Ottobre 26, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il divario potrebbe chiudere più negozi negli Stati Uniti, oltre ai 350 annunciati: Analisti

  • Gli analisti al dettaglio temono che Gap dovrà chiudere più negozi in Nord America.
  • Gap ha detto mercoledì che sta chiudendo tutti gli 81 dei suoi negozi nel Regno Unito e in Irlanda.
  • Un analista ha anche affermato che le nuove linee Yeezy e Walmart di Gap emettono “disperazione”.
  • Vedi altre storie sulla pagina Insider Business.

New York, Parigi, Milano e Londra: le capitali mondiali della moda. Le Quattro Città ospitano i flagship store di ogni rivenditore di abbigliamento con design sul mercato globale.

Tuttavia, Gap, un’icona globale del retail famosa per il suo rilassato stile americano, se ne andrà presto da Londra: è Ha detto questa settimana Chiude tutti i suoi 81 negozi nel Regno Unito e in Irlanda. E a Parigi e Milano il futuro di Gap è incerto: è in trattativa con lei Scarica alcune o tutte le sue opere francesi e italiane.

Non è un segreto che Gap abbia chiuso negozi in Nord America per anni a causa del calo delle vendite. Alla fine di maggio di quest’anno c’erano 552 negozi Gap nell’area, esattamente la metà rispetto a dieci anni fa. Mostra i numeri dell’azienda. Nell’ottobre dello scorso anno, ha pianificato la chiusura di 350 negozi Gap e Banana Republic in Nord America entro il 2023.

Tuttavia, gli analisti al dettaglio intervistati da Insider hanno affermato che la repressione di Gap in Europa questa settimana indica che più negozi dovranno chiudere in tutto il Nord America. Hanno anche affermato che la società deve ripensare completamente a ciò che fa negli Stati Uniti.

“Non li vedo chiudere in alcun modo tutti i loro negozi negli Stati Uniti”, ha detto l’analista al dettaglio indipendente Natalie Berg. “Ma penso che siamo sulla buona strada per quantificare l’estrema destra. La verità scomoda è che hanno ancora molti negozi”.

READ  Il nuovo ristorante di Long Island serve cibo italiano tradizionale fatto da zero

Berg ha affermato che i negozi Gap “non sono più adatti allo scopo”.

“Non possono più vendere solo vestiti”, ha detto. “Devi dare agli acquirenti un motivo per lasciare andare i loro schermi e offrire loro un’esperienza a cui non possono connettersi online”.

Insider ha contattato Gap per un commento.

Da settembre, Gap sarà disponibile online solo nel Regno Unito e in Irlanda. “Molti rivenditori di abbigliamento stanno facendo la stessa cosa, quindi ora hai tutta questa concorrenza online. Devi chiederti: Internet è diventato un cimitero digitale per i marchi falliti?”, ha detto Berg.

Maureen Hinton, analista di GlobalData, ha convenuto che “potrebbe esserci di più” nel programma di chiusura dei negozi Gap in Nord America.

“Gap sta davvero lottando per trovare la propria identità – ed è passato molto tempo”, ha detto.

Hinton ha affermato che Gap ha bisogno di una “strategia molto più forte” per gli Stati Uniti, incentrata su “qual è la sua identità di marca – chi si rivolge e come lo farà”.

“Ha Yeezy da un lato e sta facendo cose con Walmart dall’altro”, ha detto. “Sembra disperazione.”

Gap conta su una collaborazione con Yeezy, il marchio di moda di Kanye West, per aiutare a rivitalizzare le sue fortune. Il primo prodotto di Yeezy Gap è uscito il mese scorso: un piumino in nylon riciclato blu brillante in edizione limitata a $ 200.

La nuova associazione di Gap con Walmart è meno appariscente. La nuova linea Gap Home, venduta esclusivamente nei negozi Walmart, presenta un set da pranzo in gres da $ 43 e una tenda da doccia tinta da $ 20.

READ  Il premier Li esorta a ratificare l'accordo sugli investimenti Cina-UE

Gli acquirenti di Londra non potranno acquistare nessuna di queste cose.

Intorno a mezzogiorno di giovedì, solo poche dozzine di clienti stavano sfogliando felpe, jeans, abbigliamento per bambini e altri vestiti sui quattro piani del negozio principale del Regno Unito Gap in Oxford Street, il cuore del quartiere dello shopping londinese.

Amanda, 24 anni, che fa acquisti nel negozio ogni poche settimane per sé e per sua figlia di tre anni, ha detto di non aver sentito parlare della chiusura del negozio. “Indossavo le cose di Gap quando ero bambina – mia madre me le metteva”, ha detto. “Anche lei veniva qui. È davvero triste.”