Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Diario missionario: nuovi inizi in Italia

Richard Wilson ha servito come missionario per 29 anni con la Missione Cristiana Europea (ECM) in una chiesa locale in Italia. Di recente si è trasferito a Roveretto con la moglie Pinocchio ei loro quattro figli, dove aiutano a coltivare una piccola pianta da chiesa.

I cambiamenti nella vita creano emozioni diverse. Da un lato, c’è eccitazione per nuove possibilità (soprattutto se il cambiamento è deciso e desiderato piuttosto che imposto involontariamente); D’altra parte, c’è frustrazione nell’apprendere nuove situazioni o nuovi modi di fare le cose (soprattutto se, come me, vuoi controllare la tua vita).

Vivo a Trend nelle Alpi del nord Italia da 29 anni, collaborando con una chiesa fondata da missionari della Missione Cristiana Europea (ECM). In quel periodo ho anche sposato una donna italiana (Pinocchia) e ho avuto quattro figli. All’inizio di quest’anno, abbiamo deciso che era tempo di servire in un’altra chiesa e soddisfare meglio i bisogni della nostra famiglia. Così, da agosto siamo nel piccolo paese di Roveretto, a circa 30 chilometri a sud della valle, aiutando una piccola chiesa che è stata piantata dalla chiesa di Trento dieci anni fa.

Una nuova città è anche una sfida per imparare nuovi modi di fare le cose.

Anche dopo alcune settimane di sfollamento, gran parte della vita quotidiana è ancora presa dagli effetti di questo cambiamento. C’è da fare un sacco di scartoffie, ottenere collegamenti alle utenze, iscrivere i bambini a nuove scuole, rinnovare alcune parti dell’appartamento, cambiare indirizzo e altro ancora. L’infezione ha davvero reso tutto più facile. Le aziende e i dipartimenti governativi sono costretti a spostare i propri servizi online, quindi ora possono stampare, firmare, scansionare e inviare documenti da casa prima di recarsi in vari uffici.

READ  Inizieremo ad esportare prodotti a base di miele in Italia e Germania

Una nuova città è anche una sfida per imparare nuovi modi di fare le cose. Dove trovare un buon elettricista o idraulico locale quando devi fare qualche piccolo lavoro di manutenzione? Se il chiodo cade sulla gomma, chi lo ripara? Queste sono le domande a cui abbiamo avuto risposte immediate nella nostra città precedente. I ragazzi più grandi devono prendere l’autobus per il liceo in una strana città. Si ricordano dove andare? Nostro figlio è stato in grado di salire sull’autobus sbagliato o sulla fermata sbagliata quattro volte nei suoi primi tre giorni. Il primo giorno di scuola i nuovi bambini (anno 2) i bambini più piccoli sono entrati nel cortile ed erano completamente confusi su cosa fare dopo, tutti gli altri bambini sapevano dove andare e potevo solo vederli perdersi. Da dietro l’altro lato della recinzione.

Tuttavia, la famiglia è entusiasta del nuovo appartamento e della città. Il centro storico in cui viviamo, dal XVI secolo in poi, è sempre stato affascinante, e scopriamo nuove caratteristiche ogni volta che facciamo una passeggiata. Incontriamo nuove persone, partendo da un cenno o al massimo da un saluto, per poi crescere in una conversazione. Sembra facile conoscere la gente di Roveretto. Dove abitavamo, a meno di 20 chilometri dall’Italia germanofona, c’era meno energia ed entusiasmo (e gesti) legati alla cultura italiana in generale. C’è differenza tra Trend, che tenne il famoso concilio nel XVI secolo durante gli 800 anni della Chiesa cattolica, e Roveretto, che governò Venezia nel XV secolo e ne mantenne molti diritti e libertà. In particolare, il primo giorno in cui ci siamo trasferiti nel nuovo appartamento siamo stati invitati a bere una birra nella casa di un vicino per iniziare a ripulirla. Nei 15 anni trascorsi dal nostro appartamento precedente, non sono mai stato nemmeno socialmente invitato nell’appartamento di un vicino.

Il cambiamento è una delle caratteristiche fondamentali della vita di un missionario

Dopo 29 anni nella chiesa precedente, iniziare a servire in una nuova chiesa porta nuove gioie e sfide. Una routine settimanale (chiesa domenicale, studio biblico infrasettimanale, incontro di preghiera, ecc.) può, purtroppo, abituarci. Continuiamo a fare le stesse cose. Quindi una nuova chiesa sta insegnando nuovi modi di fare le cose, nuove opportunità per crescere nel ministero, un nuovo stile di sedersi. Tuttavia, implica anche entrare in una storia condivisa di cui non facciamo parte. Quali sono i bisogni spirituali di queste persone? Cosa dovremmo dire loro quando spieghiamo la Bibbia? In quale ministero dovremmo impegnarci per aiutare coloro che hanno già servito nella chiesa, senza cambiarli?

READ  Il tribunale israeliano ha impedito a un ragazzo sopravvissuto a un incidente in funivia di tornare in Italia Israele

Il cambiamento è una delle caratteristiche fondamentali della vita di un missionario, a cominciare dal passaggio dalla propria cultura ad un’altra, che crea grandi sfide e gioia nella vita quotidiana. Ricordo com’era 29 anni fa. Tre decenni ci permettono di vivere nello stesso posto, quindi mentre affronto la mia nuova e cambiata vita quotidiana, sono entusiasta di riconquistare queste sfide e gioie, anche se su piccola scala.

Invia questa storia per e-mail

Perché non inviarlo a un amico?

Condividere