Febbraio 5, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Crypto Lender dichiara bancarotta, Wall Street crolla per le preoccupazioni sulla Cina, ASX crolla

Le azioni australiane hanno iniziato la giornata in ribasso dopo essere cadute a Wall Street mentre le proteste nelle principali città cinesi contro le rigide politiche COVID-19 hanno sollevato preoccupazioni per la crescita economica, mentre Apple è scesa a causa dei timori di danneggiare la produzione di iPhone.

L’ASX 200 è sceso di 28 punti, o dello 0,4%, a 7.200, alle 10:15 EST.

Nel frattempo, il dollaro australiano è rimasto piatto, acquistandolo a 66,53 centesimi di dollaro USA.

I titoli energetici hanno guidato le perdite all’apertura, con Woodside in calo del 4,6%.

Le azioni di Collins Foods sono scese di oltre il 14% dopo aver riportato un calo dell’utile semestrale.

Le azioni sanitarie di Healius sono diminuite (-6,4%) per il secondo giorno consecutivo dopo aver segnalato che le sue entrate sono diminuite, a causa del minor numero di persone che si sottopongono ai test COVID-19.

Tuttavia, altri titoli sanitari come Fisher & Paykel Healthcare (+8,8%) e Imgeune (+2,9%) hanno registrato forti guadagni.

Le azioni statunitensi sono in calo

Le azioni di Wall Street sono scese durante la notte. Le azioni della società tecnologica di Cupertino, in California, sono scese del 2,6% e hanno pesato pesantemente sull’indice di riferimento S&P 500 poiché i disordini dei lavoratori nella più grande fabbrica di iPhone del mondo in Cina hanno sollevato timori di danni più profondi alla già limitata produzione di telefoni di fascia alta.

Le rare proteste nelle principali città cinesi durante il fine settimana contro i severi limiti del Paese alla diffusione del coronavirus hanno esacerbato le preoccupazioni sulla crescita della seconda economia mondiale.

“Queste proteste sono solo la prova che si tratta di una specie di bersaglio mobile, dove la Cina continuerà a cercare di limitare davvero la diffusione del COVID?” ha affermato Tom Heinlein, stratega degli investimenti nazionali presso la US Bank Wealth Management di Minneapolis.

O avranno l’approccio “vivere con COVID” che abbiamo visto negli Stati Uniti e in altri paesi?

Crediamo che il Covid stesso e la politica cinese siano una delle principali variabili del 2023 che influenzerà i prezzi delle azioni e gli investitori.

L’indice S&P 500 è sceso dell’1,54%, chiudendo la sessione a 3.963,95 punti.

Il Nasdaq Composite Index è sceso dell’1,58% a 11.049,50 punti, mentre il Dow Jones Industrial Average è sceso dell’1,45% a 33.849,46 punti.

Le azioni di Amazon sono aumentate dello 0,6% dopo che un rapporto del settore ha stimato che la spesa durante il Cyber ​​Monday, il più grande giorno di shopping online negli Stati Uniti, sarebbe salita fino a 11,6 miliardi di dollari.

BlockFi deve soldi a 100.000 creditori

Le azioni delle società legate alla criptovaluta e alla blockchain Coinbase Global, Riot Blockchain e Marathon Digital Holdings sono scese di quasi il 4% dopo che il prestatore di criptovalute BlockFi ha dichiarato bancarotta, l’ultima vittima dal crollo di FTX all’inizio di questo mese.

READ  Come Buckingham Palace ha diffuso la notizia della morte del principe Filippo e come hanno reagito i leader mondiali