Agosto 5, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La nave portacontainer Ever Geffen viene liberata dal Canale di Suez dopo un accordo di compensazione compensation

Le autorità del Canale di Suez hanno annunciato il varo di un’enorme nave da carico che ha chiuso la via navigabile est-ovest per quasi una settimana all’inizio di quest’anno.

L’Ever Given sta lasciando il Canale di Suez dopo che il suo proprietario giapponese, Shui Kesen Kaisha Ltd., ha raggiunto un accordo con le autorità del canale su un importo di risarcimento dopo più di tre mesi di trattative e uno stallo giudiziario.

L’accordo transattivo è stato firmato mercoledì in una cerimonia nella città di Ismailia nel Canale di Suez, dopo di che la nave è stata vista navigare verso il Mediterraneo.

Il rilascio di mercoledì è arrivato il giorno dopo che un tribunale egiziano ha revocato il sequestro giudiziario della nave dopo aver informato l’Autorità del Canale di Suez. Ha raggiunto un accordo nella sua controversia finanziaria con armatori e compagnie assicurative.

La nave si è arenata a marzo, bloccando la vitale via d’acqua per sei giorni.

Da allora è stato detenuto in mezzo a una disputa sulla compensazione finanziaria.

Evergreen, seduta con la prua incastrata nel muro del Canale di Suez.
Sono stati introdotti macchinari per il movimento terra per aiutare a liberare la nave. (

Afp: Autorità del Canale di Suez

)

Il denaro, secondo le autorità del canale, coprirà l’operazione di salvataggio, i costi del traffico del canale a terra e le tasse di transito perse per la settimana in cui Ever Given ha chiuso il canale.

Il 23 marzo il fiume Ever Geffen era in viaggio verso il porto olandese di Rotterdam quando si è scontrato con la sponda a un solo binario del canale, 6 chilometri a nord dell’ingresso meridionale vicino alla città di Suez.

Sei giorni dopo, un enorme sforzo di salvataggio da parte di una flotta di rimorchiatori assistiti dalla marea ha liberato un grattacielo delle dimensioni di un grattacielo battente bandiera di Panama, ponendo fine alla crisi e consentendo a centinaia di navi in ​​attesa di passare attraverso il canale.

Da allora la nave è stata trattenuta nel Great Peter Lake del canale mentre i proprietari del canale negoziano un accordo.

Il blocco del canale ha costretto alcune navi a intraprendere la lunga rotta alternativa intorno al Capo di Buona Speranza, all’estremità meridionale dell’Africa, il che ha richiesto carburante aggiuntivo e altri costi. Centinaia di altre navi hanno aspettato sul posto la fine del blocco.

La chiusura, che ha sollevato timori di carenza di approvvigionamento e aumento dei costi per i consumatori, ha esercitato ulteriore pressione sul settore marittimo, già sotto pressione a causa della pandemia di coronavirus.

AP

READ  L'ex presidente del Regno Unito John Bercow si unisce ai laburisti dopo decenni con il partito conservatore. Dice che non c'è niente di personale contro Boris Johnson