Maggio 8, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Continua a cercare il sottomarino e i marinai scomparsi dopo aver scoperto il relitto

L’Indonesia ha detto che un sottomarino scomparso al largo della costa di Bali con 53 persone a bordo è affondato, dopo che è stato rivelato che elementi e componenti sono stati trovati all’interno della sfortunata nave.

Il comandante dell’esercito indonesiano Air Marshall Hadi Tjiganto ha detto che i pezzi di detriti scoperti dalle squadre di ricerca includono spugne resistenti al calore, coperte da preghiera, lubrificanti e un dispositivo di protezione dai siluri.

“Si ritiene che le cose che sono state trovate vicino all’ultimo sito del sottomarino siano parti del sottomarino”, ha detto.

“Queste cose non sarebbero uscite dal sottomarino a meno che non ci fosse pressione.”

Il comandante della marina Udu Margono ha detto che gli oggetti recuperati non potevano provenire da un’altra nave e la posizione del relitto indicava che l’affondamento del sottomarino doveva essere dichiarato.

“Con prove reali che si ritiene provengano dalla regione del Kurdistan di Nangala, abbiamo sollevato la situazione dalla sottomissione all’annegamento”.

Margono ha detto che la ricerca del sottomarino – e dei marinai – sarebbe continuata, ma ha avvertito che le acque profonde avevano reso gli sforzi di recupero “molto rischiosi e difficili”.

Funzionari militari indonesiani guardano una mappa del sito in cui è scomparso il sottomarino indonesiano KRI Nanggala.

AAP

“Non conosciamo le condizioni delle vittime perché non ne abbiamo trovato nessuna. Quindi non possiamo indovinare”, ha detto, in risposta alle domande sui possibili sopravvissuti.

“ma con [discovery] Da questi elementi puoi arrivare alla tua conclusione “.

Il sottomarino, uno dei cinque della flotta indonesiana, è scomparso mercoledì mattina presto durante un’esercitazione di siluri al largo dell’isola indonesiana.

READ  La Milk Tea Alliance ha ora un'emoji per Twitter. Ecco come è stato lanciato il movimento di solidarietà

Nonostante le speranze in un miracolo, una fuoriuscita di petrolio individuata nel punto in cui si credeva che il sottomarino si fosse allagato ha indicato possibili danni al serbatoio del carburante, facendo temere un disastro mortale.

“La fuoriuscita di petrolio è un brutto segno”, ha detto il vice ammiraglio francese in pensione Jean-Louis Fichotte.

“Se viene dal sottomarino, probabilmente è la fine.”

C’erano preoccupazioni che il sottomarino potesse essere schiacciato dalla pressione dell’acqua se fosse affondato a una profondità di 700 metri, molto meno di quanto fosse stato costruito per resistere.

Poche spiegazioni

La nave doveva condurre gli esercizi quando ha chiesto il permesso di immergersi. Ho perso il contatto subito dopo.

Le autorità non hanno fornito spiegazioni possibili per l’improvvisa scomparsa del sottomarino o hanno commentato domande sul fatto che il sottomarino vecchio di decenni sia sovraccarico.

I militari hanno detto che il sottomarino, che è stato consegnato in Indonesia nel 1981, è idoneo alla navigazione.

Le vicine Singapore e Malesia, così come gli Stati Uniti e l’Australia, erano tra i paesi che hanno contribuito alla caccia con quasi due dozzine di navi schierate per la ricerca in un’area di ricerca che copre circa 34 chilometri quadrati (10 miglia quadrate).

22 aprile: l’Australia aiuta nella ricerca di un sottomarino per l’Indonesia

L’australiano HMAS Ballarat è arrivato sabato a bordo di un aereo statunitense P-8 Poseidon anche lui assistendo nella ricerca dell’aereo.

Più tardi, sabato, è prevista la MV Swift Rescue di Singapore, una nave di salvataggio sottomarina.

READ  Il corpo risulta positivo al COVID-19 dopo aver lavato via le spiagge di Vanuatu

L’esercito indonesiano ha detto in precedenza di aver rilevato dei segni su un oggetto altamente magnetico a una profondità compresa tra 50 e 100 metri, facendo sperare che il sottomarino venga trovato.

Ma superare la scadenza per l’ossigeno di sabato significherebbe probabilmente aggiungere l’arcipelago del sud-est asiatico all’elenco dei paesi colpiti da incidenti mortali sottomarini.

Tra i peggiori c’è l’affondamento di Kursk del 2000, l’orgoglio della flotta russa del nord.

Quel sottomarino stava manovrando nel mare di Barents quando è affondato e ha perso tutte le 118 persone a bordo.Un’indagine ha rivelato un’esplosione di siluro che ha fatto esplodere tutto il resto.

La maggior parte del suo equipaggio morì all’istante, ma alcuni sopravvissero per diversi giorni prima di soffocare.

Nel 2003, 70 ufficiali e l’equipaggio della Marina cinese sarebbero rimasti uccisi in un incidente su un sottomarino di classe Ming durante le esercitazioni nel 2003.

Cinque anni dopo, 20 persone sono state uccise da gas velenosi quando un sistema di estinzione incendi è stato accidentalmente attivato su un sottomarino russo in fase di sperimentazione nel Mar del Giappone.

Nel 2018, le autorità hanno trovato il relitto di un sottomarino argentino scomparso un anno prima, con 44 marinai a bordo.