Febbraio 6, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il premier italiano Giorgia Meloni si condoglia per la scomparsa di Sinisa Mihajlovic: ho lottato come un leone in campo e nella vita

Il primo ministro italiano, Giorgia Meloni, ha espresso le sue condoglianze per la morte di Sinisa Mihajlovic, scomparso dopo una lunga lotta contro il cancro. Mihajlovic ha giocato e allenato diversi club di Serie A ed era famoso per i suoi calci di punizione.

Nuova Delhi E ilAggiornato: 17 dicembre 2022 alle 19:23 IST

Sinisa Mihajlovic è morto dopo una lunga battaglia contro il cancro. (foto Reuters)

Da India Today Web DeskIl primo ministro italiano Giorgia Meloni ha espresso le sue condoglianze per la morte di Sinisa Mihajlovic, dicendo “Ho combattuto come un leone sul campo e nella vita” dopo la morte del calciatore diventato allenatore venerdì dopo una lunga lotta contro il cancro.

Mihajlović, che ha giocato e allenato diverse squadre di Serie A, è noto per i suoi calci di punizione. Il serbo ha conquistato il Bologna per la seconda volta nel 2019 e ha allenato la squadra mentre combatteva contro la leucemia.

Tuttavia, il 53enne è stato recentemente esonerato dall’allenatore del Bologna a settembre dopo che il club non è riuscito a vincere una partita nelle prime cinque partite di campionato. Mihajlovic ha giocato per Sampdoria e Lazio prima di allenare la Serbia.

“Hai lottato come un leone in campo e nella vita”, ha detto in un tweet il primo ministro italiano Giorgia Meloni, “Sei e sarai sempre il vincitore”.

“Addio Presidente, vivrai sempre nei nostri cuori”, ha scritto Bologna in un tweet.

“Il paradiso ha acquisito un’altra leggenda. Sinisa ci mancherà molto”, ha detto il Milan, allenato anche da Mihajlovic.

Il presidente della FIFA Gianni Infantino si è detto “profondamente rattristato”.

READ  La stagione ridicola è iniziata con la squadra TFC che si lega al famoso allenatore, il giocatore

“Sul campo, i suoi calci di punizione incarnavano la passione e la dedizione alla bellezza di un gioco che ha lasciato un’impressione duratura nel mondo dello sport e la sua morte è una grande perdita per tutti noi”, ha detto Infantino.

Mihajlović ha fatto parte della squadra della Stella Rossa di Belgrado che ha vinto la Coppa dei Campioni nel 1991. L’anno successivo si è trasferito in Italia unendosi alla Roma e poi ha giocato per Sampdoria, Lazio e Inter. Mihajlovic ha fatto parte anche delle squadre che hanno vinto lo scudetto: Lazio nel 2000 e Inter nel 2006.