Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Dune stellari: gli scienziati risolvono il mistero dietro la sabbia del deserto più grande della Terra

Dune stellari: gli scienziati risolvono il mistero dietro la sabbia del deserto più grande della Terra
  • Scritto da Georgina Ranard
  • Reporter scientifico

Commenta la foto,

Le stellari dune di sabbia di Lala Lalia in Marocco sono alte 100 metri

È stata calcolata per la prima volta l’età di uno dei tipi di dune di sabbia più grandi e complesse della Terra.

Le dune stellari, o dune piramidali, prendono il nome dalla loro forma caratteristica e raggiungono centinaia di metri di altezza.

Si trova in Africa, Asia, Nord America e anche su Marte, ma in precedenza gli esperti non sono stati in grado di determinare una data per la sua formazione.

Gli scienziati hanno ora scoperto che le dune di sabbia chiamate Lala Lalia in Marocco si sono formate 13.000 anni fa.

Le dune stellari sono create da venti contrari che cambiano direzione. Capire la loro età aiuta gli scienziati a comprendere quei venti e il clima di quell’epoca, afferma il professor Geoff Dowler dell’Università di Aberystwyth, che ha pubblicato la ricerca con il professor Charles Bristow della Birkbeck University.

Lala Lalia (un nome berbero originale che significa il punto sacro più alto) si trova nel mare sabbioso dell'Erg Chebbi, nel sud-est del Marocco. È alto 100 metri e largo 700 metri e ha bracci radianti.

Dopo la sua formazione iniziale, ha smesso di crescere per circa 8.000 anni, per poi espandersi rapidamente nelle ultime migliaia di anni.

I deserti possono essere solitamente identificati nella storia geologica della Terra, ma le dune stellari sono finora assenti.

Il professor Dowler dice che ciò potrebbe essere dovuto al fatto che le dune sono così grandi che gli esperti non si sono resi conto che stavano guardando una duna particolare.

E aggiunge: “Questi risultati probabilmente sorprenderanno molte persone, poiché possiamo vedere quanto velocemente si formano queste enormi dune di sabbia e che si muovono attraverso il deserto ad una velocità di circa 50 cm all'anno.”

Gli scienziati hanno utilizzato una tecnica chiamata datazione a scintillazione per determinare l’età delle dune stellari.

Commenta la foto,

I bracci radianti delle dune stellari danno loro il nome

Questo metodo calcola l'ultima volta che i granelli di sabbia sono stati esposti alla luce del giorno.

La sabbia è stata campionata al buio dal Marocco e analizzata in laboratorio in condizioni di scarsa luce rossa simile a un vecchio laboratorio fotografico.

Il professor Dowler descrive i granelli minerali nella sabbia come “piccole batterie ricaricabili”. Immagazzinano l'energia all'interno dei cristalli che proviene dalla radioattività nell'ambiente naturale.

Più a lungo la sabbia rimane sepolta sottoterra, maggiore è la radioattività a cui è esposta e maggiore è l’energia che accumula.

Quando i grani vengono esposti in laboratorio, rilasciano energia sotto forma di luce e gli scienziati possono calcolarne l’età.

“Nel nostro laboratorio buio, vediamo la luce proveniente da questi granelli di sabbia”, afferma il professor Dowler. “Più intensa è la luce, più vecchi sono i granelli di sedimento e più tempo è trascorso da quando sono stati sepolti”.

Un altro esempio di duna così enorme è la Star Dune in Colorado, Nord America, che è la duna di sabbia più alta degli Stati Uniti, raggiungendo un'altezza di 225 metri dalla base alla sommità.

Il professor Dowler spiega che scalare queste dune di sabbia è un duro lavoro. “Mentre sali, sali due gradini e ne scendi uno indietro. Ma ne vale la pena, è così bello dall'alto”, dice.

READ  Netanyahu: Israele “non è riuscito” a ridurre le vittime civili a Gaza | Notizie sul conflitto israelo-palestinese