Settembre 16, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il primo studio approfondito del fenomeno della “misocinesia” mostra che può interessare 1 persona su 3

Quando qualcuno vicino a te si agita, può essere fastidioso. Distrazione. Così dolorosamente. ma perché?

Secondo un nuovo studio, il primo nel suo genere, la sensazione di stress causata dal vedere gli altri irrequieti è un fenomeno psicologico estremamente comune, che colpisce fino a una persona su tre.

di nome scarso movimento – Significa “odio per i movimenti” – Questo strano fenomeno è stato poco studiato dagli scienziati, ma è stato notato nella ricerca su una condizione correlata, la misofonia: un disturbo in cui le persone si arrabbiano quando sentono certi suoni ripetitivi.

Lo scarso movimento è in qualche modo simile, dicono i ricercatori, ma gli stimoli sono generalmente più visivi che legati al suono.

“[Misokinesia] È definita come una forte risposta emotiva o emotiva negativa al vedere i piccoli movimenti ripetitivi di un’altra persona, come vedere qualcuno manipolare la sua mano o il suo piede”, un team di ricercatori guidato dal primo autore e studente di dottorato in psicologia Sumit Jaswal dal Università della Columbia Britannica (UBC) in Canada, Spiegato in un nuovo documento.

“Tuttavia, è sorprendente che la ricerca scientifica su questo argomento non sia disponibile”.

Per migliorare la nostra comprensione, Jawwal e altri ricercatori hanno condotto ciò che dicono sia “La prima esplorazione scientifica approfondita” Scarso movimento: i risultati suggeriscono che una maggiore sensibilità all’agitazione è qualcosa con cui un gran numero di persone deve fare i conti.

Attraverso una serie di esperimenti che hanno coinvolto più di 4.100 partecipanti, i ricercatori hanno misurato la prevalenza del movimento scarso in un gruppo di studenti universitari e persone nella popolazione generale, hanno valutato gli effetti che aveva su di loro ed esplorato perché apparivano le sensazioni.

READ  Un telescopio lunare può rivelare le epoche oscure dell'universo

“Abbiamo scoperto che circa un terzo degli autodichiarati ha riportato un certo grado di sensibilità alla misoginia nei confronti dei comportamenti irrequieti ripetitivi degli altri incontrati nella loro vita quotidiana”, I ricercatori spiegano.

“Questi risultati supportano la conclusione che la sensibilità alla discinesia non è un fenomeno limitato ai gruppi clinici, ma piuttosto una sfida sociale sottostante e ancora non riconosciuta condivisa da molti nella popolazione generale”.

Secondo l’analisi, la scarsa motilità a volte va di pari passo con la sensibilità al suono della misofonia, ma non sempre. Questo fenomeno sembra variare notevolmente tra gli individui, con alcune persone che riferiscono solo una bassa sensibilità agli stimoli di irrequietezza, mentre altre si sentono molto sensibili.

“Sono emotivamente colpiti e sperimentano reazioni come rabbia, ansia o frustrazione, nonché una diminuzione del godimento delle situazioni sociali, del lavoro e degli ambienti di apprendimento”, spiegare Todd Handy, psicologo dell’Università della Columbia Britannica.

“Alcuni si impegnano anche in meno attività sociali a causa della condizione”.

Handy ha iniziato a fare ricerche sulla scarsa mobilità dopo che un partner gli ha detto che si agitava e ha ammesso di essersi innervosita quando si è agitata (o qualcun altro se è per questo).

“Come neuroscienziato cognitivo visivo, questo mi ha davvero incuriosito nel vedere cosa sta succedendo nel cervello”, Handy dice.

Quindi, la domanda da un milione di dollari rimane: perché troviamo l’irrequietezza così fastidiosa?

Nello studio, i ricercatori hanno condotto test per vedere se lo scarso movimento delle persone potrebbe derivare da una maggiore sensibilità e attenzione visive, il che equivale a un’incapacità di prevenire eventi di distrazione che si verificano nell’ambiente visivo circostante.

READ  Il governatore dell'Oregon chiuderà i pasti al coperto venerdì prossimo in alcune contee se i ricoveri dovuti al virus Corona aumenteranno.

I risultati basati sui primi esperimenti sono stati inconcludenti su questo fronte, poiché i ricercatori non hanno trovato prove conclusive che i meccanismi di attenzione del riflesso visivo contribuiscano intrinsecamente alla sensibilità all’iperattività.

Anche se siamo solo all’inizio dell’esplorazione di dove può sorgere la dislessia a livello cognitivo – a parte, sai, le persone si agitano per essere un po’ fastidiose – i ricercatori hanno alcuni indizi ipotetici che vogliono seguire nella ricerca futura.

“Una possibilità che vogliamo esplorare è cheneuroni specchioin gioco” Jaswal dice.

“Questi neuroni si attivano quando ci muoviamo, ma si attivano anche quando vediamo gli altri muoversi… Ad esempio, quando vedi qualcuno che si fa male, potresti anche avere fame, perché il dolore si riflette nel tuo cervello”.

Per estensione, è possibile che le persone inclini a movimenti scarsi possano inconsciamente simpatizzare con la psicologia della noia. E non in senso buono.

“Le persone si agitano è causato dalla loro ansia o stress, quindi quando le persone con scarsa mobilità vedono qualcuno che si agita, possono riflettere su questo e sentirsi ansiosi o stressati”. Jaswal dice.

Se questo è davvero ciò che sta accadendo qui con l’incidente, solo ulteriori ricerche su questo fenomeno potranno confermarlo.

Una cosa è certa, però. Dai risultati che vediamo qui, è chiaro che questo fenomeno insolito è più comune di quanto pensassimo.

“Per quelli di voi con scarsa mobilità, non siete soli”, Handy dice. “La tua sfida è comune ed è reale.”

I risultati sono riportati in Rapporti scientifici.