Luglio 30, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I gruppi affermano che WeChat vieta gli account LGBT “senza alcun preavviso”

La piattaforma di social media del gigante tecnologico cinese Tencent WeChat ha cancellato dozzine di account LGBT gestiti da studenti universitari, affermando che alcune regole violate per le informazioni online, suscitando timori che i contenuti online vengano soppressi.

I membri di diversi gruppi LGBT hanno detto a Reuters che l’accesso ai loro account è stato bloccato martedì e in seguito hanno scoperto che tutti i loro contenuti erano stati cancellati.

“Molti di noi hanno sofferto allo stesso tempo”, ha affermato un account manager di un gruppo, che ha chiesto di non essere identificato a causa della delicatezza del problema.

“Ci hanno guardato senza alcun preavviso. Siamo stati tutti spazzati via.”

I tentativi di Reuters di accedere ad alcuni account sono stati accolti con un avviso di WeChat che afferma che i gruppi “hanno violato le norme per la gestione degli account che forniscono servizi di informazione pubblica su Internet cinese”.

Altri account non sono stati visualizzati nei risultati di ricerca.

WeChat non ha risposto immediatamente alle domande inviate via e-mail.

Omosessualità È stato classificato come disturbo mentale in Cina fino al 2001quando è diventato legale. Tuttavia, quest’anno un tribunale ha confermato la descrizione dell’università dell’omosessualità come “disturbo psicologico”.

Più e più volte, la comunità LGBT si è trovata soggetta a censura.

Le icone delle app per smartphone TikTok e WeChat vengono visualizzate sullo schermo dello smartphone
L’amministrazione cinese del cyberspazio ha recentemente promesso di ripulire Internet e reprimere i gruppi di social media considerati “cattiva influenza”.(

AP: Mark Schiffelbein, File

)

L’amministrazione del cyberspazio cinese si è recentemente impegnata a ripulire Internet per proteggere i minori e reprimere i gruppi di social media ritenuti “cattiva influenza”.

“Le autorità stanno restringendo lo spazio per la difesa della comunità LGBT e per la società civile in generale. Questa è un’altra svolta nel chiodo”, ha affermato Darius Longarino, senior fellow presso il China Center della Yale University Paul Tsai Law School, che si concentra sui diritti degli omosessuali e sul genere uguaglianza.

La lealtà dei gruppi universitari LGBT al governo e al Partito comunista è stata discussa in un incontro di maggio tra gruppi di studenti e rappresentanti universitari della Lega della gioventù comunista, un dipartimento responsabile per gli affari studenteschi gestito dal Partito comunista cinese, secondo tre fonti informate. della materia.

Le fonti hanno rifiutato di rivelare la loro identità o di identificare le università in cui si sono svolti gli incontri, ma hanno affermato che ai gruppi di studenti LGBT è stato chiesto se fossero antipartito o anti-Cina e se i loro soldi provenissero dall’estero.

“Abbiamo chiarito che il nostro lavoro nell’educazione LGBT era solo nel campus”, ha detto a Reuters uno studente universitario.

I gruppi di studenti LGBTI tradizionalmente non hanno il sostegno delle autorità universitarie nel loro lavoro di sensibilizzazione della comunità, sebbene non siano strettamente vietati.

Reuters

READ  Riapertura della bolla di viaggio neozelandese al New South Wales; Identificato l'uomo del barbecue di Sydney Covid; Christine Holgate inizia un nuovo lavoro con Toll Global Express, il suo concorrente dell'Australia Post