Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I dati incompleti probabilmente mascherano l’aumento dei casi di Covid negli Stati Uniti

A prima vista, i casi di Covid negli Stati Uniti sembrano essersi stabilizzati nelle ultime due settimane, con una media costante di circa 30.000 casi al giorno, Secondo un conteggio di NBC News.

Ma gli esperti di malattie affermano che i dati incompleti probabilmente mascherano una tendenza al rialzo. A Washington, DC, ad esempio, diverse figure di spicco del governo sono recentemente risultate positive, tra cui Il presidente della Camera Nancy PelosiE Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki E Il procuratore generale Merrick Garland.

“Penso che siamo nel mezzo di un aumento, non posso dirti quanto sia grande”, ha affermato Zeke Emmanuel, vice decano per le iniziative globali presso l’Università della Pennsylvania.

Il sottoelemento BA.2 omicron, che è ora Rappresenta circa il 72% dei casi negli Stati Uniti È più contagioso della variante omicron originale e sta alimentando quella diffusione, ha aggiunto Emmanuel.

“È più portatile. È lì. Non abbiamo molti problemi”, ha detto.

Emmanuel e altri esperti citano la mancanza di test poiché il motivo principale per cui i casi non vengono segnalati. Al culmine dell’onda Omicron a gennaio, gli Stati Uniti stavano eseguendo più di due milioni di test al giorno. Questo è fino a una media di circa 530.000 a partire da lunedì, il più recente Dati dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

“Più i sintomi diventano lievi, meno è probabile che le persone vengano testate o si presentino nelle statistiche ufficiali del caso”, ha affermato David Dowdy, epidemiologo della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health.

Più persone ora hanno accesso a test rapidi a domicilio gratuiti o coperti da assicurazione e la maggior parte di questi risultati non vengono segnalati ai dipartimenti sanitari statali o al CDC.

READ  Allineamento telescopio Webb Consente all'immagine di mostrare una stella

“I numeri dei casi e i test stanno gradualmente diventando indicatori fragili perché non stiamo raggiungendo tutti nel sistema”, ha affermato il dottor Jonathan Quick, professore associato presso il Duke Institute for Global Health.

Tuttavia, alcuni dati locali rivelano picchi recenti. casi covid medi Nelle ultime due settimane è aumentato di quasi l’80% in Nebraska, del 75% in Arizona, del 58% a New York e del 55% in Massachusetts. controllo delle acque reflue Allo stesso modo, osserva che le infezioni sono in aumento in Colorado, Ohio e Washington, tra gli altri stati.

Ma alcuni esperti ritengono che non sia più necessario tracciare ogni caso ora che le infezioni sono spesso lievi per le persone che sono state vaccinate. Andando avanti, ha detto Dodi, ha più senso sia per i funzionari sanitari che per i cittadini desiderosi di prestare attenzione al ricovero. Il CDC Linee guida per l’occultamento riviste Dipende davvero dai tassi di ospedalizzazione nella contea e dal livello di capacità.

“Non stiamo certamente cercando di monitorare il numero di casi di influenza o raffreddore”, ha detto. “Quindi, se stiamo vedendo un aumento dei casi, ma non un aumento dei casi gravi, penso che sia una domanda molto valida, importa?”

Durante il viaggio, ha detto Kwik, controlla i tassi di vaccinazione locali e i numeri di ospedalizzazione per valutare i propri rischi. Tuttavia, il ricovero è in ritardo rispetto all’infezione.

“Una volta che vediamo aumentare i ricoveri ospedalieri, questa è davvero la metà posteriore del treno”, ha affermato Keri Altoff, epidemiologa della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health. “A questo punto, ci vuole tempo per rallentare le cose”.

READ  Gli astronomi hanno scoperto un rutto divoratore di stelle da un buco nero nella nostra Via Lattea.

Le persone più a rischio per il numero di casi artificialmente basso negli Stati Uniti sono gli immunocompromessi e i bambini di età inferiore ai cinque anni, che non sono ancora idonei alle vaccinazioni. Gli esperti hanno affermato che questi gruppi – o i loro tutori – devono ancora avere un modo per misurare accuratamente la trasmissione nelle loro comunità.

“Continueremo a vedere focolai”, ha detto Altov. “Quindi dovremo valutare costantemente i nostri rischi individuali e fare di più per proteggere le persone vulnerabili nelle nostre comunità”.