Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Italia Restrizioni COVID, vita – e turisti – Ritorno a Firenze | La voce dell’America

Roma – L’Italia è uno dei Paesi più gravemente colpiti al mondo all’inizio dell’epidemia. Mentre il governo italiano continua a revocare le restrizioni di viaggio su COVID-19, le città d’arte del paese iniziano a vedere i turisti che tornano ai loro musei, gallerie, bar e ristoranti. I numeri sono lontani dal passato, ma in città come Firenze c’è un’aria di speranza che pervade le piazze e le strade, ei visitatori non hanno bisogno di tornare indietro.

Le infezioni e le morti da COVID-19 hanno avuto un costante calo in Italia nelle ultime settimane e il governo italiano ha deciso di imporre sanzioni per frenare la diffusione del virus.

I vaccini continuano a un ritmo costante e c’è un generale senso di speranza tra la popolazione, dopo la Gran Bretagna, il paese con il secondo più alto numero di vittime in Europa.

I turisti iniziano a tornare nelle città d’arte italiane per visitare musei e monumenti come il Battesimo e il Duomo di Firenze. (Sabina Costelfranco / VOA)

In città d’arte come Firenze, che hanno affrontato un gran numero a causa della mancanza di turismo, i visitatori hanno iniziato a ritirarsi mentre musei e gallerie hanno riaperto le loro porte. Monica Milandry gestisce un piccolo hotel con 14 camere accanto al Ristorante Gucci, in Piazza della Signoria centrale.

Dice che attualmente è prenotato esclusivamente da italiani, con la maggior parte che arriva di giorno o che soggiorna solo durante la notte, con queste visite nel fine settimana.

Milandry afferma che alcuni hotel a Firenze, soprattutto quelli più piccoli, non riapriranno mai dopo le enormi perdite subite a causa del COVID-19. Dice che il virus ha causato gravi danni all’industria.

Dice che il suo hotel da solo ha perso il 92% del traffico rispetto al 2019. Teme che tornare ai numeri dello scorso anno non sarà facile quest’anno. Gli italiani di solito non vengono nelle città d’arte in estate, quindi la sua speranza è che i viaggiatori stranieri tornino presto.

Duomo di Firenze. (Sabina Costelfranco / VOA)

Ma mentre si cammina davanti al Diomo fiorentino e al bellissimo campanile di Giotto, i bar ei ristoranti della piazza si affollano di nuovo, e molti si godono seduti al sole ai tavolini fuori, uno spettacolo da vedere. Il bizzarro vuoto degli ultimi mesi è svanito.

Visitatori che acquistano il gelato a Firenze. (Sabina Costelfranco / VOA)

Tutte le 20 regioni d’Italia, compresa la parte settentrionale del paese, la Valle de Asta, sono state collocate a livelli di giallo a basso rischio e il governo ha annunciato un ulteriore allentamento delle restrizioni nelle prossime settimane.

L’ordine di 10 ore di coprifuoco di una notte viene immediatamente prorogato un’ora dopo fino alla mezzanotte del 7 giugno e poi completamente revocato dal 21 giugno. Le prossime palestre riapriranno e da giugno i ristoranti potranno servire i clienti non solo all’esterno ma anche all’esterno. Ma per ora maschere e distanze sociali sono obbligatorie.

In un ulteriore tentativo di riaprire il paese al turismo, l’isolamento obbligatorio per coloro che provengono da paesi dell’UE, Gran Bretagna e Israele è stato revocato, con i visitatori che hanno superato il test COVID-19 negativo. Le compagnie aeree americane forniscono all’Italia velivoli sicuri COVID-19, necessari per i test. In attesa del programma Ue “Green Pass”, il Paese è pronto ad accogliere nuovamente gli stranieri, il che faciliterà ulteriormente la circolazione sicura tra i Paesi.

READ  Visita ufficiale ad Arescu, Italia