che più di 3.000 posti di lavoro nel dipartimento degli affari interni e degli affari verranno trasferiti a Stoke-on-Trent, nell’Inghilterra centrale. Edimburgo e Belfast entro il 2025.

“Mentre il paese torna in piedi, il governo ha rinnovato il suo impegno a innalzare gli standard e ad affrontare le questioni che contano veramente per le persone”, ha detto Johnson in una dichiarazione.

Tra i progetti che riceveranno fondi pubblici ci sono un nuovo cinema e una sala da pranzo nel North Fishing Harbour di Grimsby, un nuovo luogo per spettacoli a Taunton nell’Inghilterra occidentale e la conversione di spazi commerciali in uffici e pensioni a Sutton in Ashfield, in precedenza. Una zona mineraria nel nord dell’Inghilterra.

Altri 10 milioni di sterline saranno spesi per migliorare l’insegnamento in quattro autorità locali e un programma per aiutare i giovani vulnerabili sarà ampliato di 18 milioni di sterline.

I divari nella produttività economica tra Londra e altre parti del Regno Unito erano ampi quanto lo erano nel 1901, secondo un rapporto del governo dello scorso anno.

La Gran Bretagna non ha un piano per affrontare la Brexit, i cambiamenti climatici, l’impatto della pandemia COVID e altre sfide che potrebbero indebolire le sue prestazioni economiche a livelli più vicini a livelli vicini a quelli dell’Italia, che lotta con la Germania negli anni ’20, ha detto la Research Foundation martedì .

(Scritto da William Schomberg; Montaggio di Michael Holden)

READ  Analisi: Per gli immigrati, la burocrazia trasforma il regime dei permessi di lavoro in Italia in un miraggio