Giugno 30, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I combattenti ucraini che si sono arresi alla difesa dell’acciaieria Mariupol sono registrati come prigionieri di guerra

Nel timore di ritorsioni russe, centinaia di combattenti ucraini – che si sono arresi dopo essere stati brutalmente attaccati nell’acciaieria di Mariupol – sono stati registrati come prigionieri di guerra.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si è impegnato a cercare assistenza internazionale per salvarli.

Giovedì, il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha dichiarato di aver raccolto informazioni personali da centinaia di soldati – nome, data di nascita e parenti – e di averli registrati come prigionieri nell’ambito del suo ruolo nel garantire il trattamento umano dei prigionieri di guerra sotto il controllo norma di legge. Convenzione di Ginevra.

Amnesty International ha affermato in un tweet su Twitter che lo stato del prigioniero significa che i soldati “non dovrebbero essere sottoposti ad alcuna forma di tortura o maltrattamento”.

Più di 1.700 difensori dell’acciaieria Azovstal a Mariupol si sono arresi da lunedì, hanno detto le autorità russe, in quella che sembra essere la fase finale di un assedio di quasi tre mesi della città portuale ormai distrutta.

pubblicato E aggiornato

READ  La Russia è ancora pronta a fornire un passaggio sicuro da Azovstal, ha detto Putin all'israeliano Bennett