Dicembre 1, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Da campo profughi a star della TV

Da campo profughi a star della TV

Dopo aver completato il nuovo drama di ABC Surf, BaroniL’attrice protagonista Gillian Nguyen è salita su un aereo diretto in Europa. Siete forse andati in vacanza a Positano, o forse a lavorare a Praga?

“Sono tre mesi che frequento una scuola di clown fuori Parigi”, dice, mentre si accontenta del suo colloquio Vita domenicale. sul serio? “Sì, volevo sfidare me stesso. Dopo Barrons, ero tipo, ‘Beh, perché amo quello che faccio?’ Per me, si tratta solo di divertirmi”.

Questa “scuola di clown” è in realtà Philippe Jolier, una prestigiosa scuola di teatro nel villaggio di Étampes. Gillian è stato addestrato dallo stesso Philippe Gaullier, considerato un “maestro clown”. I suoi insegnamenti si basano sull’idea che il gioco, o logoÈ l’essenza della creazione e dello spettacolo teatrale. Alumni famosi includono Sacha Baron Cohen, Emma Thompson e Helena Bonham Carter.

“Ho fatto ‘puro clown’ la prima settimana, cosa che ho assolutamente amato: è un’arte da clown”, dice Jillian. “Poi abbiamo avuto il vaudeville e Buffone, in cui ero pessimo. Un po’ come Buffon se Chris Lilly e Sacha Baron Cohen facessero un argomento.

“In realtà stavo bene in ‘Pure Clown’, ma Philip è famoso per i suoi commenti in un modo molto divertente”. Jillian aggiunge un chiassoso accento francese:
“E’ stato orribile,” ha detto con una risata. “Quindi se diventi ‘non cattivo’ o ‘non cattivo’, va davvero bene. Sono anche diventato “bravo” una o due volte. ma con Buffoneha detto: “Beh, forse Gillian, la tua professione non sarebbe così. Buffone“.”

Cosa ha fatto Gillian Nguyen dopo aver girato I baroni? Ovviamente il clown della scuola. Indossa la camicetta “Gather the Girls” di Maggie Marilyn, $ 636. credito:Simone Licia

Fortunatamente il suo ultimo ruolo in Baroni Non richiede che sia difficile da padroneggiare Buffone abilità. Ambientata nel 1971 in Australia, la serie è incentrata su un gruppo di migliori amici in un momento in cui la controcultura del surf si scontra con l’establishment.

Scarica

Jillian interpreta Tracy Dwyer (nata Chan), un’insegnante d’arte al liceo e partner di Bill “Trotter” Dwyer (Sean Keenan), che ha lanciato la sua azienda di abbigliamento da surf, LightWave. La storia è immaginaria ma ha somiglianze con i primi giorni dei marchi rivali di surf Billabong e Quiksilver. Ambientato in un periodo di liberazione e cambiamento sociale, la serie esamina anche i ruoli mutevoli tra uomini e donne, quando Tracy è caduta in questa marea culturale.

READ  Si dice che la famiglia Beckham sia divisa tra il principe Harry e il principe William. ecco perché?

“Lei è una superdonna”, dice Jillian di Tracy. “Lei è un’imprenditrice. È una moglie. È una figura materna per suo fratello. Oltre ad essere creativa e flessibile, è generosa e una madre. “

Jillian interpreta Tracy Dwyer (Ne-chan), un'insegnante d'arte al liceo e partner di Bill's

Jillian interpreta Tracy Dwyer (nata Chan), un’insegnante d’arte al liceo e partner di Bill “Trotter” Dwyer (Sean Keenan), che ha lanciato la sua azienda di abbigliamento da surf, LightWave.

Mentre il suo personaggio è cinese australiano, l’eredità della 29enne Jillian è vietnamita. È arrivata per la prima volta in Australia da bambina nel 1994, un fatto che le ha fatto chiedere se donne come Tracy fossero davvero qui negli anni ’70.

“Quando penso agli anni ’70, penso solo all’Australia bianca, ad essere onesti”, dice. E poi quando è successo, ho pensato: ‘Beh, questa donna esiste? “E poi, mentre stavo facendo le mie ricerche, Jenny Kee è stata un faro. Jenny ha aperto il mio intero mondo”.

“Sentiamo continuamente di quanto sia importante avere diversità, essere rappresentati, essere visibili, e questo dimostra che basta una sola persona per farti sentire di appartenere. Questa è stata Jenny per me, per rassicurarmi che una come Tracy è una vera donna”.

Jillian ha anche iniziato a cercare video su YouTube di quell’epoca ed è rimasta sorpresa da ciò che ha trovato. “Stavo guardando filmati del movimento di liberazione delle donne negli anni ’70, e tra il Mar dell’Anglo, donne bianche che marciavano, c’erano donne cinesi australiane. Anche loro erano alle manifestazioni!”

“Ho visto tutte le donne intorno a me con cui sono cresciuto e come venivano trattate dai loro colleghi maschi. Sebbene queste donne fossero anche forti, si sono fatte un po’ più piccole”.

Mentre lo stile di vita tranquillo e il surf negli anni Settanta Baroni Offrendo uno sguardo nostalgico ai tempi, la serie non evita il palese razzismo e il sessismo dell’epoca. Purtroppo, è qualcosa che Jillian dice che esiste ancora oggi. “I tempi cambiano nel tempo, ma la natura umana per natura è sempre la stessa. Voglio dire, ovviamente ci sono stati molti progressi, ma ancora qualcosa di istintivamente simile”.

READ  Due ristoranti collaborano per la colazione, più altre notizie ed eventi
I genitori di Gillian sono fuggiti dal Vietnam negli anni '80 prima di stabilirsi a Melbourne.  Abito Jocelyn

I genitori di Gillian sono fuggiti dal Vietnam negli anni ’80 prima di stabilirsi a Melbourne. Abito Jocelyn “Diane”, $ 880.credito:Simone Licia

“Anche se sono gli anni ’70, mi ha fatto vedere i miei genitori negli anni ’90. Ho visto ogni donna intorno a me con cui sono cresciuto e come venivano trattate dai loro colleghi maschi. E sebbene queste donne fossero anche forti, hanno fatto loro stessi molto più piccoli”.

I genitori di Gillian fuggirono dal Vietnam alla fine degli anni ’80, quando avevano 19 anni, e si incontrarono nel campo profughi di Sungai Besi in Malesia. Hanno trascorso 5 anni e mezzo lì, accogliendo la loro bambina (originariamente chiamata Huyen Dieu) prima di partire finalmente per l’Australia, dove hanno dato alla luce il fratello Gillian sette anni dopo.
I suoi genitori hanno chiesto asilo in Australia perché avevano sentito parlare del clima caldo. “Gli è stato detto: ‘Non andare in Danimarca o in Giappone, è davvero freddo e noioso'”, dice Gillian, ridendo della sua risata contagiosa, che ha offuscato l’intervista. “Sono solo le persone più coraggiose che conosco”, aggiunge con orgoglio. A quel tempo, c’era molta simpatia per i rifugiati vietnamiti. Da allora è cambiato rispetto ad altri rifugiati”.

La famiglia si stabilì nell’Inner West di Melbourne, dove Gillian dice che le piaceva far parte di un mix eterogeneo di culture: vietnamita, cinese, italiana, greca, etiope e altro ancora. “Quella è stata la mia infanzia fino all’età di 19 anni, e poi il mio mondo è cambiato”, dice.

Jillian iniziò a studiare per una laurea in arti presso l’Università di Melbourne e si sentì come una minoranza tra gli studenti della classe media prevalentemente bianchi. Ma in questo periodo mi sono innamorato della recitazione. “Se mi hai incontrato quando ero un’adolescente, volevo solo essere australiana”, dice. “Non mi importava della mia eredità. Ero imbarazzato a parlare vietnamita. E poi, quando avevo 20 anni, ho girato un film asiatico e sono stato esposto a tutti questi fantastici registi, come Wong Kar-wai [who directed] in vena di amore Un film meraviglioso, sottile, bello, artistico. Ed erano asiatici! Mi ha spinto nel viaggio che ho fatto negli ultimi sei anni”.

“Se mi hai incontrato quando ero un adolescente, volevo solo essere australiano”.

Dopo aver completato la sua laurea, Jillian ha frequentato il 16th Street Actors Studio di Melbourne e presto ha ottenuto un ruolo diretto in Justin Kurzel. banda di Kelly. Poi sono arrivate le parti principali del dramma originale di SBS fantasmi affamatie un romantico film di fantascienza, terra d’amore (Conosciuto anche come È scaduto), insieme a Ryan Kwanten e Hugo Weaving.

READ  Recensione del film MIFF: il direttore della fotografia di "The Sheltering Sky" mantiene il film interessante
Gillian Nguyen nel film di fantascienza romantico Loveland, dove ha recitato al fianco di Ryan Kwanten e Hugo Weaving.

Gillian Nguyen nel film di fantascienza romantico Loveland, dove ha recitato al fianco di Ryan Kwanten e Hugo Weaving.credito:Evan Singh

Per quanto Jillian apprezzi il suo rapido successo, l’ha lasciata con la fastidiosa sindrome dell’impostore. “A volte mi sento un artista della truffa. Oh, mio ​​Dio, sono un artista della truffa?”, chiede.

È possibile che questi sentimenti fossero radicati nei dubbi dei suoi genitori sulla professione scelta. Dice che avrebbero preferito che fosse un medico, un dentista o un avvocato. “Il classico tema dell’immigrazione: lo stereotipo è reale”, dice ridendo.

Gillian ha un approccio filosofico al suo lavoro:

Gillian ha un approccio filosofico al suo lavoro: “Non posso essere stressato. Voglio essere calmo, essere una brava persona, fare un buon lavoro e spero che funzioni”. Jillian indossa l’abito “Charissa” di Anna Quan, $ 350.credito:Simone Licia

“Non potevano seguire i loro sogni. Mio padre voleva diventare un giocatore di calcio. Era il sogno di mia madre essere un’artista. Ma non poteva a causa della guerra e ha perso i suoi genitori. Quindi, con la recitazione, erano come , “Perché vuoi farlo? È impossibile!” Ma Jillian aggiunge che dopo aver ottenuto alcuni concerti alle spalle, i suoi genitori ora sono i suoi più grandi fan e sono più favorevoli alla sua scelta di carriera, per quanto rischiosa sia.

“Sì, è terrificante, ma la vita è comunque incerta”, dice. “Ho vissuto in oltre 30 case; eravamo sempre in movimento. Non ha mai fatto male, ogni casa sembrava un personaggio diverso. Quindi sono abituato all’incertezza”.

Quando si tratta degli alti e bassi del suo lavoro, Jillian ha imparato ad adottare un approccio filosofico. “Non posso essere nervosa. Voglio essere calma, essere una brava persona, fare un buon lavoro e spero che funzioni. Penso che starò bene, inoltre ero a scuola di clown”, dice, prima di aggiungere con un sorriso.

Baroni Va in onda il 24 aprile alle 20:30 su ABC e ABC iview.

Per saperne di più da Vita domenicale rivista, clicca qui.

Scopri la prossima TV, serie e film in streaming da aggiungere al tuo must-watch. Ricevi la tua lista di controllo ogni giovedì.