Giugno 30, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

FG punta al 70% di penetrazione della banda larga a prezzi accessibili entro il 2025

Il governo federale afferma di puntare al 70% della penetrazione della banda larga e non più di N390 per gigabyte entro il 2025.

Lo ha affermato lunedì il ministro delle Comunicazioni e dell’economia digitale, Issa Bantami, in un evento organizzato dalla Confederation of Nigerian Telecom Companies (ATCON) ad Abuja.

Tagged “Mobilitazione strategica nazionale per attivare l’obiettivo nazionale della banda larga del 70 per cento della conferenza e della mostra”, il tema del programma era “Raggiungere il nuovo obiettivo della penetrazione della banda larga del 70 per cento”.

Il signor Bantami, che era rappresentato dal direttore del dipartimento per le soluzioni per le infrastrutture IT presso l’Agenzia nazionale per lo sviluppo delle tecnologie dell’informazione (NITDA) Osman Gambo Abdullahi, ha affermato che la banda larga è la spina dorsale dell’economia digitale.

Il ministro ha affermato: “Il piano è stato attentamente progettato per fornire velocità di download dei dati in tutta la Nigeria. Con un minimo di 25 Mbps nelle aree urbane e 10 Mbps nelle zone rurali.

“Con una copertura effettiva di almeno il 90% della popolazione entro il 2025 a un prezzo non superiore a N390 per 1 GB di dati più un tasso di penetrazione del 70% entro il 2025”.

Ha osservato che a luglio 2021 la penetrazione della banda larga era del 39,79%, aggiungendo che l’attuale valutazione dei risultati ottenuti finora dal piano per la banda larga ha rivelato che nel primo trimestre del 2022 il tasso di penetrazione della banda larga era del 42,27%.

Il ministro ha identificato alcune sfide legate alla banda larga che includono tasse e normative multiple, il mancato rispetto delle tariffe concordate per il diritto di passaggio, la difficoltà nell’ottenere approvazioni e permessi e tasse e prelievi onerosi.

READ  In mezzo al panico del Delta, l'UE si aspetta una maggiore crescita dell'eurozona

Tuttavia, ha affermato che il governo è fiducioso che l’aumento continuerà e supererà l’obiettivo di medio raggio del 50% entro il 2023.

“La nostra fiducia in questa materia si basa sulla forza degli indicatori positivi nella copertura 3G e 4G, che sono attualmente rispettivamente all’83,65% e al 62,55%”, ha affermato.

(nan)