Maggio 17, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il disegno di legge “Don’t Say Gay” passa nello stato americano della Florida, va al governatore

La legislatura a maggioranza repubblicana della Florida ha approvato un disegno di legge che vieta le istruzioni sull’orientamento sessuale e l’identità di genere dalla scuola materna fino alla terza elementare, respingendo un’ondata di critiche da parte dei Democratici secondo cui emargina le persone LGBT.

La proposta, soprannominata “Don’t Say Gay” dagli oppositori, ora si sposta nell’ufficio del governatore repubblicano Ron DeSantis, che dovrebbe firmarla in legge.

Sin dal suo inizio, la misura ha suscitato una forte opposizione da parte di sostenitori di LGBTQIA+, studenti, Democratici Nazionali, Casa Bianca e industria dell’intrattenimento.

Ha concentrato una crescente attenzione sulla Florida mentre i repubblicani hanno spinto attraverso la legislazione sulla guerra culturale e DeSantis è salito nel GOP come potenziale candidato alla presidenza del 2024.

Il rappresentante Carlos J. Smith, un democratico gay, ha detto:

Ha aggiunto: “Manda un terribile messaggio ai nostri giovani che c’è qualcosa che non va nella comunità LGBT e che c’è qualcosa di così pericoloso o inappropriato in noi che dovremmo vietarlo e monitorarlo dall’aula”.

Il senatore Shiffrin Jones, un democratico che è diventato il primo membro apertamente gay del Senato della Florida nel 2018, ha affermato che sarebbe stata “un’altra disgrazia nella storia della Florida”.

“Che tu non sia d’accordo con i messaggi o meno, quando si tratta di persone che lo chiamano un disegno di legge ‘non dire jay’… fa male alle persone”.

Il disegno di legge afferma: “L’istruzione in aula da parte del personale scolastico o di terzi sull’orientamento sessuale o l’identità di genere nella scuola materna fino alla terza elementare potrebbe non avvenire in modo inadeguato all’età o allo sviluppo appropriato per gli studenti in conformità con gli standard statali”.

I genitori potranno citare in giudizio le contee per violazioni.

Nella lettera di Bucky, il senatore Jones ha esortato senza successo i suoi colleghi a restringere il linguaggio della legge per dire che le istruzioni non dovrebbero essere “intese ad alterare l’orientamento sessuale o l’identità di genere di uno studente”.

“Vi chiedo di aprire un po’ i vostri cuori”, ha detto, riferendosi agli insulti e all’alienazione che ha dovuto affrontare da gay.

“Per favore, non farti male.”

Il rappresentante repubblicano Joe Harding, che ha sponsorizzato la misura, e altri legislatori del GOP in Florida hanno sostenuto che i genitori dovrebbero affrontare questi argomenti con i loro figli, piuttosto che con gli insegnanti.

Harding ei suoi sostenitori hanno affermato che ciò non impedirebbe le discussioni automatiche sull’orientamento sessuale e l’identità di genere nelle scuole, ma mirerebbe invece a impedire ai distretti di integrare gli argomenti nel curriculum formale.

Una donna appoggia la testa sulla spalla di un uomo che lo abbraccia
La senatrice Tina Scott Polsky abbraccia la senatrice Shiffrin Jones dopo il suo discorso in lacrime davanti al Senato.(AFP: Wilfredo Lee)

“So quanto sia importante l’empowerment dei genitori in questa relazione. Voglio incoraggiare i genitori di tutta la Florida ad averlo”, ha affermato il senatore Dennis Baxley, un repubblicano che ha portato il disegno di legge al Senato.

“Sono i tuoi figli, ed è difficile — è difficile sapere quali effetti avranno su di loro e il tipo di decisioni che prenderanno e come andrà a finire”.

I democratici hanno spesso affermato che il linguaggio del disegno di legge, in particolare le frasi “istruzione in classe” e “età appropriata”, potrebbero essere interpretate in modo sufficientemente ampio da consentire a una discussione in qualsiasi classe di innescare cause legali da parte dei genitori e quindi potrebbe creare un’atmosfera in classe in cui gli insegnanti evitano le materie . .

In tutto lo stato, il disegno di legge ha scatenato un’ondata di proteste e scioperi studenteschi. Decine di studenti e sostenitori hanno invaso le sale dei comitati durante le prime fasi della proposta, quindi hanno affollato le sale del legislatore mentre si muoveva verso l’ultima sillaba, spesso con canti di: “Diciamo gay!”

Il senatore Jason ha detto: “Abbiamo fallito come legislatura se centinaia di bambini stanno fuori a gridare per i loro diritti e non puoi spiegare agli studenti di quinta, sesta e terza elementare semplici definizioni del tuo conto. Hai fallito”. Peso, Democratico.

Nelle prime fasi del disegno di legge, l’onorevole Harding ha introdotto un emendamento che avrebbe effettivamente richiesto alla scuola di informare i genitori se uno studente si fosse rivolto a un insegnante, rinnovando la diffusa condanna del provvedimento.

Il sig. Harding ha ritirato l’emendamento perché ha attirato l’attenzione dei media e online.

“Non c’era nulla nell’emendamento relativo alla partenza di uno studente. Piuttosto che combattere la disinformazione sull’emendamento, ho deciso di concentrarmi sul disegno di legge di base che autorizza i genitori a partecipare alla vita dei loro figli”, ha affermato Harding in una nota.

Protesta del Campidoglio della Florida
Manifestanti che protestano all’interno del Campidoglio in Florida.(AFP: Wilfredo Lee)

Il signor DeSantis era arrabbiato per aver definito la proposta un disegno di legge “non dire gay” perché ha affermato che si applicherebbe alle istruzioni su qualsiasi identità di genere o orientamento sessuale.

Ha detto che era inappropriato per gli insegnanti discutere di questi problemi con i bambini dalla scuola materna fino alla terza elementare.

“Faremo in modo che i genitori possano mandare i loro figli all’asilo senza includere alcune di queste cose nel loro curriculum scolastico”, ha affermato il governatore.

La Casa Bianca, che ha spesso litigato con DeSantis su diverse questioni politiche, aveva precedentemente criticato la misura.

Il presidente democratico Joe Biden l’ha definito “ripugnante”.

Martedì, poco dopo l’approvazione della misura nell’assemblea statale, il segretario all’Istruzione degli Stati Uniti Miguel Cardona ha rilasciato una dichiarazione in cui affermava: “I leader in Florida stanno dando la priorità ai progetti di odio che danneggiano alcuni degli studenti più bisognosi”.

“Il Dipartimento dell’Istruzione ha chiarito che tutte le scuole che ricevono finanziamenti federali devono seguire la legge federale sui diritti civili, comprese le protezioni del Titolo IX contro la discriminazione basata sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere”, ha scritto Cardona.

Il titolo IX è una legge federale sui diritti civili che è stata approvata come parte degli emendamenti sull’istruzione del 1972.

“Siamo con gli studenti LGBTQ+ in Florida e in tutto il paese, e sollecitiamo i leader della Florida ad assicurarsi che tutti i loro studenti siano protetti e supportati”, ha affermato Cardona.

AP

READ  L'Inghilterra abbandonerà presto quasi tutte le restrizioni sul coronavirus. L'Olanda mostra cosa può succedere dopo