Dicembre 3, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il patrimonio generazionale del Mercato Centrale di Lari, ancora a Little Italy

FOppure Larry Adiutori Jr. , Proprietario Mercato Centrale di Lari Al 1626 di Rue Sassafras, è tutta una questione di famiglia. È il proprietario di terza generazione di un piccolo negozio di alimentari e i suoi figli e nipoti lavorano molto con lui. Riguarda anche la famiglia che li ha preceduti: vecchie foto della vita nel negozio fiancheggiano le pareti del negozio. Poi ci sono le generazioni regolari, generazioni di pastori fedeli che sono diventati come una famiglia. La storia del Mercato Centrale di Lari inizia con la storia dei suoi parenti, la storia dell’edificio di inizio ‘900 che appartiene alla famiglia Aedutori dal 1963 e la storia del quartiere che è cambiata radicalmente. Gli anni, in cui il Mercato Centrale di Lari si pone come un’ancora, è rimasta sostanzialmente invariata nel corso dei decenni.

La storia della famiglia Larry Central Market inizia con Lidano Auditory, che arrivò in America da Acoto, in Italia, vicino a Roma, nel 1903 quando aveva 18 anni. La sua famiglia si stabilì a Erie Little Italy (definita genericamente come l’area da Sassafras Street a Liberty tra la 16th e la 19th West Street). Intorno al 1930, dopo che Lidano e sua moglie, Mary Estelle, si stabilirono ed ebbero i loro figli, iniziò la sua attività di drogheria. La vetrina originale di L. Adiutori e figlio era al 1526 di Chestnut St.

Il figlio di Lidano, Lawrence Adeutori (Larry Sr.), ha rilevato e ha costruito l’azienda di famiglia. Nel 1947, Larry Sr. sposò sua moglie, Mamie, e si mise in proprio, gestendo una drogheria e una gastronomia fuori da una bancarella nella Central Market House sulla Sixteenth and State. La Central Market House è stata fondata nel 1895 ed era un vasto mercato all’aperto sul lato ovest di State Street, a sud dell’Upper Railroad Passage. Questo mercato forniva a residenti, ristoranti e droghieri le loro scorte di carne, prodotti, frutta, pane, pesce fresco, ecc. Quando, nel 1959, Adiutori riuscì ad aprire il suo negozio a nord della Market House al 1412 di State St. (Questo posto è ora occupato dagli ascensori dell’edificio del Kellar’s Comedy Club.) Larry Central Market è stato in questo luogo solo per quattro anni prima di trasferirsi nell’edificio che sarebbe stato un’azienda di famiglia per i successivi 58 anni e tuttora in corso.

L’edificio commerciale all’italiana che ora ospita Larry Central Market è stato originariamente costruito intorno al 1894 ed è stato un negozio di alimentari sin dal suo inizio. Il suo occupante originale era Adam Lieb Grocery. Adam Leib era un Iriett di prima generazione nato da genitori immigrati ebrei tedeschi. Il negozio di alimentari aprì il 16, Sassafras poco dopo la costruzione dell’edificio e rimase in funzione fino al 1922 circa. Dopo il pensionamento di Leib, l’edificio passò di mano più volte, ma è sempre rimasto un negozio di alimentari. Così, quando Larry Adiutori Sr. l’ha comprato. Nel 1963, non solo continuava l’eredità della sua famiglia, ma portava avanti anche l’eredità dell’edificio.

Dopo che il mercato centrale di Larry si è trasferito nella sua sede permanente, il figlio di Adiutori, Larry Jr. , lavorando in negozio, poco dopo aver finito il liceo, ea 73 anni, rimane in negozio fino ad oggi. Adeutori riflette sulla sua vita nel settore della drogheria: “Non ho mai conosciuto niente di diverso. Questo è quello che ho amato, è quello che sapevo ed è quello che ho continuato a fare. È una bella vita. Un posto come questo costruisce il carattere perché hai lavorare per qualunque cosa tu ottenga e lì.” soddisfazione personale nel fare questo lavoro.” E Larry Jr. non è l’unico auditor che lavora nel negozio in questi giorni; Tre dei suoi cinque figli e sua nipote lavorano lì. Queste cinque generazioni di Adiutoris continuano un’eredità iniziata quasi un secolo fa. Questo tipo di piccola impresa familiare di generazione in generazione è raro in questi giorni, per non dire altro.

Mentre parlo con Larry, c’è un flusso costante di persone attraverso il negozio. È costantemente occupato il lunedì mattina, pieno di persone di ogni estrazione sociale che hanno fatto della sosta al Larry Central Market una parte della loro routine quotidiana o settimanale. E Larry li saluta tutti con un sorriso, una stretta di mano o una domanda sulle loro vite. È quel tipo di connessione personale che rende una piccola impresa come questa così speciale e parte del motivo per cui è durata così a lungo. “Se un giorno chiudiamo le porte, non potrai più riaprire quel tipo di negozio”, spiega Adiutori. “Ci vuole molto tempo per costruire il tipo di clienti fedeli che abbiamo qui”. A un certo punto Larry interrompe la nostra conversazione per salutare un amico: un ragazzo di nome Gento la cui borsa della spesa contiene olive fresche, salsicce e lupini secchi. Guinto è arrivato a Erie da Fiuggi, in Italia, quando aveva 21 anni e stava facendo acquisti da Larry’s appositamente per questi prodotti speciali, anche se mi ha detto che in realtà viene solo per vedere la faccia di Larry.

Mentre il negozio fisico in sé non è cambiato molto nel corso dei decenni, il quartiere, e quindi i prodotti trasportati dal mercato, lo sono. Quando Larry Sr. iniziò, il quartiere era ancora conosciuto come “Little Italy” e serviva questi residenti vendendo prodotti speciali italiani, salsicce, carne fatta in casa e generi alimentari in generale. Ma come ogni attività di successo, si sono sviluppate insieme al quartiere.

Quando si sono stabiliti per la prima volta tra il 16 e Sassafras, il Central Mall dall’altra parte della strada era nel suo periodo di massimo splendore. Questo ha aiutato molto Larry’s semplicemente per il numero di persone che vengono nel quartiere ogni giorno. Intorno al 1988, quando la maggior parte dei negozi di Central Mall chiuse, l’area rallentò e Auditory vide l’opportunità di adattarsi ai cambiamenti demografici del quartiere. In questo periodo, Larry iniziò a trasportare generi alimentari richiesti dalla crescente popolazione latina di Little Italy immagazzinando più prodotti Goya, banane, riso sfuso, Sofrito, specialità di caffè, condimenti e formaggio. Oggi puoi vedere un delizioso assortimento di tutti i prodotti che i vicini cercano insieme alla stessa specialità italiana che hanno conservato nel corso degli anni, inclusi dolci importati, salsicce fatte in casa, salumi e capuccolo.

Little Italy è ora sotto l’influenza filantropica delle Suore di S. Questa organizzazione è stata fondata nel 2000 dalle Suore di San Giuseppe nel nord-ovest della Pennsylvania, specificamente per soddisfare i bisogni dei poveri residenti di Erie Little Italy. Da allora, la rete si è estesa all’area della città da East Avenue a Cranberry Street e dalla 12th alla 26th Street. L’organizzazione fornisce molti servizi al quartiere tra cui orti comunitari, mense per i poveri, assistenza di emergenza, alloggi a prezzi accessibili, progetti di arte pubblica, programmi in bicicletta, tutoraggio e tutoraggio (solo per citarne alcuni). Attraverso il programma Youth Work Experience, le Sisters of St. Joseph hanno lavorato con Larry Central Market per fornire agli adolescenti del quartiere l’opportunità di guadagnare un salario mentre acquisiscono esperienza lavorativa e direzione sul lavoro. Larry mi ha detto: “Hanno fatto un ottimo lavoro per mantenere il vicinato. Hanno lavorato con noi e ci hanno mandato dei bambini a lavorare nel negozio. Il ragazzo con cui ci hanno mandato di recente era uno dei migliori dipendenti che sia mai stato. “

Le sorelle hanno anche partecipato alla creazione di uno splendido murale che adorna la parete esposta a nord dell’esterno del mercato centrale di Lari. Parzialmente finanziato dalla famiglia Adiutori insieme agli sponsor del Neighborhood Network, l’opera è stata completata dagli artisti Tom Ferraro e Ed Grout dal titolo Mercati di Traiano a Little Italy. Secondo il sito web dell’artista: “Quattro generazioni della famiglia Adiutori decorano la parete esposta a nord di questo famoso mercato italiano all’estremità orientale del quartiere Little Italy di Erie. Il murale celebra la longevità del mercato in un quartiere che un tempo ospitava più di 25 piccoli mercati a conduzione familiare.” “.

Si può solo ipotizzare quale sarà il futuro di questo tipo di impresa familiare. Ma il fatto che ci siano ancora molti bambini e membri della famiglia Adiutori coinvolti nel mercato suggerisce che potrebbe continuare per le generazioni a venire. La figlia di Adiutori, Emily Czerpak, riflette sulla dedizione della famiglia al negozio: “I nostri figli verranno con noi ora e avranno gli scaffali riforniti. È importante che vengano a conoscere il negozio di papà. Siamo tutti insieme tutto il tempo e questo è importante. Alcune famiglie al giorno d’oggi non si vedono per niente. E noi dobbiamo vederci tutti i giorni. Se hai un problema, devi lavorarci perché non è solo un lavoro, è una famiglia e devi andare avanti .”

Anche se Adeutori non avrebbe mai immaginato che il negozio sarebbe durato quanto è durato, e non si sarebbe mai aspettato che i suoi figli fossero così coinvolti, è orgoglioso di ciò che ha costruito e di essere stato parte del tessuto del quartiere per così tanto tempo: “Il successo si misura in molti modi diversi. Devi solo andare avanti, non importa se è affascinante o redditizio. Devi solo andare avanti. Ci vuole molta dedizione per andare avanti. “Fortunatamente, Adiutori e i suoi figli e nipoti sentono lo stesso senso di dedizione e speriamo che Larry Central Market continuerà la sua eredità a Little Italy in Erie per le generazioni a venire.

Erin Phillips gestisce Instagramolderieonfoot, uno sguardo approfondito sull’architettura locale “a piedi, in carrozzina, a papà, in bicicletta e talvolta con un pick-up”.