Settembre 16, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Cosa possono imparare i marchi dalla partnership commerciale da 42 milioni di dollari della squadra di calcio italiana AS Roma

Dall’accordo di Tom Brady con i Draft Kings al Team Great Britain che è diventato il primo team olimpico a lanciare un kit ufficiale NFT, ogni settimana porta con sé nuovi annunci dal mondo dello sport, delle criptovalute e della NFT.

Questa settimana una delle squadre più famose d’Italia, Roma, ha annunciato una partnership esclusiva di 3 anni da 42 milioni di dollari con la blockchain fintech Zytara Labs. per me quindiskQuesta partnership rappresenta forse l’accordo di sponsorizzazione più significativo tra una squadra di calcio e una società blockchain fino ad oggi.

Le famose maglie giallorosse della squadra di calcio porteranno il marchio di bit digitale blockchain, la cui fondazione sostiene la partnership. Inoltre, il club utilizzerà la blockchain DigitalBits per creare carte giocatore digitali e NFT digitali da collezione per momenti attuali e storici nei quasi 100 anni di storia del club. Integreranno anche il token DigitalBits originale, chiamato XDB, come nuovo metodo di acquisto. Ciò consentirà ai tifosi della Roma di interagire con il club in mondi virtuali condivisi e basati su blockchain, premiando i fan che possiedono risorse digitali delle squadre, NFT e token XDB per l’accesso a nuove esperienze live come le attivazioni dei giorni di gioco dall’interno dello stadio.

Quindi cosa possono imparare i brand da questa partnership? Ecco 3 punti chiave di questa partnership di marca.

Coinvolgere una nuova generazione di fan

Nella prima metà del 2020, la pandemia ha limitato le opportunità molto interessanti per nuovi accordi di fusione di marchi, costringendo molti marchi a ripensare al proprio approccio digitale. Ha fatto sì che i marchi guardassero al metaverso per trovare modi per raggiungere i consumatori più giovani che sono più esperti di tecnologia e vogliono creare forti legami emotivi con i marchi. Di conseguenza, abbiamo visto marchi disposti a investire nell’integrazione strategica dei loro loghi e prodotti in nuovi modi che aiuteranno a rivelare le loro risorse in modi nuovi e significativi.

“Partnership come queste sono l’inizio di esperienze NFT che portano i fan oltre le offerte di acquisto di transazioni, che forniscono solo la proprietà delle risorse digitali nel portafoglio passivo. Sia i marchi che le squadre sportive iniziano a cercare l’utilità Layer of NFT, che incarna i meccanismi di motivazione e significato contestuale, ha detto Tommaso de Bartolo, Berkeley College, Università della California, Silicon Valley, imprenditore seriale, autore e investitore in startup.

Attraverso questa partnership, AS Roma sta espandendo l’immaginario collettivo di ciò che significa per i tifosi connettersi alle loro squadre, il futuro del marchio è luminoso con nuove tecnologie come la blockchain, che può aiutare a dare priorità a sicurezza, velocità e vantaggi economici per settori come gli sport professionistici e l’accesso a una nuova generazione di fan che pensano innanzitutto al digitale e trovano attraente la proprietà digitale.

per me Kathleen Heisert, capo Sfida dei media sportivi“Le squadre hanno sempre spostato i fan fedeli che vivono lontano dall’impronta geografica della squadra. La maggior parte di questi fan non ha nemmeno la possibilità di partecipare a un evento di persona. Costruendo uno stadio virtuale ed esperienze nel Metaverse, le squadre stanno consentendo ai giovani , fan esperti di digitale per coinvolgere più profondamente la loro squadra prescelta. Non importa dove vivono.”

Economie token e il futuro dei marchi

Con la nuova tecnologia derivano grandi responsabilità. Ma per i marchi, grandi e piccoli, essere in grado di sfruttare le nuove tendenze e tecnologie può aiutarli a ridefinire il rapporto tra marchio e consumatore.

Questa partnership segnala una grande e storica organizzazione sportiva che è alla ricerca di modi per comunicare meglio con i suoi giocatori, colmando il divario tra la squadra e i tifosi. Questa è la definizione contemporanea di fedeltà del cliente al marchio.

Con la capacità di integrare e accettare risorse digitali e oggetti da collezione originali basati su blockchain, dare ai fan l’accesso a mondi virtuali e consentire loro di accedere ad attivazioni private grazie alla loro base di fan potrebbe essere un punto di svolta per il marketing sportivo.

“Portando organizzazioni sportive professionali come l’AS Roma in economie simboliche, stiamo dando validità all’idea che gli atleti camminano marchi, il che richiede un’attenzione costante al loro nome, immagine ed esempio”, ha affermato Andrew Russo, avvocato di Internet e CEO di AR Media Consulting.

Gli atleti sono pronti a portare il loro nome, immagine e somiglianza (nessuno) al livello successivo

Con l’avvento della criptovaluta, gli atleti prestano maggiore attenzione a come investono i loro soldi e a come monetizzare i loro marchi personali. L’accordo con l’AS Roma consente al club di portare i suoi atleti nell’ecosistema crypto più velocemente e consente anche loro di familiarizzare con le criptovalute.

Molti giocatori negli Stati Uniti si stanno già muovendo in questa direzione. Prendi, ad esempio, Sean Culkin, un ex presidente di Kansas City che in precedenza ne aveva annunciato l’esistenza La decisione di trasferire il suo intero stipendio dalla NFL a Bitcoin, diventando il primo giocatore della NFL a convertire il suo intero stipendio in Bitcoin, secondo ESPN. O il veterano attaccante dei Carolina Panthers Russell Okung che ha annunciato lo scorso dicembre che quasi la metà del suo stipendio del 2020 sarebbe stato convertito in bitcoin.

Secondo Rousseau, questo ha il potenziale per rimodellare i modi in cui vengono redatti questi contratti, costringendo le aziende di ogni tipo a istruirsi sul mondo della finanza decentralizzata e dell’alfabetizzazione finanziaria.

Con la recente decisione della NCAA di consentire agli atleti universitari di monetizzare il proprio nome, immagine e somiglianza con agenzie professionali, l’esplorazione del potere della criptovaluta è appena iniziata.

Hesert ha spiegato che “molti studenti-atleti che stanno iniziando a guadagnare con i loro marchi personali stanno sopportando di commercializzare il contenuto della pianta che è il frutto penzolante”. “I più intelligenti e strategici nel mezzo si iscrivono con agenti professionisti e spingono rapidamente i confini dei loro marchi personali. Per gli atleti più focalizzati sul marketing, adotteranno un approccio strategico a lungo termine e impareranno a includere la realtà aumentata e la realtà virtuale e esplorare le NFT per separarsi da migliaia di nuovi giovani concorrenti”.

AS Roma, DigitalBits e Zytara Labs sperano che questa partnership dimostri come la tecnologia blockchain possa essere sfruttata per elevare la connessione tra le squadre sportive e la loro comunità di fan e sostenitori, nel loro cammino verso un nuovo pubblico, consentendo ai giocatori di elevare i loro marchi. Espandere ulteriormente il proprio marchio nel mondo digitale.

READ  L'atleta paralimpico insegna dribbling e versatilità ai ragazzi italiani