Febbraio 2, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Scontri tra polizia e manifestanti in India, tra rabbia al porto di Al-Adani

Ben 36 poliziotti sono rimasti feriti negli scontri con i manifestanti nello stato del Kerala, nel sud dell’India.

I manifestanti hanno chiesto il rilascio di una persona arrestata durante una manifestazione contro un progetto portuale da 900 milioni di dollari (1,34 miliardi di dollari) per il gruppo Adani.

La crescente agitazione è diventata una delle principali preoccupazioni per le attività portuali e logistiche di Adani, che hanno un valore di 23 miliardi di dollari.

La posizione del porto sulla punta meridionale dell’India è stata vista come la chiave per ottenere affari dai porti di Dubai, Singapore e Sri Lanka.

La costruzione è bloccata nel porto di Visingam da più di tre mesi da quando i manifestanti, per lo più appartenenti alla comunità di pescatori, ne hanno bloccato l’ingresso, accusando lo sviluppo dell’erosione costiera, che a loro dire li sta privando dei loro mezzi di sussistenza.

Durante il fine settimana, i manifestanti hanno impedito ai veicoli da costruzione di Al-Adani di entrare nel porto, nonostante l’ordine del tribunale di riprendere i lavori, provocando diversi arresti.

Ciò ha spinto centinaia di altre persone a riunirsi in una stazione di polizia domenica notte per chiedere il rilascio dei detenuti.

Le immagini dei notiziari televisivi e un documento della polizia hanno mostrato scontri con la polizia che hanno causato danni ad alcune delle loro auto.

“Sono venuti con armi letali e hanno preso d’assalto la stazione di polizia, hanno preso la polizia in ostaggio e minacciato che se i detenuti non fossero stati rilasciati, avrebbero dato fuoco alla stazione”, ha detto la polizia nel documento del caso sull’incidente.

Un uomo parla al microfono mentre le persone siedono ad ascoltare sulle sedie in fila accanto a lui.
Molti dei manifestanti sono pescatori della zona. (Reuters: Moncef Fengatel )

Molti dei manifestanti erano cristiani, guidati da sacerdoti cattolici.

Un funzionario religioso, Eugene H. Pereira, procuratore generale della diocesi, ha detto che la polizia ha attaccato i manifestanti, tra cui alcuni sacerdoti.

“Anche le pietre sono state lanciate dalla stazione”, ha detto Pereira, chiedendo un’indagine giudiziaria sull’incidente.

Un cancello di metallo aperto e due guardie di sicurezza sono proprio dietro di loro.
La costruzione del porto di Visnjam è stata interrotta per più di tre mesi.(Reuters: Moncef Fengatel)

Il Gruppo Adani non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Ha detto in precedenza che il progetto aderisce a tutte le leggi, citando studi condotti negli ultimi anni che hanno respinto le accuse che lo collegano all’erosione costiera.

Il governo statale attribuisce l’erosione ai disastri naturali.

Reuters

READ  Le onde hanno colpito Tonga in mezzo all'allerta tsunami a seguito di una massiccia eruzione vulcanica