Ottobre 17, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il lancio dalla California inizia lunedì il conto alla rovescia per il ritiro di Atlas 5 – Spaceflight Now

Un razzo Atlas 5 della United Launch Alliance attende il lancio dal satellite Landsat 9 dalla Vandenberg Space Force Base in California. Credito: Alex Polimeni/Spaceflight Now

Il lancio di lunedì del satellite di monitoraggio ambientale Landsat dalla costa centrale della California sarà il primo lancio del razzo Atlas 5 della United Launch Alliance poiché la compagnia ha confermato che ci saranno altri 29 voli sull’Atlas 5 prima che la famiglia Atlas si ritiri.

ULA sta disattivando le sue linee missilistiche Atlas e Delta con il lancio del nuovo missile Vulcan Centaur della compagnia, che effettuerà il suo primo volo il prossimo anno.

Il razzo Atlas 5 in piedi sulla rampa di lancio presso la base della forza spaziale di Vandenberg, programmato per il lancio lunedì con il satellite di osservazione della Terra Landsat 9, è uno dei 29 Atlas 5 rimasti nell’inventario di ULA. Jessica Ray, portavoce di ULA, ha confermato il mese scorso che tutti i 29 modelli di Atlas 5 sono stati venduti ai clienti per lanci futuri.

ULA ha ricevuto la sua ultima spedizione di motori RD-180 dalla Russia all’inizio di quest’anno. Il motore a doppio ugello RD-180, prodotto in Russia da NPO Energomash, alimenta il primo stadio di ciascun razzo Atlas 5, generando circa 860.000 libbre di spinta a tutto gas mentre consuma cherosene e propellenti di ossigeno liquido.

Il nuovo Vulcan Centaur sarà alimentato da due motori principali BE-4 fabbricati negli Stati Uniti da Blue Origin, la società aerospaziale fondata dal miliardario Jeff Bezos. ULA afferma che il Vulcan Centaur avrà una maggiore capacità di sollevamento, una maggiore flessibilità di missione e sarà più economico da utilizzare rispetto alle attuali famiglie di missili Atlas 5 e Delta 4.

Tre missili Delta 4 sono rimasti in volo secondo il programma ULA.

La missione Landsat 9 è l’ultima di una serie di satelliti ambientali sviluppati dalla NASA e dall’US Geological Survey. La nuova missione è progettata per almeno cinque anni, per espandere un record ininterrotto di dati di immagini globali della Terra risalenti al lancio del primo satellite Landsat nel 1972.

Sviluppato a un costo di poco meno di 750 milioni di dollari, Landsat 9 è un quasi clone del satellite Landsat 8 lanciato nel 2013. Il veicolo spaziale è stato costruito da Northrop Grumman con strumenti di Ball Aerospace e Goddard Space Flight Center della NASA.

Con due satelliti Landsat che operano contemporaneamente, la costellazione monitorerà tutte le superfici della Terra ogni otto giorni, restituendo immagini utilizzate per tracciare l’agricoltura, le foreste, le acque costiere e la crescita urbana. I dati Landsat sono anche ampiamente utilizzati per monitorare le fonti d’acqua negli Stati Uniti occidentali.

READ  Suoni spaziali: Jingle, pizzicare e ronzare

“Parlaci di Copertura vegetale, uso del suolo, coste e Solo acqua di superficie per me Sostantivo ha affermato Karen Saint-Germain, capo delle scienze della Terra alla NASA. “Ma la forza si scatena davvero quando Raccogliamo dati a partire dal Landsat con altre missioni di Scienze della Terra. può dircelo solo no Quale è succedere, ma Anche perché. “

Landsat è nostro più economico “Un’influente missione di geoscienza”, ha detto Saint-Germain.

Il decollo è stato programmato alle 11:12 PT (14:12 EDT; 1812 GMT) dallo Space Launch Complex 3-East a Vandenberg, una base militare situata a 140 miglia (225 chilometri) a nord-ovest del centro di Los Angeles.

Il razzo consumabile Atlas 5 in una configurazione di base ULA “401” volerà con un carico utile di quattro metri (13,8 piedi), nessun razzo a propellente solido e uno stadio superiore Centaur con un singolo motore RL10 alimentato a idrogeno.

Sarebbe il 39° volo dell’Atlas 5-401 e l’88° esplosione del razzo Atlas 5 dal suo volo inaugurale nell’agosto 2002. L’Atlas 5 ha posizionato i suoi carichi nell’orbita corretta su tutti i voli tranne uno, ma quello il cliente della missione, il National Reconnaissance Office, ritenne il volo un successo.

L’Atlas 5-401 è la variante più utilizzata del missile Atlas 5, ma solo tre dei restanti Atlas 5 utilizzeranno questa configurazione, inclusa la missione Landsat 9 di lunedì.

NASA lui ha Ottimo record di volo su Atlas 5″, ha affermato Tim Dunn, responsabile del lancio della NASA per la missione Landsat 9. “Abbiamo lanciato 19 missioni su questo Meraviglioso Missili, missioni su Plutone, Giove e Luna Il sole, le cinture di radiazioni e cinque diversi veicoli spaziali Verso Marte.

“Siamo andati sull’asteroide Bennu come Oltre a (lanciato) tre satelliti per comunicazioni TDRS e Due “I satelliti meteorologici GOES salvano la vita”, ha detto Dan in una conferenza stampa pre-lancio. Landsat 9 sarà il 20° della NASA compito sul sistema Atlas 5.”

Il lancio di Landsat 9 sarà il sedicesimo lancio di Atlas 5 da Vandenberg. Ma l’Atlas 5 rimane un altro dispositivo nel programma ULA presso la base di lancio della costa occidentale. Questa missione, prevista per settembre 2022, dispiegherà un satellite meteorologico in orbita polare e uno scudo termico gonfiabile sperimentale sviluppato dalla NASA per proteggere i veicoli spaziali che entrano nell’atmosfera dei pianeti, dalla Terra ad altri mondi in tutto il Sistema Solare.

Gli altri 27 numeri di Atlas 5 in ULA Books partiranno dalla Cape Canaveral Space Force Station, in Florida.

Un “ultimo” che la missione di lunedì raggiungerà è che sarà l’ultima volta che l’Atlas 5 verrà lanciato durante il giorno da Vandenberg. Il satellite meteorologico JPSS 2 di NOAA dovrebbe essere lanciato il prossimo settembre di notte.

READ  La più grande cometa conosciuta si sta dirigendo abbastanza vicino a noi da essere visibile

Per completare le statistiche per il lancio di lunedì, sarà il 300° volo del razzo Atlas da Vandenberg e il 2.000° lancio totale dallo spazioporto della California dal 1958.

Gli equipaggi della Terra sollevano il satellite di osservazione della Terra Landsat 9 durante l’elaborazione pre-lancio presso la Vandenberg Space Force Base, in California. Credito: USSF 30th Space Wing / Anthony Men

I primi missili Vulcan Centaur verranno lanciati da Cape Canaveral, ma ULA prevede di riconfigurare la piattaforma di lancio SLC-3E a Vandenberg per le missioni Vulcaniane finali.

Vandenberg è ben posizionato per i lanci verso sud verso orbite polari ad alta inclinazione. Queste orbite sono ottimizzate per i satelliti di osservazione della Terra e alcune attività di comunicazione.

Il cliente principale di ULA è il governo degli Stati Uniti. Le missioni della NASA, della US Space Force e del National Reconnaissance Office hanno fatto la parte del leone dei voli Atlas 5 e Delta 4 e costituiscono anche la maggior parte dell’accumulo di Vulcan Centaur.

Formata nel 2006 dalla fusione dei programmi Atlas 5 di Lockheed Martin e dei programmi Delta 4 di Boeing, ULA ha dovuto affrontare la crescente concorrenza di SpaceX nel mercato dei lanci militari.

ULA ha completato le modifiche alle strutture di lancio a Cape Canaveral per il missile Vulcan Centaur. I voli Vulcan decolleranno dallo Space Launch Complex 41 a Cape, la stessa posizione utilizzata dai missili Atlas 5.

Gli Atlas 5 continueranno a volare per diversi anni dalla costa spaziale della Florida, alternando posizioni nel programma di lancio dell’ULA con missioni che utilizzano il nuovo lanciatore Vulcan.

Il lancio finale di Atlas 5 da parte di Vandenberg il prossimo anno porterà alla transizione al programma Vulcan.

“Abbiamo due missioni rimanenti da West Coast Atlas 5, che sono Landsat, e poi l’anno prossimo avremo JPSS, dopo di che sarà la fine delle operazioni Atlas sulla costa occidentale”, ha affermato Mark Beller, vicepresidente senior di ULA di sviluppo.

“A causa della configurazione unica delle strutture della costa occidentale, abbiamo scelto di modificarle in modo che queste modifiche non siano retrocompatibili”, ha detto Beller in una recente intervista con Spaceflight Now. “Quindi, una volta presa la decisione di adattarci a Vulcano, non manterremo la possibilità di lanciare Atlas.”

ULA sta attualmente progettando le modifiche alla scheda che implementerà dopo il lancio del satellite meteorologico JPSS 2 il prossimo anno.

“Alcuni dei lavori pesanti dovrebbero già avvenire dopo la missione JPSS, quindi rimuoveremo il cuscino in modo aggressivo, impiegando circa un anno a fare le modifiche finali e avremo una struttura riadattata al di fuori di SLC-3 focalizzata sulle operazioni Vulcan “, ha detto Beller.

READ  L'ultimo vaccino Covid-19 e le notizie dal mondo

La rampa di lancio Atlas 5 a Vandenberg ha un ponte levatoio che consente agli equipaggi di terra di impilare parti di missili sulla rampa di lancio. La torretta di servizio si allontana nelle ultime ore prima del decollo, rivelando il missile prima che venga pompato su di esso carburante refrigerato.

A Cape Canaveral, l’ULA impila un missile Atlas 5 all’interno di una struttura di integrazione verticale fissa. Quindi il razzo guida un nastro trasportatore in movimento verso la piattaforma di lancio.

Beller ha detto che l’arco mobile dell’SLC-3E sarà modificato per adattarsi al diametro più ampio del missile Vulcan. Ma ULA non avrà bisogno di aumentare l’altezza dello scafo, che è stata aumentata negli anni 2000 per modernizzare la scheda di missione Atlas 5.

Il satellite Landsat 8 è stato lanciato dalla base aerea di Vandenberg in California a bordo di un razzo Atlas 5 della United Launch Alliance l’11 febbraio 2013. Il satellite Landsat 9 utilizzerà lo stesso tipo di razzo. Credito: United Launch Alliance

Il lancio di Atlas 5 previsto per lunedì spingerà il satellite Landsat 9 in un’orbita a più di 414 miglia (666 chilometri) sopra il pianeta, posizionando il veicolo spaziale per unirsi a un predecessore quasi simile chiamato Landsat 8 che raccoglie immagini quotidiane delle superfici della Terra in tutto il mondo.

Il motore principale dell’RD-180 tornerà in vita meno di quattro secondi prima del decollo, raggiungendo la piena potenza per spingere l’Atlas 5 lontano dalla rampa di lancio.

Atlas 5 si dirigerà a sud sull’Oceano Pacifico e romperà la barriera del suono a T+ più 1 minuto e 20 secondi. Il primo stadio in bronzo si chiuderà e si smaltirà dopo quattro minuti dall’inizio della missione, lasciando il posto allo stadio superiore Centaur per guidare in orbita la navicella spaziale Landsat 9 da 5.975 libbre (2.710 chilogrammi).

Landsat 9 sarà schierato dallo stadio superiore Centaur a T+ più 1 ora e 20 minuti.

Mezz’ora dopo, lo stadio Centaur accenderà il suo motore Aerojet Rocketdyne RL10 per 10 secondi per iniziare a manovrare in un’orbita bassa per separare quattro piccoli carichi CubeSat.

Centauro Un’altra combustione di centauro di 10 secondi a T+ più 2 ore e 10 minuti gareggerà in modalità orbitali, aprendo la strada al lancio di quattro CubeSat — due per la NASA e due per l’esercito degli Stati Uniti — a T+ più due ore e 14 minuti.

Bruciare il quarto e ultimo centauro uscirà di scena, puntando a un devastante ritorno sull’Oceano Pacifico.

Invia una mail all’autore.

Segui Stephen Clark su Twitter: Tweet incorporato.