Novembre 30, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Explosive Italy e UniCredit MPS chiudono trattative sulle fonti di vendita

Sede di Panka Monte de Pacchi Siena, Italia, 27 ottobre 2017. REUTERS / Stefano Rellandini / File Photo

  • Accettato colloqui privati ​​il ​​29 luglio
  • Non è riuscito a colmare il divario rispetto ai requisiti di ricapitalizzazione di MPS
  • La struttura studiata per Unicredit può essere applicata al programma completo

LONDRA, 23 ott (Reuters) – Il governo italiano e UniCredit (CRDI.MI) si preparano ad annullare le trattative sulla vendita della banca in difficoltà Monte de Pacchi (MPPS) (BMPS.MI) dopo gli sforzi per raggiungere un accordo sulla capitalizzazione inestimabile . Il piano è fallito, hanno detto due fonti a Reuters.

La decisione complicherà gli sforzi del governo del primo ministro Mario Draghi per attuare l’accordo raggiunto a metà del 2022 con i funzionari dell’UE per riprivatizzare la banca, recuperata nel 2017.

L’Italia vede da tempo la stretta di mano con un forte alleato come la migliore soluzione per Banca Toscana, che prevede di raccogliere 2,5 2,5 miliardi (2,9 miliardi di dollari) di capitale il prossimo anno.

Ma quando le fonti sono entrate in trattative esclusive il 29 luglio con Unicredit e il Tesoro italiano, i termini della potenziale vendita hanno reso il progetto di fusione un’alternativa alla più onerosa ricapitalizzazione.

La ricapitalizzazione di oltre 7 miliardi di euro, dopo che i contribuenti italiani hanno speso 5,4 miliardi per salvare la banca quattro anni fa, appariva “altamente punibile”.

Roma ha ora bisogno del permesso di Bruxelles per pagare di più il Monte de Paci senza un piano per ridurre la sua quota del 64% nello stato. Dovrà negoziare un nuovo accordo con le autorità europee in uscita.

READ  Immagini fatiscenti di strade vuote in Italia. I residenti della penisola trascorreranno la seconda Pasqua con rigide restrizioni

Unicredit, l’istituto di credito n. 2 in Italia e il Tesoro hanno rifiutato di commentare.

Unicredit ha iniziato a discutere l’acquisizione di MBS sotto l’ex CEO Jean-Pierre Mustier. Ma il suo successore, Andrea Arcel, è subentrato ad aprile, alzando il tiro, mirando a un accordo solo per le aree più redditizie della banca. Per saperne di più

Unicredit ha detto che vuole solo filiali MPS nelle ricche regioni del nord e del centro e non si assume rischi causati da prestiti inesigibili o rischiosi o cattiva gestione.

Intervallo di stima

Dopo aver completato la sua diligente analisi a settembre, Unicredit ha presentato richieste dettagliate al Tesoro all’inizio di questo mese sulla base delle condizioni di luglio. L’obiettivo è raggiungere una decisione prima del consiglio di amministrazione del 27 ottobre per l’approvazione dei risultati trimestrali.

Le fonti hanno affermato che le parti hanno trovato impossibile ridurre il divario nelle stime dei requisiti di ricapitalizzazione dell’MPS, che hanno fatto una differenza di 2,5 2,5 miliardi a persona.

A complicare le cose, questa settimana sono emersi disaccordi sulle attività da vendere, hanno affermato due fonti, aggiungendo che il governo include la divisione dei servizi di capitale del MPS e la sua divisione di leasing e factor.

Inoltre, Unicredit ha negoziato le sue variazioni di valore equo nelle passività MBS, che è diventato un altro grosso ostacolo con l’importo e il costo dei tagli di lavoro che l’Italia aveva da offrire, ha detto la prima fonte.

“Secondo i termini di Unicredit, nessun contratto è ora possibile.

Roma ha già valutato i potenziali benefici di una strategia separata, che vedrà il Tesoro attuare alcune delle misure concesse a UniCredit, tra cui un aumento di capitale multimiliardario.

READ  Scommesse sui gol: squadre nazionali di Inghilterra e Italia. Probabilità di correre oggi 3.33!

Se il piano completo andrà avanti, MBS sarà in grado di recuperare dal suo debito a breve termine residuo – verso il gestore di crediti inesigibili di proprietà statale AMCO – e da eventuali rischi legali ordinari ritagliati e garantiti dallo stato.

In base a un piano preparato da US Treasury Advisers Bank e Aric per vendere a UniCredit, i rischi legali di MPS derivanti da cattiva gestione saranno trasferiti alla Fintechna, un documento riservato di proprietà dello Stato, trovato da Reuters. Per saperne di più

(1$ = 0,8593 euro)

Relazione aggiuntiva di Giuseppe Fonde a Roma; Montaggio di Francis Kerry e Mike Harrison

I nostri standard: Politiche della Fondazione Thomson Reuters.