Novembre 28, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il 21enne ha la classe più alta d’Italia nell’irlandese Dallact

Repubblica d’Irlanda Under 21 0 Italia Under 21 2

L’Irlanda deve affrontare una dura battaglia per qualificarsi per il suo primo Campionato Europeo UEFA Under 21, battendo l’Italia per 2.161 punti a Tallack venerdì sera.

I gol di Lorenzo Luca e Matteo Chancellori hanno regalato ad Asurini i tre punti nella gelida serata.

L’Irlanda ha avuto un buon inizio, con Connor Nose, decimo in classifica, che cercava di prendere la palla tra le linee quando Will Smallphone ha dato la larghezza a destra.

Gli Azzurini si sono qualificati per la finale 13 volte su 15 e sono co-vincitori del torneo con cinque vittorie, e hanno rivelato la loro eredità.

L’Italia ritrova il suo ritmo dopo il 10′, nonostante l’Irlanda cerchi di inondare il centrocampo, giocando bene da dietro e riuscendo a trovare i ripari.

Quasi in vantaggio al 12′ quando l’estremo difensore Raul Bellanova trova un cross di Emanuel Vignado e il suo tiro al volo acrobatico finisce sul palo vicino a Brian Maher.

Gli italiani ora hanno iniziato a dominare il possesso e hanno spinto l’Irlanda nel proprio terzo difensivo. Samuel Richie e Salvador Esposito hanno sparato da lontano senza preoccuparsi di Maher.

Nel giro di mezz’ora la casa è stata devastata. Una mossa italiana sulla destra ha visto i piedi di Niccolo Rowella segnare un cross in ribaltamento che ha causato ogni tipo di problema a Jake O’Brien. Corkman non è riuscito a liberare e si è ritrovato a terra, mentre Lorenzo Luca ha risposto aggressivamente e deviato la palla a casa da una distanza di otto yarde.

L’Italia continua a salire, colpendo un impressionante tiro di Vigno dal limite dell’area dopo che Joel Pagan aveva regalato la palla, ma ha attraversato il palo del fischio.

READ  L'Ambasciata d'Italia ospita un seminario su conversione energetica e ambiente

Mentre l’Irlanda continuava a non riuscire a tenere la palla nelle aree offensive, Colm Wheelen, autore di ottimi punteggi, ha faticato a imporsi nel gioco.

Il secondo tempo è proseguito nel primo tempo, con Lorenzo Colombo, Vignoto e Luca tutte e tre le squadre di punta italiane che continuano a girare e causano grattacapi ai difensori irlandesi. Il terzino sinistro Andrea Gambiazo Maher ha fischiato in cima alla traversa.

Gavin Kilkenny e Connor Coventry non sono riusciti a influenzare il gioco dal fondo del centrocampo, mentre i terzini irlandesi Lee O’Connor e Pagan non hanno fornito nulla in senso offensivo.

Rowella ha continuato a mostrare perché la Juventus lo ha pagato 18 milioni di euro lo scorso gennaio, ballando con due difensori prima di giocare uno-due con Luca prima che prendesse a pugni Maher sulla punta delle dita da 25 metri.

L’eccellente Salvador Esposito ha ordinato il gioco dal fondo del centrocampo, quindi l’Italia ha avuto una piattaforma per giocare secondo le proprie regole e non ha potuto premere in modo armonioso per la maggior parte delle partite dell’Irlanda.

Joshua Kayode e Festy Ebosele hanno provato a far rivivere un’Irlanda pedonale, ma l’Italia ha vinto di conseguenza la sfida. Sono stati introdotti anche il duo boemo Ross Dierni e Dawson DeVoy, e Tyrney ha quasi strappato il pareggio a Marco Carnegie, a cui è stato negato un superbo salvataggio a bruciapelo.

Tyrney ha fornito la scintilla necessaria alla squadra di Jim Crawford, raggiungendo ancora una volta l’obiettivo per l’eccellente muro del dublinese Caleb O’Connell.

Non doveva essere un grande Luke Through Ball per l’Irlanda, che ha trovato il sostituto Cancelleria al bancone, e Maher ha rivelato la partita al di là di ogni dubbio.

READ  Il rapporto afferma che Stellandis si sta avvicinando ad affrontare l'impianto di batterie in Italia

Martedì l’Irlanda dovrà vincere forzatamente in casa contro la Svezia. La Svezia ha sette punti di vantaggio sull’Irlanda, che venerdì ha battuto 4-0 la Bosnia-Erzegovina. L’Italia giocherà nuovamente in questa posizione il prossimo marzo.

Repubblica d’Irlanda: Maher (Bray Wanderers); O’Connor (preso in prestito da Tranmire Rovers, Celtic), McKinness (Cardiff City), O’Brien (Crystal Palace) Pagan (Cardiff City); Coventry (Peterborough, in prestito dal West Ham, capitano), Kilkenny (AFC Bournemouth), Smallphone (Southampton); Conor Nose (Borussia Monchengladbach), Tyrik Wright (in prestito dal Salford City, Aston Villa), Whelan (UCD).

Supplementi: No a Epocel (Derby County), Whelan a Coyote (Rotherham), Kilkenny e Smallphone (56), Dawson DeVoy e Ross Dearney (entrambi Bohemians) (76).

Italia: Carnegie (Cremonis, capitano, preso in prestito da Atlanta) (GK); Bellanova (Cagliari in prestito dal Bordeaux), Lovato (Atlanta), Okoli (Crimea in prestito dall’Atlanta), Gambiaso (Genoa); Rowella (Genoa preso in prestito dalla Juventus), Esposito (SPAL), Richie (Emboli); Colombo (SPAL dal Milan), Luca (Pisa), Vignato (Bologna)

Supplementi: A Lovato (34) a Pirola (prestito da Monza, Inter), Concellery (prestito da Hellos Verona, Roma) a Colombo (86), Mulatieri (prestito da Crotone, Inter) a Vignato (90 + 1)

Arbitro: Horatiu Mircea Fesnic (Romania)