Febbraio 1, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Guarda la Mercedes-AMG One battere i record del ciclo di produzione in altri 3 tracciati

Guarda la Mercedes-AMG One battere i record del ciclo di produzione in altri 3 tracciati

Non si può negare il fatto che la Mercedes-AMG One sia una bestia assoluta in pista, probabilmente la cosa più vicina a un’auto di F1 legale su strada. La casa automobilistica tedesca ha pubblicato un nuovo video che mostra che sta battendo più record sul giro su varie piste storiche, portando alla sua impresa più impressionante a Nürburgring Nordschleife.

La prima pista che mostrano è il circuito del Gran Premio del Nürburgring, che ha ospitato F1Il Gran Premio di Germania è nella stagione 2020 molto programmata. The One ha ottenuto un tempo sul giro record di 1:56.096, che è stato di 16 secondi più veloce dell’auto di serie più vicina, la 992 Porsche 911 GT3 con un tempo di 2:12.140.

Guarda anche: La produzione della Mercedes-AMG One nel Regno Unito inizia prima della consegna di quest’anno

La pista successiva su cui vanno è il circuito austriaco Red Bull, che ospita anche la gara di Formula 1. Su questa pista, l’unico È stato in grado di ottenere un tempo sul giro record del mondo di 1: 26.846, battendo il BAC Mono R, che era ben 6 secondi più lento, a 1: 32.960.

L’ultima pista su cui Mercedes ha portato la vettura prima del Nordschleife è stato un altro circuito in Germania: l’Hockenheimring, che ha ospitato il Gran Premio di Germania fino al 2020. Mercedes È stato in grado di ottenere un tempo di 1: 38.563 con la One, che non solo ha stabilito il record della pista della vettura, battendo il tempo della McLaren Senna di 1: 40.790, di oltre due secondi.

READ  GOG rimuove "Hitman" dal suo negozio dopo aver presentato un reclamo

La forza trainante dietro la sua impressionante abilità in pista è il suo propulsore derivato dalla Formula 1 e l’aerodinamica. Motore ibrido V6 turbo da 1,6 litri con 1.049 CV (1.063 CV / 782 kW) Stimato 1.543 libbre (700 kg) dal carico aerodinamico. E poiché la maggior parte di quell’aria è attiva, gli permette non solo di masticare gli angoli con facilità, ma anche in retromarcia.