Maggio 9, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

“Non ci sono posti di lavoro su un pianeta morto”, ha detto Sharan Buru al Vertice di Biden.

Gli Stati Uniti sono il più grande esportatore di gas serra nella storia. La Cina è attualmente il più grande emettitore.

Caricamento in corso

L’amministrazione Biden si è impegnata questa settimana a dimezzare quasi le sue emissioni di gas serra entro il 2030, un obiettivo ambizioso appena al di sotto dell’obiettivo stabilito dalla legge dell’Unione Europea e ben al di sotto di quello della Gran Bretagna.

La Cina, che sostiene che la sua industrializzazione è iniziata molto più tardi rispetto all’Occidente, sta ancora aumentando le sue emissioni. Ha affermato che raggiungerà il picco delle emissioni entro il 2030 e lo ridurrà a zero netto entro il 2060.

Le emissioni della Cina derivano in gran parte dalla combustione del carbone, il combustibile fossile più sporco del mondo. Il paese è di gran lunga il più grande consumatore di carbone al mondo e sta costruendo nuove centrali a carbone in patria e all’estero, anche se gli Stati Uniti e l’Europa iniziano a ritirare le loro flotte di carbone.

Xi ha affermato al vertice che la Cina limiterà rigorosamente i progetti sul carbone nel prossimo futuro e “ridurrà gradualmente” il carbone dopo il 2025.

Caricamento in corso

I repubblicani negli Stati Uniti hanno criticato l’amministrazione per non aver annunciato nuovi obiettivi di riduzione delle emissioni.

In un’intervista venerdì dopo il vertice della Casa Bianca, l’inviato statunitense per il clima, John Kerry, ha respinto le critiche. Ha detto di essere ottimista sul fatto che Pechino aumenterà le sue ambizioni climatiche in vista dei cruciali negoziati sul clima sponsorizzati dalle Nazioni Unite a Glasgow, in Scozia, a novembre, e che sperava che la Cina annuncerà che sospenderà il finanziamento dei suoi progetti di carbone al di fuori dei suoi confini.

READ  Feste religiose, cremazioni ed epidemie

“Abbiamo fatto un primo passo con la Cina”, ha detto Kerry. Ora continuiamo con la diplomazia. Dobbiamo trattare con la Cina “.

Jennifer Hillman, senior fellow del Council on Foreign Relations, ha affermato di considerare la partecipazione del presidente cinese al vertice come un segno promettente. Le osservazioni del ministro degli esteri cinese il giorno successivo sono state realistiche, con Wang che ha stabilito condizioni che sembravano essere prevedibili in cambio della cooperazione con gli Stati Uniti sul cambiamento climatico.

“Oggi era un’immagine più realistica”, ha detto Hillman. “Quello che ho sentito da Wang Yi è che ci sono molti prerequisiti per questa cooperazione che saranno molto difficili.”

Gli obiettivi attuali non sono abbastanza vicini per evitare i peggiori effetti del riscaldamento. L’annuncio dell’amministrazione Biden di $ 1,2 miliardi per il Green Climate Fund, progettato per aiutare i paesi poveri ad affrontare il cambiamento climatico, è stato visto da molti come una goccia nell’oceano.

Con il New York Times