Luglio 14, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I lupi stanno scomparendo in tutta l’America e stiamo ancora scoprendo i danni: ScienceAlert

I lupi stanno scomparendo in tutta l’America e stiamo ancora scoprendo i danni: ScienceAlert

Negli anni ’30 gli ululati agonizzanti dei lupi erano per lo più silenziosi in tutto l’Ovest americano.

La loro perdita di territorio è stata in gran parte trascurata dagli esseri umani, anche nella nostra ricerca scientifica, ha scoperto una nuova analisi, ma l’impatto della loro assenza è scritto a gran voce negli alberi perduti.

“I ricercatori generalmente concordano sul fatto che la perdita di lupi e altri grandi predatori è seguita da un aumento della caccia agli alci (Cervice canadese), è stata la causa principale del declino delle comunità di piante legnose in molti giardini occidentali,” Lui scrive L’ecologo William Ripple dell’Oregon State University e colleghi nel loro nuovo articolo.

Questo è un altro esempio di come tutto sul nostro pianeta vivente sia strettamente interconnesso e di come non teniamo conto di queste connessioni vitali.

Il lupo scaccia la gazza e i corvi dalla carcassa dell’alce. (Jim Pico/NPS)

Ripple e il suo team hanno esaminato 96 studi ecologici condotti tra il 1955 e il 2021, in 11 parchi nazionali della regione. Hanno scoperto che solo 39 di questi studi affrontavano l’assenza del più grande predatore della regione, il lupo grigio (il lupo grigio).

“Studiare un ecosistema in evoluzione senza riconoscere come o perché il sistema cambia nel tempo a causa della mancanza di un grande predatore può avere gravi implicazioni… come diagnosticare un paziente senza un controllo sanitario di base.” Lui spiega Ricercatori.

“Molti parchi nazionali negli Stati Uniti occidentali, considerati i gioielli della corona della fauna selvatica americana, sono privi di predatori, il che li rende ombre della loro presunta integrità ecologica”.

La perdita del principale predatore di un ecosistema provoca effetti domino attraverso la catena alimentare dell’ecosistema nota come Cascate trofiche. Poiché gli ecosistemi possono essere un complesso groviglio di interazioni, non è sempre facile vedere come si evolveranno le cascate trofiche, soprattutto perché possono dipendere dal contesto.

READ  Gli Stati Uniti accettano di vendere aerei da combattimento F-16 alla Turchia Notizia

Quindi non tutte le catene alimentari si trovano in ogni paesaggio, anche se sono presenti le stesse specie. Reintroduzione di specie perdute, ad es I lupi ritornano nel Parco Nazionale di YellowstoneNon tutte le connessioni interrotte possono necessariamente essere riparate, semplicemente con una serie di modifiche.

Ma i documenti storici negli 11 parchi rivelano un declino in molte specie di alberi, compresi gli alberi neri.Bubulus trichocarpa) e la pianura (Erbacce della dalia) Alberi di pioppo, da quando i lupi sono stati sradicati.

Grafici che mostrano il calo dell’abbondanza delle specie arboree dopo l’eradicazione del lupo
L’abbondanza di diversi tipi di pioppi in presenza e assenza di lupi. (Ondulazione et al., Scienze biologiche2024)

La rimozione dei lupi non solo ha interrotto la rete di comunicazione creata dalla loro predazione sui cervi, ma ha anche influenzato le interazioni dell’ecosistema attorno ai lupi (Canis Latrans) Anche.

“I lupi possono ridurre le popolazioni di coyote, interferendo così con la loro predazione sulle prede e su piccoli gruppi di predatori, come roditori, ungulati, piccoli carnivori, ratti e uccelli”. Lui scrive Ondulazione e squadra.

Ciò include una maggiore predazione di Specie minacciate e in via di estinzioneuna scoperta particolarmente preoccupante nel contesto della sesta estinzione di massa.

Lo stesso scenario si sta verificando negli oceani, dove l’assenza di squali di barriera significa che molte tartarughe verdi stanno divorando praterie di alghe vitali che sequestrano anidride carbonica, e in Australia, dove l’eradicazione diffusa dei dingo significa che predatori più piccoli come volpi e gatti sono sazio. Di ingenui marsupiali predatori.

I canguri sono ora così abbondanti grazie alla carenza di dingo, che si uniscono ai cervi nella lista dei dieci animali terrestri più abbondanti in termini di biomassa. ondulazione precedentemente trovato Ci sono circa sei volte più cervi nelle aree senza lupi che nelle aree in cui sono presenti.

READ  Report: Facebook interrompe il trattamento speciale per i politici dopo il divieto di Trump | Sito di social network Facebook

Il ripristino dell’ecosistema è più importante che mai poiché i nostri impatti distruttivi sulla nostra biosfera accelerano. Ma per ottenere qualsiasi successo, è importante comprendere meglio le interazioni che governano questi ambienti nel loro stato funzionale storico, sollecitano i ricercatori.

“Ci auguriamo che il nostro studio possa essere utile sia alle organizzazioni ambientaliste che alle agenzie governative nel fissare gli obiettivi di gestione degli ecosistemi”. Lui dice ondulazione.

Questo studio è stato pubblicato in Scienze biologiche.